Speciali 4 min

EA Press Conference

Colonia – Dopo la breve conferenza Microsoft di stamane, avara di novità e notizie degne di nota, tocca a Electronic Arts continuare la danza delle conferenze di questa Gamescom 2013. Al Palladium di Colonia, il publisher americano ci ha intrattenuto per più di un’ora, mostrandoci in sequenza tutto il meglio che ha in serbo per i prossimi mesi. Possiamo anticiparvi che rispetto all’E3 di Los Angeles le novità sono ben poche, eccezion fatta per l’annuncio del nuovo capitolo di uno dei franchise più conosciuti in tutto il mondo. Ma andiamo con ordine.

Ci sono un drago, uno zombie e un Sim
Si parte col botto con l’annuncio di The Sims 4, nuovo capitolo del simulatore di vita più apprezzato dai videogiocatori di tutto il mondo in uscita nel 2014. Dopo gli ottimi risultati ottenuti da The Sims 3 e dalle sue innumerevoli espansioni, EA è più che mai pronta a spingere il brand verso nuove frontiere. Come ci ha spiegato dal palco Rachel Franklin, executive producer del titolo, queste frontiere riguardano gli stati d’animo e le emozioni dei nostri Sims. Felicità, noia, depressione e aggressività saranno frutto dell’interazione con l’ambiente in cui è inserito il nostro alter ego, portando l’esperienza di gioco su un piano ancora più profondo rispetto ai precedenti capitoli. A questo va ad aggiungersi anche un nuovo editor, che permette una maggiore personalizzazione di personaggi e ambientazioni. Le creazioni saranno veloci, intuitive e facili da eseguire grazie a un tool particolarmente semplice da utilizzare, ma estremamente variegato nell’offerta.
Si prosegue con Command and Conquer, strategico in tempo reale sviluppato dai Victory Games e di prossima uscita. Sul palco sono saliti due membri del community team che ci hanno regalato una sessione live, sfidandosi in una delle tante mappe che saranno disponibili nel gioco completo. Krause ha sfidato Erhard in una breve live demo dandoci una dimostrazione delle potenzialità del nuovo RTS che sarà gratuito, con una probabile impostazione free to play.
Frank Gibeau ha calcato lo stage per parlare di Dragon Age: Inquisition, titolo chiamato a risollevare il franchise dopo un ottimo primo capitolo e un seguito accolto un po’ freddamente da pubblico e critica. Grazie alle tecnologie messe a disposizione dalla nuova generazione di console, Inquisition promette di raggiungere vette strabilianti in termini di immersività, con a un vastissimo mondo di gioco interamente esplorabile e una storia in cui ogni scelta del giocatore avrà reali ripercussioni sul proseguo dell’avventura. È stata riposta molta cura nella realizzazione della storia e dei modelli poligonali di draghi ed npc, come testimoniato dal dev diary mostrato durante la conferenze. Le aspettative sono tante, ma dovremo aspettare il 2014 per il rilascio del titolo sul mercato.
Si passa al brand di Plants vs Zombies, sempre più popolare tra i videogiocatori, come testimoniano i milioni di download del secondo capitolo, uscito da pochi giorni sui device portatili. Tony Leamer, business director del franchise in Popcap, ha garantito un continuo supporto al titolo con nuovi mondi e contenuti che verranno rilasciati nei prossimi mesi. Il producer Brian Linde si è invece soffermato su Garden Warfare, trasposizione in terza persona del gioco in due dimensioni. Il single player e il multiplayer online o in locale, che permettono di giocare come pianta o come zombie sembrano in grado di regalare una discreta quantità di contenuti, sia in termini di missioni, che di personalizzazione. Giocando nel ruolo dei non morti, sono state presentate quattro classi: il più tradizionale zombie soldato, l’All Star bardato con la divisa da football americano, l’Ingegnere equipaggiato con esplosivi e lanciafiamme, e lo scienziato, abile nel teletrasporto. Per chiudere la parentesi Garden Warfare è stato presentato il Boss Mode, che consente di gestire il campo di battaglia ordinando attacchi e fornendo supporto aereo alla propria fazione, il tutto anche con l’utilizzo di tablet e device simili dotati di SmartGlass.

Sport, sport, sport!
La sezione sportiva parte con UFC, titolo dedicato al celebre campionato di arti marziali, sempre più famoso ogni anno che passa. Il team di sviluppo si è concentrato soprattutto sulle animazioni dei lottatori e sul gran numero di movimenti che è possibile compiere sul ring, il tutto per rendere giustizia al sottotitolo: “Feel the Fight”. Nel filmato di gameplay tratto da un codice prealpha, abbiamo potuto osservare come muoversi liberamente nella gabbia, fintare i colpi o costringere l’avversario a terra con delle prese di sottomissione siano elementi indispensabili per rendere credibile un’esperienza di questo tipo. La sensazione è quella che EA voglia puntare molto su questo brand e sfruttare il treno della next gen per lanciarlo e farlo entrare nell’olimpo degli sport games.
Immancabile FIFA 14, già protagonista della conferenza mattutina tenuta da Microsoft. Non è stato presentato niente di significativo sul palco di Colonia, e l’intervento di Dave Rutter si è focalizzato più sulla sempre crescente mole di fan sparsi in tutto il mondo che sul gameplay vero e proprio. In tal senso, è stato dato spazio al realismo degli stadi, sia nelle fasi di gioco, con la presenza dei raccattapalle e molte nuove animazioni sui calci piazzati, sia per quanto riguarda gli spalti, più che mai vivi e coinvolti in quello che accade sul terreno di gioco. Nulla di trascendentale quindi, ma elementi di contorno volti a rendere ancora più immersivo uno dei giochi attualmente più giocati in tutto il mondo. Sul finire hanno annunciato che la demo di FIFA 14 sarà disponibile dal 10 settembre su Xbox 360 e PC e l’11 settembre su PlayStation 3 mentre la versione mobile sarà free to play e godrà di un sistema di controllo touch totalmente rinnovato.
Ritornando all’azione ha fatto capolino anche Titanfall, nuovo progetto dei Respawn Entertainment che si è mostrato in un filmato di gameplay dall’alto tasso adrenalinico. Ancora una volta l’accento è stato posto sulla caratteristica maggiormente significativa del titolo, ovvero come l’ambiente di gioco sia fortemente legato al gameplay. Giocando come soldato a terra, gli edifici sono luoghi di guerriglia ricolmi di nemici armati fino ai denti, mentre a bordo dei titani diventano della coperture perfette per fornire supporto ai compagni di squadra.
Sul palco sono anche stati mostrati Battlefield 4 e Need For Speed: Rivals entrambi provati in maniera approfondita nei giorni scorsi e dei quali potete trovare un corposo articolo sulle nostre pagine.

Di seguito la replica dello streaming della conferenza EA.




In poco più di un’ora Electronic Arts ci ha mostrato tutti i titoli che è pronta a lanciare nei prossimi mesi. Oltre all’immancabile calcistico, a dominare la scena sono stati il nuovo Battlefield, Need For Speed Rivals e TitanFall, seguiti da Garden Warfare, sparatutto in terza persona che ha tutte le carte in regola per rivelarsi una succosa variante della famosissima serie su cui si basa. Grande interesse anche per l’annuncio di The Sims 4, titolo molto amato e con milioni di fan in tutto il mondo. Nei prossimi giorni avremo la possibilità di mettere le mani su tutti i titoli sopraelencati, quindi restate su queste pagine per sapere le nostre impressioni a caldo direttamente dalla Gamescom di Colonia!