BioWare, nessuna imposizione da EA per l’uso dell’engine Frostbite

A cura di Paolo Sirio - 9 Aprile 2018 - 0:00

Parlando ai microfoni di Kotaku Splitscreen, l’ex general manager di BioWare ha rivelato di non aver mai ricevuto pressioni o imposizioni da parte di Electronic Arts per l’utilizzo del motore grafico Frostbite. L’engine firmato DICE viene adoperato su larga scala da tutte le software house interne all’editore californiano.“È stata una nostra decisione”, ha spiegato Flynn. “Eravamo impegnati a chiudere Mass Effect 3 e avevamo appena pubblicato Dragon Age 2, e sapevamo che il nostro engine Eclipse, con cui avevamo fatto DA2, non avrebbe funzionato per le future iterazioni di Dragon Age. Non poteva essere usato per gli open world, il renderer non era abbastanza forte, e queste erano le ragioni più grosse. Pensammo anche al multiplayer, dal momento che Eclipse era single-player only”.“Internamente parlammo di tre opzioni. Avremmo potuto bruciare Eclipse e iniziare qualcosa di nuovo internamente; avremmo potuto passare all’Unreal Engine; o avremmo potuto scegliere il Frostbite, che aveva mostrato alcuni risultati davvero promettenti sul lato del rendering ed era abilitato per il multiplayer”.Flynn si è detto ancora che quella sia stata la scelta giusta, nonostante il motore grafico della casa svedese venga additato per alcune delle problematiche più grandi apparse sugli ultimi titoli di BioWare, tra cui Mass Effect Andromeda. Anthem, atteso per il 2019, sarà in grado di spazzare via queste polemiche e dare ragione all’ex boss dello studio? Fonte: VG247.com




TAG: bioware software house