MSI GL62M 7REX, la soluzione low cost di MSI

Video Recensione
A cura di DjPralla - 10 Ottobre 2017 - 0:00

Quando si parla di gaming su PC si finisce troppo spesso verso lidi inarrivabili, che richiedono esborsi enormi per avere una potenza che probabilmente non verrà mai sfruttata a pieno. La più grande richiesta da parte dell’utenza, invece, è quella di avere prodotti che facciano del rapporto qualità/prezzo il punto focale, in modo tale da portare nelle case di tutti computer dalla più che buona prestanza tecnica. MSI, con la sua sconfinata line-up suddivisa su diverse categorie, sta cercando negli anni sempre di più di accontentare tutti, portando la fascia alta sempre più all’estremo e cercando di limare i prezzi sull’entry level. Per il nostro mercato MSI ha spesso proposto come fascia iniziale quella dei laptop GE, ossia gli Apache, ma in realtà si potrebbe scendere ancora ed entrare nella serie GL. Sulle nostre pagine avete già avuto modo di leggere come se l’è cavata l’MSI GL62M 7RDX, ma per oggi è tempo di entrare più nel dettaglio del fratello (di non molto) maggiore MSI GL62M 7REX. Traducendo il complesso nome in caratteristiche tecniche, siamo di fronte ad un PC portatile dotato di uno schermo FHD IPS 60hz dalla diagonale di 15,6”, che ospita all’interno dello chassis un Intel Core i7 7700HQ che già sulla carta è più che sufficiente per i videogame attuali. Ad accompagnarlo ci sono solamente 8GB di memoria RAM DDR4 a 2400 mhz che potrebbero diventare un collo di bottiglia se ci si vuole lanciare in processi pesanti o sul foto/video editing; ma il vero problema arriva con la memoria di massa, in quanto la versione standard prevede esclusivamente un hard disk di tipo meccanico, lasciando all’utente la scelta di optare per un SSD PCI-E Gen.3 per dare un boost non indifferente alle prestazioni generali di questo portatile da gaming, vista anche la presenza di una Nvidia Geforce 1050 Ti che riesce ancora a dire la sua con giusto qualche compromesso per arrivare ai fatidici 1080p con 60FPS.

Specifiche tecniche
Microsoft Windows 10 CS
Display IPS da 15.6” Full HD
Processore quad-core Intel Core i7-7700HQ a 2.8GHz
GPU Nvidia GeForce GTX1050 Ti GDDR5
8GB di RAM DDR4
1TB HDD
Slot per memory card
Fotocamera frontale HD
Connettività WiFI 802.11 b/g/n, BT4.0, USB Type-C, mini HDMI
Batteria da 3834mAh
Prestazione CPU (8,0)
L’i7 7700HQ l’abbiamo visto sfruttato in tutte le salse e in praticamente tutti i computer portatili da gaming. Con i suoi 4 core e 8 threads, che lavorano una frequenza che varia dai 2,8Ghz ai 3,8Ghz in modalità Turbo Boost, riesce a dare tutte le prestazioni necessarie per quanto riguarda il gaming, specialmente se si resta nella fascia dei 1080p 60FPS. Se si vuole andare su video editing e streaming è possibile lavorare in tranquillità, ma senza richiedere troppo, specialmente per via della memoria RAM che tende a saturarsi troppo facilmente per via di quei 16GB che attualmente iniziano a diventare troppo pochi.
Prestazioni GPU (7,5)
Ne parliamo da quasi un anno ormai, ma la serie 10 delle schede Nvidia GTX ha parecchio scombussolato le carte in tavola, specialmente nella fascia entry level. La scheda più utilizzata su Steam e quella generalmente più raccomandata è la 1060, ma anche la 1050 Ti presente all’interno di questo MSI si difende abbastanza bene. Per i giochi d’ultima generazione il target consigliato è quello dei 1080p 30FPS per poter spingere un po’ più in alto gli effetti grafici, ma se si è disposti a compromettere qualcosa, si possono raggiungere anche i 60FPS. Sia con Gears of War 4, che con Forza Horizon 3 si riescono ad avere risultati che vanno ben oltre la controparte console; mentre in giochi ancora più prestanti come il recentissimo Forza Motorsport 7, per avere un frame rate costante bisogna iniziare a lavorare sulle impostazioni.
[v-29074]

Fluidità (5,0)
Come accennato ad inizio articolo, il problema più grande di questo PC è l’hard disk meccanico. Nella configurazione base, quella che abbiamo avuto modo di testare, tutta la memoria disponibile si basa sull’HDD da 1TB che gira a 7200 radianti per minuti. Essendo ormai abituati, sia noi che Windows, alla velocità degli SSD, tornare indietro è difficile e la fluidità ne risente parecchio. Il boot time è molto più lungo dei concorrenti e spesso vi ritroverete con il computer in attese che le informazioni vengano caricate dell’HDD. Questa configurazione non può quindi essere raccomandabile, ma è sempre possibile optare per la versione con già installata una memoria SSD di tipo PciE che va a risolvere in buona parte questi problemi.
Personalizzazioni MSI (6,5)
Ormai abbiamo imparato ad amare il lavoro che MSI impiega nel rifinire i suoi portatili, ma scendendo di fascia di prezzo, era inevitabile che si scendesse anche di qualità. La solita tastiera by Steelseries è la medesima che potete trovare su tutti i computer della casa taiwanese, in questo caso però perde la retroilluminazione RGB; resta comunque quella in bianco, con intensità gestibile rapidamente dai tasti funzione. Dove questo GL62M 7REX viene meno rispetto ai fratelli è nella componente audio che in questo caso risulta fin troppo impastata e forse costretta dal corpo in plastica. Sul lato software, oltre a Windows 10, c’è praticamente solo l’ottimo Dragon Center che vi consente di monitorare diverse statistiche e di agire velocemente sui preset audio e video.
Costruzione e batteria (7,5)
La scocca del portatile è interamente in plastica e in molte occasioni potrebbe sembrare fin troppo flessibile, ma in realtà riesce a raggiungere un ottimo compromesso tra qualità dei materiali e il costo, con un look che non dà mai l’impressione di essere cheap; l’unico grave problema sono le impronte digitali che restano estremamente visibili sul coperchio. Per quanto riguarda la dotazione delle porte c’è proprio l’imbarazzo della scelta, dato che ci sono sia USB-A 3.0, che 2.0, ma anche una USB di tipo C. Tutte le altre porte che potrebbero servirvi ci sono, come HDMI, Displayport, ethernet, lo slot per le schede SD e in fine uscita e ingresso audio separati.

PREZZO: €1100

– i7 7700HQ e 1050 Ti sono una coppia rodata
– Si gioca a 1080p 60FPS con giusto qualche compromesso


– No SSD nella configurazione base
– Il coperchio si riempie subito di ditate
– 8GB di RAM sono troppo pochi


7.0

Spesso è difficile consigliare computer portatili da gaming in quanto con la stessa cifra si potrebbe costruire un deskstop di tutt’altra caratura, ma in alcuni casi bisogna per forza andare su di un portatile e quindi è necessario scegliere con cura. Questo MSI GL62M 7REX cerca di abbassare la soglia del prezzo, cercando di mantenere alte le prestazioni. Per la maggior parte dei giochi attuali riesce ad offrire un’esperienza più che ottima, ma non arriva ai settaggi massimi anche per i 1080p 60FPS. Purtroppo l’ascia del risparmio ha colpito anche la memoria SSD, che nella configurazione base non è presente, ma risulta essere strettamente necessaria per avere un’esperienza d’utilizzo fluida.




TAG: msi