Recensione 4 min

Pc Basket 2002

Esordisco subito porgendo le mie scuse a Demsoft e Cidiverte! Già…avevo fra le mani il codice Review di questo gioco da qualche settimana, ma c’era un grosso problema: la versione in mio possesso non era compatibile con Windows XP, e quindi mi è servito un po’ di tempo per trovare un Pc “libero” con Windows 98 installato. TRANQUILLI! La versione commerciale del gioco dovrebbe girare tranquillamente sotto tutti i sistemi Microsoft.
Fatta questa doverosa premessa, passiamo al gioco vero e proprio.
PC BASKETE 2002 è un manageriale di basket, che si presenta numericamente bene.
Sono presenti più di 106 Club Europei, suddivisi in ben 6 campionati nazionali.
Il nostro compito sarà quello di condurre una qualsiasi squadra a scelta verso la gloria e i trionfi riservati solo ai grandi eroi dello sport.
A nostra disposizione ci saranno diverse competizioni. Ovviamente la prima e più ovvia è il campionato nazionale della squadra che sceglierete. Se saremo così bravi da vincere il campionato o posizionarci fra i primi n classifica, accederemo alle coppe Europee. Da non trascurare, però, anche la coppa nazionale.
Ovviamente tutte le squadre non sono uguali: a inizio stagione, durante la scelta del team, ci verranno anche resi noti gli obiettivi di stagione: dovremo così concorrere solo per la salvezza, o magari portare uno squadrone alla consacrazione.
Da ultimo c’è da sottolineare la completezza del database dei giocatori: un sacco di parametri caratterizzano i giocatori! Ed i giocatori stessi sono moltissimi!
Per poter vincere qualcosa è necessario tenere TUTTO sotto controllo: sponsor, finanze, mercato, tattiche, allenamenti…insomma, come dicevo prima: TUTTO!
In questo senso il gioco si presenta con parecchie affinità con PC CALCIO: un sacco di cose da fare, e nessun aspetto estremizzato. Questo rende, ovviamente, il titolo fruibile da una buona quantità di utenti. Le analogie con il titolo Dynamic partono con l’interfaccia grafica (molto simile, anche se meno raffinata), per arrivare ai consiglieri societari (tipo medico, osservatori, ecc).
Come in ogni manageriale che si rispetti, la previdenza è necessaria! Non serve spendere alla grande per un vecchio fenomeno; forse è meglio investire su una giovane promessa che ci può garantire un futuro più roseo.
Anche a livello tecnico/tattico le nostre scelte saranno fondamentali: bisognerà programmare le quantità dei carichi di lavoro settimanali, ed i settori nei quali far migliorare i giocatori.
Ovviamente un allenamento troppo duro sfiancherà i giocatori, ma magari li farà migliorare più in fretta.
La partita vera e propria è gestita come dai cugini calciofili di PC BASKET: un riassunto del punteggio in tempo reale, e tutta una serie di commenti testuali alla partita.
In più ci saranno un sacco di statistiche in tempo reale davvero molto curate: si passa dai tiri da tre, alla palle perse…per non dimenticare quelle recuperate! Un vero paradiso per gli amanti dei numeri!
Durante il match avremo la possibilità di intervenire per correggere l’assetto tattico del nostro team: cambio di schemi, assegnazione di marcature e tipo di gioco.
Al termine della partita (così come dopo gli allenamenti), il medico diramerà il bollettino di guerra…sperando che non sia troppo pesante!
Le stagioni scorrono, così, via lisce lisce…
Ma la realizzazione tecnica è all’altezza di tutto il resto? Ok: sappiamo a menadito che grafica e sonoro non sono tutto, soprattutto nei manageriali…ma ormai un buon aspetto grafico/sonoro sembra quasi d’obbligo.
Beh, ad essere sinceri: PC BASKET 2002 non ce la fa…l’aspetto più carente è sicuramente il sonoro, che alla lunga diventa davvero monotono e ripetitivo. Non parliamo dei mugolii dei tifosi: pochi e quasi indisponenti. Peccato, perché le musiche (per quanto non brillassero di originalità), non sono realizzate qualitativamente male.
Graficamente parlando, PC BASKET 2002 ricorda molto PC CALCIO. Anche se, come dicevo prima, l’interfaccia non è così raffinata e pulita. Il gioco si basa molto sulla lettura di dati testuali, e forse l’elaborazione di qualche front più d’impatto sarebbe stata meglio.
Insomma: cosa ne peno di PC BASKET 2002…leggetelo qui sotto nel commento.

Piattaforma:
PC
Genere:
manageriale
Data di uscita:
Sviluppatore:
Demsoft
Distributore:
Cidiverte

E’ il primo manageriale di Basket.
Grande quantità di dati.
E’ italiano.

Realizzazione tecnica.
Un titolo per pochi.

6.5

Cominciamo premettendo che non sono un fanatico del basket: lo trovo uno sport troppo raffinato; meglio il buon vecchio e grezzo calcio!
E’ stato ovviamente difficile avvicinarsi ad un gioco manageriale relativo ad uno sport che conoscevo poco.
Ok: ora di basket ne so quanto prima, ma una cosa l’ho imparata: i manageriali di buona fattura non devono necessariamente essere della Sports Interactive, e possono anche non riguardare il mondo del calcio.
I ragazzi della Demsoft hanno fatto un buon lavoro, penalizzato da una realizzazione tecnica vecchia di almeno 5/6 anni!
Le opzioni ci sono, la sostanza anche! I dati inseriti nel database del gioco sono davvero moltissimi e se aggiungiamo la presenza di un editor integrato, la longevità è davvero garantita.
Il gioco, purtroppo sembra essere di “nicchia”, dedicato ai soli cultori del basket, in quanto la quantità di dati da gestire potrebbero spazientire il giocatore medio in cerca di un po’ di sano stacco dalla realtà.
In sintesi: se siete amanti del basket, e vivete a pane e Fantabasket, questo gioco DEVE essere vostro!
Se siete dei giocatori medi (e che quindi vogliono azione e divertimento immediato…condito magari dai frizzi ed effetti audio e video stratosferici), forse è meglio che continuiate a giocare a Stunt GP o qualcosa di più emozionante.
In ogni caso: i miei complimenti a Demsoft: per essere il loro primo lavoro non c’è davvero male!
Ed un plauso anche a Cidiverte, che ha avuto l’intraprendenza di scommettere su di un team di sviluppo nostrano! BRAVI RAGAZZI!