Anteprima 4 min

Skate It

Lo scorso anno Skate ha riscosso un discreto successo su PS3 e Xbox 360, grazie ad un sistema di controllo che cercava di fornire nuova linfa al genere, costituendo al contempo una valida alternativa al franchise storico firmato da Tony Hawk.
Electronic Arts ha deciso di muoversi ulteriormente in nuove direzioni ed è così che è iniziato lo sviluppo di Skate It, nuovo episodio previsto questa volta su Wii e DS.
Lo sviluppo è affidato a Black Box in collaborazione con lo studio EA Montreal (NHL 07, SSX Blur e Army of Two). Nonostante le basi e la struttura del gioco siano state riprese dal capitolo uscito lo scorso anno, non si può parlare di un semplice porting, dal momento che vi saranno numerosi aspetti del tutto nuovi.
La volontà degli sviluppatori è quella di avvicinare il giocatore il più possibile alle sensazioni provate dagli skater professionisti nel momento in cui si trovano alle prese con gli allenamenti e le ardue sfide che comporta questa disciplina estrema.
L’episodio originario possedeva una curva di difficoltà piuttosto accentuata, poiché cercava di innovare il sistema di controllo andando al di là di quello che era il gameplay tradizionale, grazie allo sfruttamento di entrambe le levette analogiche, la prima deputata a gestire i movimenti dello skater, la seconda invece da utilizzare per compiere le varie combinazioni di salti, trick e grab. Il tutto si prospettava molto appagante nel momento in cui tali meccaniche venivano assimilate dal giocatore. Lo stesso accadrà in questa nuova versione, seppure i controlli siano profondamente differenti: il sistema si preannuncia d’impatto per la sua diversità ma allo stesso tempo garantirà un ottimo grado di coinvolgimento.
La città in cui ci si muove è ancora una volta San Vanelona, ma in questo nuovo capitolo sembra che un non meglio precisato disastro abbia reso la metropoli completamente deserta. La popolazione è stata interamente evacuata e tutte le strutture sono rimaste abbandonate a loro stesse. In questa situazione ai limiti dell’apocalittico un giovane skater ne approfitta per far diventare questo enorme territorio uno skate park di proporzioni immense, senza alcun tipo di scocciatura derivata dalle folle di pedoni che solitamente occupano i marciapiedi, dalle autovetture che sfrecciano per le strade, ma soprattutto dei vigilanti che di solito cercano di impedire agli skater di esercitarsi al di fuori delle aree specificamente previste.

Genere:
sportivo
Data di uscita:

Wiimote fulcro del gameplay ma attenzione alla Balance Board
Nell’edizione Wii si potrà decidere la tipologia di controllo da sfruttare, ricorrendo semplicemente al Wii Remote, o servendosi anche della Balance Board, la pedana già disponibile in bundle con Wii Fit. Nel primo caso si dovranno sfruttare i sensori, muovendo il telecomando verso destra e verso sinistra per indirizzare il proprio atleta. Premendo il tasto A sarà consentito aumentare la propria velocità mentre ogni volta che si desideri compiere un trick non si dovrà far altro che attendere il momento adatto e poi muovere repentinamente il telecomando in varie direzioni, ognuna corrispondente ad una determinata acrobazia. Nello specifico sono stati mostrati il movimento verso l’alto che permette di compiere il classico Ollie, la rotazione a semicerchio verso destra per portare a termine un Kickflip e verso sinistra per effettuare uno stiloso Heelflip. E ancora una rotazione di 360° per un 360 Shuvit. Le combinazioni di tutti questi movimenti daranno poi luogo ad acrobazie ulteriori e più complesse.
Infine non potevano mancare i classici Grab, che si metteranno in atto a piacimento durante le fasi in aria, premendo semplicemente il tasto B.
Qualora si desiderasse sfruttare la Balance Board sarà sufficiente posizionare quest’ultima verticalmente sul pavimento, proprio come si farebbe con uno skateboard vero e proprio.
Riguardo alla sua implementazione non si possiedono ancora informazioni dettagliate, poiché lo sviluppo procede solamente da alcune settimane. Quello che è certo è che si potrà indirizzare lo skater spostando il proprio peso verso destra o verso sinistra, mentre muovendosi all’indietro o in avanti si eseguiranno i classici Manual, quei trick che consentono di rimanere sospesi esclusivamente su due delle quattro ruote di cui è composto lo skateboard. Peraltro il Wiimote dovrà essere tenuto ugualmente in mano e continuerà a gestire i salti, i trick e i grab.
Dal punto di vista tecnico ovviamente il titolo si presenta in una veste grafica differente rispetto al capitolo dello scorso anno, ma senza essere per questo poco interessante. Le ambientazioni, infatti, si preannunciano vaste e ricche di soluzioni per dare sfogo alla propria voglia di trick, il tutto a 30 frame per secondo.

La versione portatile
Come è facile immaginare, su Nintendo DS il gameplay si concentrerà in particolare sull’utilizzo di entrambi gli schermi e sullo stilo: nel display inferiore comparirà la sagoma di una tavola da skate e sarà proprio interagendo sopra di essa che sarà possibile effettuare ogni acrobazia. Per fare ciò sarà sufficiente tracciare varie tipologie di linea, ognuna corrispondente ad una specifica evoluzione. Il criterio è quindi analogo alle traiettorie delineate in modo immaginario con il Wii Remote: per compiere i movimenti più elementari basterà disegnare una linea retta, una linea inclinata verso destra o sinistra o un semicerchio, mentre combinando più elementi si raggiungerà qualcosa di più complicato e pericoloso.

Considerazioni Finali
Lo sviluppo è ancora ad una fase iniziale, ma siamo piuttosto fiduciosi sulla qualità finale, soprattutto per il buon lavoro che i ragazzi di Black Box hanno svolto con l’originario Skate. Il sistema di controllo sembra molto interessante, specialmente per coloro che hanno già deciso di procurarsi una Balance Board, e il fatto di potersi muovere in uno scenario cittadino completamente deserto è quanto mai allettante.
Al momento non ci sono conferme sul numero di giocatori supportato, anche se Scott Blackwood, Executive Producer del gioco, ha ipotizzato la possibilità di arrivare a quattro utenti in contemporanea. Non ci resta che attendere ulteriori dettagli su questo nuovo progetto, destinato comunque ad arrivare sugli scaffali negli utlimi mesi del 2008.