Metal Slug

A cura di Kyo - 4 Novembre 2006 - 0:00

Marco e Tarma
Nell’anno 20XX un terribile e spietato dittatore tenta di conquistare il mondo, grazie ad un esercito munito di armi e mezzi corazzati d’ultima generazione e dall’enorme potere che esercita su tutte le nazioni, il suo nome è Morden. Le città più famose sono messe sotto assedio, e quelle che tentano di opporre resistenza sono spietatamente rase al suolo.
Numerosi soldati valorosi rimangono uccisi, altri sono presi in ostaggio e i capi delle nazioni unite non sanno più come reagire a quest’apocalisse.
Quando tutto sembra essere perduto ecco che fanno la loro apparizione due valorosi soldati, esperti in assalti, artificieri di primo ordine, tiratori scelti con i migliori voti ottenuti in assoluto. I nomi di questi due eroi sono Marco Rossi e Tarma Roving; a loro è affidato il destino dell’intera umanità; devono farsi largo fra le linee nemiche sfruttando le loro rarissime abilità di soldati di fortuna, cercando di localizzare Morden e riuscire ad ucciderlo: se riusciranno nell’impresa la guerra avrà fine ed il mondo sarà salvo, ma se falliranno sarà la fine.

Un Grande Evento
Metal Slug è uno di quei giochi destinati a lasciare il segno nella storia dei videogiochi. Nell’anno 1996, appena fece la sua prima apparizione nelle sale giochi, Metal Slug ebbe la capacità di attrarre numerosi utenti; personalmente ho assistito a file di ragazzi che si accalcavano per riuscire a giocare a questo titolo, come non mi era mai capitato di vedere prima; solo Street Fighter 2 Champion Edition ebbe un successo maggiore.
Il motivo di tanto successo sicuramente risedeva nel fatto che il gioco era una novità assoluta rispetto ad altri coin op, inoltre risultava decisamente giocabile e divertente, con grafica animatissima e dettagliata, senza contare poi la modalità per due giocatori. Ma vediamo questa versione per console Sega Saturn cosa ha da offrire.
Come tutti i giochi arcade convertiti per console casalinga, anche Metal Slug presenta varie modalità di gioco in più rispetto alla sua controparte a gettoni.
Appena avviato il gioco ci troviamo di fronte una schermata che ci richiede l’utilizzo obbligatorio della Ram di espansione (nel caso non fosse in nostro possesso).
Senza la suddetta Ram non è possibile far funzionare il gioco in alcun modo, quindi è necessario procurarsene una; la più indicata è quella originale Sega HSS-0150, che può essere utilizzata anche con altri titoli targati SNK, come The King of Fighters ’96 o Real Bout Fatal Fury.
Il menù principale di Metal Slug comprende l’Arcade Mode, Combat School, Art Gallery e Option.
L’Arcade Mode ci permette di affrontare i vari stage esattamente come al bar, dove tutto è riprodotto quasi alla perfezione, compresa la presenza della modalità per due giocatori, c’è da dire però che rispetto alla versione arcade, qui i crediti sono solamente cinque per giocatore, ma è presente la possibilità, una volta che si finisce a Game Over, di ricominciare una partita dall’ultimo stage visitato.
Combat School invece è una modalità che possiamo attivare solamente dopo aver completato l’Arcade Mode, dopodiché verremo sottoposti ad un vero e proprio arruolamento, dove dobbiamo obbligatoriamente compilare un questionario con i nostri dati personali, come nome, cognome, indirizzo, gruppo sanguigno, eccetera.
Dopo l’effettivo arruolamento possiamo decidere quale allenamento intraprendere tra Pin Pon Attack e Survival Attack, dove rispettivamente, si affronterà un livello alla volta cercando di completarlo nel minor tempo possibile nell’uno e cercare di completare più stage possibili avendo a disposizione una sola vita nell’altro.
Più i nostri records salgono, più si aumenterà di grado nella scuola intraprendendo così una vera e propria carriera militare.
L’Art Gallery si suddivide in quattro categorie che sono: Mechanics dove sono presenti tutte le immagini relative alle armi e ai veicoli da guerra di ogni genere; Characters dove sono presenti svariati ritratti dei personaggi del gioco, compresi alcuni non utilizzati; Others è una sezione generica e Special, che è una parte della galleria totalmente a colori, a differenza delle prime tre categorie che sono in bianco e nero. Le immagini presenti nella galleria sono numerose e alcune molto belle, inoltre mentre le ammiriamo, abbiamo la possibilità di ascoltare le varie musiche del gioco, con tanto di titolo del brano che si sta ascoltando, selezionandole a piacere tramite il tasto C.
Il menù delle opzioni ci permette di settare il numero di vite a nostra disposizione, il livello di difficoltà tra Easy, Normal, Hard e Arcade, la Configurazione dei tasti ed il Sound Test.
Inoltre in questa versione per Saturn, la ragazza della Combat School parla in giapponese, mentre nella versione per Neo Geo CD erano presenti solamente i dialoghi scritti.

Platform o Sparatutto?
Metal Slug principalmente è un platform abbastanza scorrevole e ricco di particolari, ma rispetto ad altri titoli dello stesso genere, qui oltre a saltare da una piattaforma all’altra si deve sparare a tutti i nemici che ci capitano a tiro cercando poi di evitare le bombe e i proiettili che ci vengono lanciati contro, e devo dire che ce ne sono di vari generi, compresi i classici razzi con la miccia, già visti nei cartoni animati della Warner Bros.
All’inizio si comincia a sparare con la pistola che dispone di munizioni infinite, ma non è molto efficace contro nemici di medio o alto livello, inoltre abbiamo in dotazione anche una decina di bombe a mano e un coltello per gli scontri corpo a corpo. Poi sparpagliate un po’ per tutto il gioco sono presenti altre armi più efficaci, come l’Heavy Machingun o lo Shotgun che hanno un potenziale distruttivo abbastanza soddisfacente ma presentano un limitato numero di munizioni. Altra arma interessante è il Racket Launcher che raggiunge il nemico anche da posizioni scomode e difficili oppure il Flame shot che riduce tutti il nemici che incontra in delle torce umane urlanti, anche se si proteggono dietro scudi o protezioni. La caratteristica più interessante di Metal Slug è data dalla possibilità di poter utilizzare l’unità da combattimento 001 Metal Slug, un carro armato munito di mitragliatrice, bombe e un cannone molto potente. Quando prendiamo il controllo dell’unità 001 possiamo incassare un massimo di quattro o cinque colpi, dopodiché se non usciremo subito fuori salteremo in aria assieme al carro armato; una barra vitale ci indicherà quanta energia ci rimane, tuttavia durante il gioco se troveremo una tanica di Gas, raccogliendola ricaricheremo tale barra.
C’è da aggiungere che se riusciremo ad arrivare con l’unità 001 fino al boss finale e addirittura a sconfiggerlo otterremo punti extra, e magari una vita extra.
Oltre a sparare durante il gioco, abbiamo il compito di liberare tutti gli ostaggi che incontreremo, i quali ci regaleranno vari items più o meno utili; alcuni sono solo dei burloni mentre altri possono darci validi aiuti. Per liberare gli ostaggi ci basterà sparargli addosso, poi per ottenere items bisogna semplicemente toccarli.

Aspetto Tecnico
La grafica di Metal Slug è totalmente bidimensionale curatissima in ogni dettaglio, con paesaggi molto affascinanti e complessi, composti da vari piani di parallasse, colori scelti alla perfezione e una grande varietà di scenari che riproducono a grandi linee le varie località come Londra o il Messico. Molto interessante è la presenza di un consistente numero di sprite nemici, di vari generi e grandezze: si spazia dai soldati ai carri armati, ognuno dei quali possiede spesso un’arma differente, come pistola, scudo o bazooka; anche le animazioni non lasciano a desiderare, infatti, se ne vedono di tutti i tipi, come il nostro eroe che assetato beve acqua dalla sua borraccia oppure sul ciglio di un dirupo perde l’equilibrio rischiando di precipitare giù. I nemici poi, dispongono anche loro di svariate animazioni, come quando ridono o scherzano tra di loro prima che riescano ad avvistarci o quando siamo alla guida del nostro carro armato e in vano cercano di fermarci saltandoci addosso, senza scordarci che è presente anche il sangue che fuoriesce dalle loro ferite, esattamente come succedeva nella versione arcade.
Tuttavia nonostante tutti pregi sopra descritti e l’ausilio della Ram di espansione (che riduce notevolmente i tempi di caricamento) il gioco presenta un numero inferiore di frame d’animazione sia rispetto alla controparte arcade, sia rispetto alla versione Neo Geo CD.
Le musiche sono del tutto fedeli alle originali, su traccia audio e ottimamente riprodotte, che contribuiscono a valorizzare il gioco in maniera impeccabile e a creare un’atmosfera molto speciale, quasi da film d’azione tipo Rambo. Una nota dolente va agli effetti sonori ed al parlato, che in questa versione, appaiono leggermente snaturati rispetto agli originali; per i più pignoli questo può apparire come un difetto imperdonabile, mentre per tutti gli altri utenti è un problema irrilevante, che non desta alcun tipo di preoccupazione.
La giocabilità è a mio avviso molto elevata, garantendo a tutti gli appassionati ore e ore di sano divertimento. La risposta al joypad è ottima ed anche lo schivamento dei proiettili risulta agevole grazie alla possibilità di poter spostare leggermente il personaggio in aria e dalla facoltà di poterlo accucciare al suolo e poter sparare anche da quest’ultima posizione.
Anche se i crediti sono un po’ limitati, una volta sconfitti possiamo ricominciare una nuova partita dall’ultimo livello visitato.
La longevità è tutto sommato buona, anche se in un pomeriggio credo che riuscirete senza alcun problema a portare a termine il gioco. Grazie alla presenza della modalità Combat School tuttavia possiamo tentare di raggiungere sempre record migliori, magari sfidando i nostri amici. Inoltre per merito di tutti pregi descritti fin’ora, anche una volta terminato il gioco non si perde l’interesse di rigiuocarlo di nuovo proprio perché è un titolo puramente arcade.


– Caricamenti veloci
– Ottima giocabilità
– Buona la grafica


– Manca qualche frame d’animazione
– Sonoro leggermente snaturato


8.0

Metal Slug in fin dei conti risulta essere un titolo che ha saputo lasciare il segno classificandosi come uno dei maggiori capolavori mai realizzati. Un gioco di grand’azione, divertimento, animazioni e atmosfera, caratterizzato da una veste grafica degna di lode, una colonna sonora come pochi e una giocabilità che riesce ad appassionare tutti quelli che hanno l’occasione di provarlo.




TAG: metal slug