Assassin’s Creed Odyssey L’eredità: Preda DLC 1

Speciale DLC
A cura di Matteo Bussani - 6 Gennaio 2019 - 15:30

Se Assassin’s Creed Origins ci ha mostrato la nascita del credo, quando Ubisoft ha annunciato Odyssey tutti si sono chiesti cosa avrebbe potuto mostrare essendo ambientato 400 anni prima della storia di Bayek? Alexios e Kassandra non possono essere dei veri assassini quindi non poteva che trattarsi di una mera operazione commerciale che snaturava il prodotto, almeno secondo i fan più scettici e critici.
In realtà l’odissea dei figli di Sparta e un po’ tutta la saga ci hanno ricordato che l’Iliade non narra la storia di Achille, ma quella della sua ira: da diversi capitoli, in alcuni più in altri meno, Ubisoft ci ha fatto capire che gli assassini e il loro credo non sono i protagonisti della storia ma solo il mezzo tramite il quale viverla. I manufatti, la Prima Civilizzazione e la discendenza degli Isu sono i veri punti di connessione tra i vari capitoli e il punto principale della linea narrativa, dalla mela dell’Eden al destino di Desmond, passando per il piano di Giunone e le reincarnazioni di Aita.
Assassin’s Creed Odyssey è forse il primo a evidenziare questo distacco e la serie DLC dell’Eredita della prima lama sembra strizzare l’occhiolino, in maniera sottile, proprio a questo aspetto.

assassin-s-creed-odyssey

Il primo dei tre capitoli, ”Preda”, ci porta in Macedonia, già presente nella mappa di gioco, in quella che può essere considerata una copia in miniatura del gameplay principale: nuovo Ordine a minacciare la popolazione e noi stessi, nuova serie di missioni tramite le quali raccogliere indizi per smascherarne in membri, scelte multiple a variare l’esperienza in base al proprio stile. Il DLC è accessibile già dopo il capitolo di Nasso e può essere affrontato tranquillamente come deviazione dalla storia principale o a gioco finito, non aggiungendo elementi di gameplay ed esplorando una linea narrativa parallela. La quest principale ci porta a conoscere Dario, “assassino” di Persia che dopo l’uccisione del re Serse ha iniziato una faida contro l’Ordine degli Antichi che lo ha portato fino in Macedonia ma gli è anche costata tutto: a parte il figlio (o la figlia, a seconda di chi stiate usando tra Alexios e Kassandra), tutta la sua famiglia è caduta vittima negli anni del Cacciatore, capo della divisione dell’ordine che affrontiamo nel DLC Preda. Il nostro coinvolgimento diventa chiaro quando scopriamo che l’Ordine è anche sulle nostre tracce e sta cercando di eliminarci per impedire che il nostro sangue, corrotto e in grado di distruggere intere civiltà, possa portare il caos. Inizia quindi un percorso di riflessione che nemico dopo nemico ci porta a riflettere sulle proprie azioni, presenti e passate, e ci mette davanti ad alcune scelte per niente scontate.

Tra obiettivi principali e secondari le attività non mancano, ma a nostro avviso il ritmo si perde in alcuni momenti a causa di distanze eccessive e missioni non ben inserite nell’open world, su tutte una il cui obiettivo era uccidere dei lupi in città, ma che in realtà si è conclusa senza il nostro intervento grazie a dei mercenari di passaggio e a cittadini agguerritissimi. Non sono mancati poi i classici assassinii casuali che poi si sono rivelati essere membri dell’Ordine, ma abbiamo anche apprezzato i diversi momenti dove una buona indagine e la lettura tra le righe degli oggetti di missione trovati si sono rivelati essenziali per fare la scelta giusta. La trama e i nuovi personaggi vengono introdotti bene, ma il finale è per nulla autoconclusivo e, non sapessimo di dover attendere altri due capitoli, lascerebbe davvero poco convinti.

Se quindi avete finito il gioco e volete nuovi forti da espugnare, altre battaglie navali e pericolosi nemici da smascherare il DLC Preda fa al caso vostro, soprattutto se desiderate approfondire la riflessione sulle proprie azioni, altrimenti non guasterebbe aspettare i prossimi capitoli così da vivere con continuità la storia e capire meglio anche quale sarà il reale rapporto tra il nostro protagonista, Dario e l’Ordine, sia in ottica degli eventi di Assassin’s Creed Odyssey ma anche dell’intera saga. Il capitolo Preda, disponibile gratuitamente, fa parte della serie DLC “L’eredità della prima lama” acquistabile a 24,99€ o come parte del Season Pass, che include anche l’altra serie di DLC “Il destino di Atlantide” e le remastered di AC III e Liberation, a 39,99€. Considerando che quest’ultimo si trova anche in offerta a 29,99€ si tratta di un prezzo assolutamente onesto per un pacchetto così ampio, imperdibile per chiunque abbia apprezzato Assassin’s Creed Odyssey.




TAG: assassins creed odyssey, l'eredità della lama