Anteprima 4 min

New Super Mario Bros. U

L’uscita della nuova home console Nintendo si avvicina e noi abbiamo avuto la possibilità di provare approfonditamente, a poche settimane dal lancio, due dei titoli di punta della line up iniziale di Wii U. Si tratta di New Super Mario Bros. U e di Nintendo Land. A differenza di quanto fatto per la precedente console, in questa occasione la casa di Kyoto ha deciso di calare carte importanti fin dal suo esordio sul mercato, in accordo con quanto annunciato da Reggie Fils-Aime quando disse che quella di Wii U si sarebbe confermata come la più corposa line up iniziale di una console targata Nintendo
In questa sede ci concentreremo sulle nuove avventure dell’idraulico baffuto più famoso del mondo, che dopo una lunga attesa approda nella tanto acclamata alta definizione.
Ritorno alle origini
Per il suo debutto su Wii U, Nintendo ha scelto di rifarsi alle origini del mito di Mario, nato nel 1985 e in grado di appassionare milioni di videogiocatori in tutto il mondo senza distinzioni di sorta. Abbandonato il 3D degli ottimi capitoli delle serie Galaxy usciti per Wii, si ritorna al classico platform a scorrimento in 2D, scelta stilistica che aiuta ulteriormente a valorizzare l’upgrade grafico del titolo. I colori si presentano accesi e brillanti, mentre le forme dei personaggi ben definite e senza problemi di scalettature. L’unica perplessità è data dagli effetti di luce, i cui riflessi donano ai personaggi un effetto troppo plasticoso, quasi stessimo impersonando dei bambolotti degni del miglior produttore di merchandising. 
Il design dei personaggi e delle ambientazioni è come al solito molto ispirato e l’introduzione di alcune novità, come nuovi power up e nuovi impieghi per i Baby Yoshi, sono state decisamente gradite. Nel primo caso abbiamo l’introduzione del costume da Scoiattolo Volante per Mario: questo ci permetterà di spiccare il volo scuotendo il controller, raggiungendo piattaforme e monete altrimenti inaccessibili. La gestione della fase di ascesa e della picchiata sono tutt’altro che semplici e richiedono un minimo di pratica per poter essere gestite al meglio. Nel secondo caso, prossimo decidere di portare con noi un Baby Yoshi e utilizzare le sue qualità per facilitarci il percorso verso la bandierina di fine livello. Le loro abilità speciali dipendono dal colore: possono illuminare delle aree oscure, aiutandoci ad evitare rovinose cadute nei burroni, oppure farsi uno spuntino con i nemici che ostacolano il nostro cammino. 
A differenza di quanto avvenuto in passato, in New Super Mario Bros. U le avventure di Mario, impegnato nel solito salvataggio della principessa Peach dalle grinfie di Bowser, non termineranno nella campagna principale, ma avremo a disposizione altre modalità e stage extra con cui mettere alla prova i nostri riflessi e, soprattutto, la nostra pazienza. Chiaramente indirizzate agli hardcore gamer, la Modalità Sfida e la Partita Turbo offrono un livello di sfida crescente con l’aumentare del livelli, rivelandosi decisamente ostiche per i giocatori meno esperti. Prendendo tutte e tre le stelle di un quadro durante l’avventura principale, lo sbloccheremo in queste particolari modalità, ma oltre a questi saranno presenti stage preparati apposta per l’occasione. La Modalità Sfida sarà da affrontare in singolo e conterrà le categorie Contro il Tempo, 1-Up Mania, Monete e Varie, che include sfide di differente tipologia. Per quanto riguarda la Partita Turbo, potranno prendervi parte due giocatori, uno con il Wii U GamePad e l’altro con il Wiimote. L’ultima modalità extra è Caccia alle Monete, giocabile da un massimo di cinque giocatori di cui uno con il nuovo controller Wii U, che potrà aiutare i suoi compagni a raccogliere tutte le monete posizionando nuove piattaforme nello scenario.  
Le novità del Wii U
Eravamo molto curiosi di provare New Super Mario Bros. U soprattutto per renderci conto di come Nintendo avrebbe utilizzato il nuovo gamepad, vero elemento distintivo della console. Le sue funzionalità sono molteplici e dipendenti dal fatto che si stia facendo una partita in solitaria o in multiplayer locale con gli amici.
Per quanto riguarda il single player, il touchscreen  del nuovo Wii U Gamepad trasmette le stesse immagini visibili a schermo. In questo modo, se per qualche motivo ci ritrovassimo costretti a spegnere il televisore o a cederlo al fratello/sorella di turno, potremmo continuare la nostra partita in tutta tranquillità, forti anche dell’ausilio del connettore audio per le cuffie. Questa feauture ci è sembrata ottimamente implementata nel titolo e non richiede neanche un secondo di pausa per switchare da una modalità all’altra. Le immagini vengono riprodotte a 60 fps con un input lag impercettibile e, nonostante la minore grandezza dello schermo, l’esperienza di gioco non risulta in alcun modo compromessa.
Nel multiplayer, fino a quatto giocatori hanno la possibilità di prendere parte allo stesso stage e portarlo a compimento insieme. Gli utenti avranno la possibilità di scegliere se impersonare Mario, Luigi o uno dei due Toad. C’è anche la possibilità di utilizzare il proprio Mii, che manterrà le personalizzazioni del nostro avatar, ma sarà vestito come i blasonati personaggi sopracitati. Il nuovo controller dà la possibilità a un giocatore di intervenire nella partita che stanno giocando gli amici, facendo comparire piattaforme utilizzabili per aiutare i quattro personaggi o per ostacolarne i nemici. Basta utilizzare lo stylus sullo schermo del pad, per modificare l’ambiente di gioco, ma bisogna muoversi in fretta, perché hanno una durata limitata. Nelle modalità extra, il touchpad può essere utilizzato per modificare i livelli di gioco già affrontati durante l’avventura principale. Sempre con l’utilizzo dello stylus, avremmo a disposizione una certa quantità di monete con cui disseminare il percorso, costringendo gli altri giocatori a inventarsi salti improbabili e numeri da funamboli per aggiudicarsele tutte. 

– Buon utilizzo del game pad
– Modalità extra ben congegnate
– Multiplayer divertente e ben strutturato

Sviluppatore:
Nintendo
Distributore:
Nintendo




L’uscita di Wii U è vicina e nessuno, meglio di Mario, poteva accompagnare l’esordio della nuova console Nintendo. New Super Mario Bros. U si presenta come un titolo che strizza fortemente l’occhio alle origini del mito, lasciandoci nella speranza di ritrovarci tra le mani un gioco ispirato nelle ambientazioni e in grado di non farci rimpiangere i precedenti capitoli della serie. Le modalità extra aggiungono carne al fuoco e sono terreno fertile per divertenti partite in multiplayer con gli amici. L’utilizzo delle nuove feature introdotte dal Wii U GamePad è ottimo e anche l’editing sembra funzionare a dovere, offrendo spunti interessanti in termini di gameplay che speriamo vengano approfonditi in futuro. Il rilascio del gioco è ormai prossimo, e noi non vediamo l’ora di provare la versione finale!