News 2 min

Artista italiano pubblica le sue foto scattate con la Photo Mode nei videogiochi (e sono opere d’arte)

Cristiano Bonora, che ha esposto anche durante la Milan Games Week dello scorso anno, ha lanciato un sito per raccogliere tutte le sue opere d'arte verticali: si tratta di immagini mozzafiato catture in-game, con la modalità foto integrata in alcuni videogiochi

Lo sappiamo: quando i videogiochi includono la Photo Mode, un po’ tutti ci passiamo le ore, divertendoci nel tentativo di creare lo scatto perfetto, di immortalare il momento topico, l’istante irripetibile, nel pieno dell’azione o delle vicende che stiamo vivendo controller alla mano. Certo, ci sono alcuni che riescono nell’intento meglio di altri. Tra questi, figura sicuramente il digital artist italiano Cristiano Bonora che, dopo aver esposto alcuni suoi scatti anche durante Milan Games Week, ha aperto un sito interamente dedicato alle sue opere, con una ricca galleria che vi ispirerà parecchio a provare a catturare screenshot migliori durante le vostre partite.

Le opere realizzate da Bonora hanno una particolarità: sono in larghissima parte in verticale, il che le rende ancora più peculiari. I giochi coinvolti sono diversi: si va da God of WarControl, passando per Marvel’s Spider-ManThe Last of UsHorizon: Zero Dawn.

Tutte le immagini sono catturate semplicemente con le modalità foto presenti in-game e le uniche modifiche apportate in post-produzione (se apportate, precisa Bonora) sono legate a luminosità, contrasto, bilanciamento dei colori e saturazione.

«Quello che vedete nelle immagini, è quello che solitamente ottengo attraverso la Photo Mode» ha spiegato l’artista. «Rispetto gli artisti che lavorano con gli screenshot che preferiscono farlo su PC high-end o che modificano pesantemente i risultati in post-produzione, ma preferisco che le persone sappiano che i miei scatti arrivano proprio da quello stesso gioco a cui possono giocare anche loro, nel loro salotto. La loro sorpresa, quando lo scoprono, è parte della gioia che provo per quello che faccio.»

L’aspetto curioso dell’opera di Bonora, come accennavamo, risiede certamente nella scelta di proporre gli scatti in verticale, in un momento in cui – al contrario – i giochi propongono scenari sconfinati su pannelli sempre più orizzontali, considerando anche la diffusione delle soluzioni ultra-wide.

Bonora spiega che «la maggior parte dei miei scatti sono nell’orientamento da ritratto: uno scatto orizzontale rappresenta uno scenario, ma una fotografia verticale è come una sorta di affermazione. Voglio che la mia fotografia comprenda, glorifichi e perfino discuta la virtualità, non voglio solo che la osservi: penso quindi che l’orientamento solito per il ritratto sia quello che meglio assolve a questo intento.»

Potete vedere tutte le opere di Bonora visitando il suo sito ufficialela pagina Facebook e il profilo Instagram dedicati ai suoi lavori.

Voi avete mai prodotto degli scatti in-game di cui vi siete sentiti particolarmente orgogliosi?

Fonte: Sito ufficiale