Recensione 4 min

Taz Wanted

Taz, la famelica e implacabile calamità naturale, è tornato e non sarà facile tenerlo a bada!!
La sequenza introduttiva presenta un quadro idilliaco in cui vediamo Taz correre in un prato fiorito insieme alla sua compagna She Devil. Un ombra cupa cala però sui due innamorati: è Yosemite Sam che riesce a catturarli e portarli all’interno di uno zoo. Taz si vede separare dalla sua amata e si trova rinchiuso in una gabbia molto robusta che sembra in grado di contenere il suo potere distruttivo. Il nostro eroe non si da per vinto e, facendo appello a tutte le sue forze, riesce a liberarsi e a gettarsi alla ricerca della sua dolce metà.
La missione non sarà facile, Taz è diventato un “ricercato” e lo zoo è pieno di cartelli “Wanted” e le guardie sono pronte a tutto pur di catturarlo.

Piattaforma:
XBOX
Sviluppatore:
Infogrames
Distributore:
Infogrames

Relazioni interpersonali e problemi di popolarità
Dopo un breve tutorial in cui Titty ci spiegherà in modo molto simpatico le abilità e i punti deboli del nostro personaggio, potremo entrare subito nel vivo del gioco ed affrontare il primo dei quattro mondi disponibili.
I diavoli della Tasmania non hanno molti amici ma sono estremamente popolari, Sam ha sparso in giro un sacco di poster “Taz Wanted”. Il nostro scopo principale è distruggere questi cartelli disseminati nei punti più inaccessibili del livello. Per riuscirci dovremo spesso risolvere dei piccoli puzzle e sfruttare alcuni oggetti presenti nell’ambientazione.

Palato fino!!
Taz è anche un grande ingordo per cui dovremo cercare di mangiare tutte le leccornie che troveremo sulla nostra strada. Non tutto quello che si ingoia però è digeribile alcuni oggetti infatti dovremo sputarli e saranno utili per stordire i nostri nemici. Occhio a non trovarsi nei paraggi quando Taz digerisce, c’è di che rimanere storditi!

Tenacia e ostinazione
Per mantenere alta la nostra fama di implacabili distruttori dovremo cercare di seminare lo scompiglio sfasciando tutto ciò che ci capita a tiro. Un indicatore ci terrà informati sulla percentuale di oggetti distrutti. Solo i più tenaci potranno ottenere un brillante cento per cento!!
Non tutto quello in cui ci imbattiamo però è distruttibile, alcune casse metalliche sono inattaccabili, altri oggetti invece si rivelano particolarmente coriacei. In alcuni casi dovremo quindi utilizzare più volte il nostro attacco a tornado e fare appello alla nostra famosa ostinazione!

Igiene personale
I diavoli della Tasmania odiano l’acqua, cadere in uno dei tanti laghetti che si trovano nel livello si rivelerà fatale.
Malgrado la nostra naturale avversione saremo costretti a confrontarci spesso con questo ambiente naturale. Fortunatamente potremo sfruttare tronchi galleggianti, foglie giganti, gommoni ed altri oggetti che ci permetteranno di superare in scioltezza anche i passaggi più impegnativi. Occhio però a non affondare! Taz non è un peso piuma e se vi soffermerete troppo tempo su un oggetto galleggiante questo si inabisserà oppure incomincerà ad inclinarsi. Per muoversi su alcuni oggetti come i tronchi galleggianti è possibile attivare la camminata in punta di piedi che ci permetterà di esprimere tutte le nostre doti di equilibristi!

Non solo moda
Taz ama i travestimenti. Entrando nelle cabine della ACME possiamo rifarci il look e ottenere qualcosa di adeguato al mondo che stiamo esplorando. Non è solo una questione estetica in quanto questi oggetti si rivelano utili per sconfiggere i nostri avversari. E’ possibile ottenere ad esempio una tavola da surf nel livello marino e sfracassarla sulle teste degli sfortunati che ci ostacoleranno oppure una tavola da snowboard per lanciare palle di neve

Nemico pubblico n. 1
E’ innegabile, i diavoli della Tasmania non sono molto amati! Durante l’avventura scopriremo che anche molti animali non ci stimano per nulla e cercheranno di ostacolare la nostra missione. I nostri maggiori avversari restano comunque le guardie.

Problemi di claustrofobia
Se verremo catturati da una guardia del parco ci ritroveremo imprigionati in una gabbia. Fortunatamente la nostra prigione non è molto robusta per cui potremo liberarci facilmente e riprendere l’esplorazione del livello. Ogni volta che siamo catturati però perdiamo dei punti (sotto forma di dollari) che invece otteniamo quando riusciamo a distruggere un cartello “Wanted”. In base ai dollari guadagnati potremo sbloccare delle simpatiche gallery presenti nel menù delle opzioni.

Grafica
Da un punto divista tecnico Taz Wanted utilizza la grafica cel-shaded che si rivela particolarmente adatta per i giochi ispirati ai cartoni animati. I personaggi sono estremamente fedeli alle loro controparti cartoons soprattutto per quanto riguarda le animazioni.
Gli ambienti sono colorati con gusto e sebbene caratterizzati da un numero di poligoni non elevato si rivelano curati e affascinanti. Da segnalare come nota negativa un frame rate non sempre costante.

Sonoro
Molto belli gli effetti sonori e le voci dei personaggi. I temi musicali non brillano per originalità e ricercatezza ma fanno comunque bene il loro dovere accompagnando l’azione di gioco.

Giocabilità
Controllare Taz è molto semplice, i controlli sono intuitivi e in pochi minuti sarete padroni della situazione.
Sicuramente avremmo gradito una maggiore profondità di gioco ma dobbiamo anche considerare lo spirito di questo prodotto che si vuole porre come un titolo intuitivo e divertente rivolto soprattutto verso un pubblico giovane.
Come in tutti i platform tridimensionali, il movimento delle telecamere non è perfetto. Fortunatamente agendo con lo stick analogico potremo ruotare l’inquadratura per adeguarla alla situazione.

Longevità
Il punto debole del gioco, I livelli sono pochi per cui non impiegherete moltissimo ad arrivare alla conclusione del gioco. Restano gli extra da sbloccare e la modalità multiplayer che fortunatamente allunga la vita del prodotto.
E’ possibile infatti sfidare altri giocatori in gare di velocità oppure di distruzione di casse giocando a schermo condiviso.

– immediato e divertente
– ottima trasposizione del cartone animato
– curato da un punto di vista grafico e sonoro

– i livelli non sono moltissimi
– meccanica di gioco molto semplice

7

In conclusione devo ammettere di essermi divertito con Taz Wanted. Lo spirito del cartone animato è stato trasportato con successo nel gioco e il risultato è sicuramente soddisfacente. Certamente non vi consiglio di prendere questo titolo per mostrare agli amici le potenzialità grafiche di Xbox e il carattere innovativo dei suoi giochi. Taz Mania è un platform classico che si propone di essere un prodotto immediato e giocabile da tutti. Gli amanti dei personaggi di Warner Bros non dovrebbero lasciarselo sfuggire.