Titanfall

Provato
A cura di FireZdragon - 15 Giugno 2014 - 0:00

Quando Electronic Arts ha confermato che a questo E3 2014 avrebbe presenziato anche Titanfall, l’immaginazione ha iniziato a correre veloce e, in tutta sincerità, speravamo in un annuncio a sorpresa, qualcosa che potesse riaccendere quella scintilla che sta via via svanendo dagli amanti del brand. Non è infatti un mistero che negli ultimi mesi i server di gioco del titolo Respawn siano andati svuotandosi e anche con l’ultimo DLC la tendenza non è stata invertita, un campanello d’allarme assolutamente non da sottovalutare per un gioco che fa del multiplayer e dell’online, e quindi della community, i suoi più grandi punti di forza.

Titanfall

A caccia di titani
Assente ingiustificato alla conferenza del colosso americano, Titanfall era ben presente nel booth di EA all’interno della fiera losangelina, con dodici postazioni di gioco sempre prese d’assalto da curiosi e giornalisti desiderosi di provare le molteplici novità che arriveranno i prossimi mesi sullo shooter console più veloce del momento.
Partiamo quindi dai Titani e dalle tante novità che li riguardano. Il prossimo DLC di Titanfall includerà infatti nuovi layer di personalizzazione per la vostra amata macchina da guerra. Modifiche estetiche che andranno a rendere unico il titano in battaglia, anche con decalcomanie dedicate create per l’occasione dai ragazzi di Penny Arcade. Purtroppo siamo ben lontani dalla possibilità di personalizzazione completa che ci aspettavamo, ma quantomeno è già un passo in avanti verso una strada che va assolutamente intrapresa. Insieme alle decalcomanie arriveranno anche nuove Burn Cards specifiche per i colossi d’acciaio, utili a dare maggior varietà al gameplay e a sopperire al bilanciamento non propriamente perfetto di Stryder, Ogre e Atlas.
Con tutte queste novità non poteva mancare una modalità dedicata ai Titan, un Last Titan Standing in scala ridottissima dove solo quattro titani scenderanno in campo per scambiarsi baci e carezze al piombo. Una modalità pensata proprio per tutti coloro che amano sessioni di gioco meno frenetiche, e dove far prevalere in maniera netta la strategia sul caos dei campi di battaglia aperti.

Titanfall

Un assaggio di futuro
Ci eravamo lamentati pesantemente della pochezza di contenuti regalata al titolo con i pacchetti aggiuntivi precedentemente usciti e Respawn sembra aver recepito bene il messaggio, visto che per il prossimo DLC è prevista anche una modalità nuova di zecca per i piloti chiamata Marked for Death.
La meccanica è semplice e vede due squadre da sei giocatori contrapporsi sulle classiche mappe di Titanfall, nel tentativo di riuscire ad uccidere per dieci volte un bersaglio designato del team opposto prima ovviamente che i nemici riescano a fare lo stesso.
Se vogliamo, a grandi linee, le meccaniche di attacco e difesa sono le stesse che si applicano quando in capture the flag le due fazioni opposte possiedono entrambe la bandiera, ma il fatto di regalare il punto questa volta semplicemente venendo uccisi dona più velocità al tutto.
Siamo riusciti a mettere le mani sul gioco per un paio di partite e in entrambi i casi abbiamo trovato sfide bilanciate e divertenti. Il bersaglio viene scelto in maniera casuale inizialmente e poi il sistema riassegnerà lo status di VIP ad altri due giocatori ogni volta che un punto verrà messo a segno. Da quel momento in avanti il ventaglio di opzioni tattiche si amplia, mettendo i bersagli nella condizione di decidere se rifugiarsi in un angolo ed ergere una strenua difesa contro gli assalti avversari, magari proprio dentro un titano, o buttarsi all’attacco e unire il proprio volume di fuoco a quello dei compagni per terminare il nemico il più in fretta possibile.


– Finalmente due nuove modalità
– Personalizzazioni extra per i titani






Marked for Death è una modalità interessante e indubbiamente divertente, ma non sappiamo quanto questo possa risollevare le sorti di un titolo che sta vedendo una diminuzione costante dei suoi utenti. Serve un’iniezione di nuove modalità e di nuove armi, magari accompagnata da nuovissimi titani pronti a portare scompiglio nell’attuale metagame, fino ad allora sarà un tentativo di resistenza fino all’annuncio di un nuovo capitolo.




TAG: titanfall