Borderlands 3 su Epic Games Store, Pitchford spiega ancora la questione

Il dirigente di Gearbox, Randy Pitchford, parla di Borderlands 3 su Epic Games Store

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 16 Aprile 2019 - 0:02

Il fatto che Borderlands 3 sia destinato a essere esclusiva PC, per sei mesi, di Epic Games Store ha fatto molto discutere. I fan non hanno preso bene la notizia, bombardando di recensioni negative i vecchi giochi presenti su Steam e interagendo con Randy Pitchford, CEO della software house Gearbox, per esprimere il loro disappunto — in modo non sempre impeccabile, da ambo le parti, con il dirigente che si era lasciato andare a qualche tono un po’ colloquiale.

Proprio Pitchford ha deciso di dedicare, sul suo profilo Twitter, un thread alla questione, affrontando alcune tematiche che hanno portato all’arrivo di Borderlands 3 per sei mesi su Epic Games Store. Come dichiarato dal dirigente, prima di tutto Gearbox non aveva alcuna voce in capitolo, poiché le decisioni di pubblicazione passano necessariamente per 2K, non per la software house che firma il gioco.

borderlands 3

Secondo Pitchford, in ogni caso, la competitività potrà fare solo bene al mercato PC: mettere in discussione una posizione egemone, come quella ottenuta in questi anni da Steam, secondo lui porterà al miglioramento sia di Epic Games Store (che vuole affermarsi) che di Steam stesso (che vuole mantenere la sua posizione). Oltre che per il pubblico, questo potrà avere, secondo Pitchford, effetti positivi anche per sviluppatori e publisher, poiché Epic Games Store sta proponendo una fetta più grande a questi ultimi, rispetto a quanto invece offra Valve per le vendite sulla sua piattaforma.

Addirittura, sempre secondo Pitchford, Epic Games investirà così tanto, nel suo store, da superare i ritmi di investimento di Valve in Steam. Qualsiasi sia lo store dominante tra dieci anni, rimane fondamentale, leggiamo nei tweet, che il meglio per i consumatori non si può offrire quando hai il predominio assoluto e non c’è concorrenza. Oltretutto, la credibilità di Epic Games può aiutare, poiché «sono vent’anni che forniscono tecnologie all’industria dei videogiochi», attraverso il loro Unreal Engine. Si tratta di una compagnia di cui software house e publisher si fidano, e anche questo aiuta nella crescita dello store. A proposito di crescita, quello dello stesso Unreal Engine è, secondo Pitchford, da tenere in conto: Epic ha dimostrato di far crescere la sua tecnologia semplicemente a ritmi a cui gli altri non sono riusciti a stare dietro.

La sfida lanciata da Epic Games porterà Steam a un bivio: «potranno solo arrendersi e accettare di perdere, oppure migliorarsi e diventare più veloci di quanto non siano mai stati prima. E questa è una cosa positiva per i clienti di Steam, per gli sviluppatori e per i publisher».

Al termine del suo thread, in risposta a un fan che chiedeva maggiore diffusione per le parole di Pitchford, il dirigente di Gearbox ha spiegato di aver incoraggiato 2K a spiegare questo punto di vista, ma è stato sempre respinto:

Non ho idea del perché non abbiano mai fatto prima questa conversazione. Ho provato ad incoraggiare 2K un sacco di volte, per fare in modo che lasciassero uscire queste informazioni (ma dal loro punto di vista), ma penso che abbiano paura. Ogni volta che lo dico, vengono da me e mi dicono di mettermi un c***o di tappo e starmene zitto.

Borderlands 3 arriverà su PC, PS4 e Xbox One il prossimo 13 settembre. Date un’occhiata alla nostra scheda per ogni ulteriore video o approfondimento sul gioco.

Fonte: GamingBolt




TAG: borderlands 3

OffertaBestseller No. 1