Recensione 4 min

Buffy the Vampire Slayer – Chaos Bleeds

Introduzione
Ritornano su Xbox le avventure di Buffy, l’ammazza vampiri più famosa del piccolo schermo.
La serie tv ormai è giunta alla settima edizione ottenendo un vastissimo successo di pubblico in tutto il mondo. Anche il primo gioco dedicato a Buffy, uscito lo scorso anno solo su Xbox, aveva sorpreso favorevolmente la critica rivelandosi un buon gioco d’azione ricco di elementi interessanti.
E’ dunque il momento di scoprire se questo seguito è riuscito a confermare quanto di positivo è stato fatto nel primo episodio migliorando gli aspetti che invece non avevano convinto completamente.

Piattaforma:
XBOX
Genere:
azione
Data di uscita:
Sviluppatore:
Eurocom
Distributore:
Leader

Il mito della Cacciatrice
Il mito della Cacciatrice non è stato inventato dal regista della serie. Si tratta infatti di una leggenda che risale ai tempi del Medioevo. Sono numerosi gli episodi in cui si racconta di strane morti che sono poi improvvisamente cessate all’arrivo di una donna sul luogo del delitto.
Non posso sapere se siano solo leggende popolari oppure fatti reali, però di questa figura, così affascinante, c’è una traccia nella storia.

La storia
Nata nel gennaio del 1981, Buffy Summers era una cheerleader alla Hemery High di Los Angeles e conduceva una vita da normale teenager. Un giorno un personaggio misterioso la contattò e le svelò il suo destino di cacciatrice di vampiri. La battaglia contro i demoni la portò ad essere espulsa dalla sua scuola e a cercare di rifarsi una vita a Sunnydale, una cittadina della California dove hanno inizo le vicende raccontate nel telefilm. Nella nuova scuola, la Sunnydale High, Buffy fa amicizia con Willow Rosemberg che diventerà una potente strega, Xander che si rivelerà il suo migliore amico e Giles, il suo nuovo istruttore che la guiderà con preziosi consigli. Successivamente si uniranno alla gang nuovi personaggi tra cui: Faith, un’altra cacciatrice di vampiri, Spike, un vampiro a cui è stato inserito un chip che lo rende inoffensivo per gli umani, Tara, la ragazza di Willow e anche lei un strega esperta, Anya un’ex demone ora innamorata di Xander.

I nemici
In Chaos Bleeds, incontreremo alcuni volti noti agli appassionati della serie tv a cominciare da Ethan Rayne, una volta amico di Giles: ora ogni sua apparizione è solo sinonimo di guai! Tra i vampiri, il più pericoloso è sicuramente Kakistos, un vampiro antichissimo nemico di Faith.
Segnaliamo poi Anyanka, un demone in grado di esaudire i desideri di vendetta delle donne deluse, Adam, una creatura ibrida tra una macchina, un demone e un uomo e infine l’avversario più pericoloso: The First, la prima vera forma del male che è apparsa sulla terra.
Accanto a questi boss ruotano tutta una serie di zombie, demoni, lupi mannari, mummie e vampiri di vario genere.

Il gioco
Uno degli elementi più interessanti di questo seguito è che Buffy non combatterà da sola le forze del male: accanto a lei prenderanno parte all’azione anche gli altri protagosti della serie televisiva che abbiamo descritto nel paragrafo precedente. In Chaos Beeds potremo prendere il controllo anche di: Willow, Xander, Faith, Spike, Sid mentre Giles, Tara e Anya saranno presenti come personaggi di supporto.
Gli attacchi che potrete eseguire sono numerosi, soprattutto quelli di Buffy che vanta il maggior numero di combo a disposizione. Willow potrà sfruttare i suoi poteri magici per attaccare i nemici permettendo così un diverso approccio all’azione. Sid essendo un personaggio molto piccolo dovrà sfruttare la sua velocità per sorprendere gli avversari mentre Spike e Xander potranno contare su una buona forza fisica.
Durante l’avventura sarete chiamati a passare da un personaggio all’altro, ad esempio potrà capitarvi di essere bloccati in corrispondenza di un passaggio stretto e quindi dovrete prendere il controllo del piccolo Sid per sgattaiolare negli spazi angusti ed aprire la porta a Buffy.
In certe situazioni invece dovrete assicurarvi che il vostro personaggio di supporto non venga ucciso come ad esempio quando dovrete scortare Giles che è stato ferito.
I comandi sono intuitivi e l’azione è frenetica anche se le combo non sono molto varie. Vi saranno utili però per stordire i nemici che non possono essere uccisi a mani nude. Per eliminare i “cattivi” infatti dovrete trafiggerli con un’arma oppure scagliarli contro qualcosa di accuminato.
Per avere la meglio sui vostri avversari è importante usare sapientemente gli oggetti che troverete nelle ambientazioni. Tra le armi più efficaci abbiamo: bastoni, asce, spade, torce, forconi, fucili ad acqua (quella benedetta che brucia i vampiri!), lanciafiamme, frecce, granate di fuoco e molte altre amenità di questo genere oltre all’immancabile e fidato paletto utile per dare il colpo di grazia ai mostri. Il problema principale del gioco sul fronte della giocabilità (come del resto era successo per il suo predecessore) è senza dubbio l’intelligenza artificiale che hanno (anzi non hanno!) i nemici che vi attaccheranno senza delle precise strategie e basando la loro forza sul numero. Vi troverete in difficoltà infatti solo quando dovrete fronteggiare più avversari che vi attaccano contemporaneamente.

Grafica
Da un punto di vista prettamente visivo Chaos Bleeds è decisamente piacevole: gli ambienti sono particolareggiati, ricoperti con textures dettagliate e sono senza dubbio il punto di forza del gioco. Sottotono invece le animazioni ma soprattutto da rimproverare il movimento della telecamera che non è stato migliorato in modo sufficiente rispetto al primo episodio.

Sonoro
Gli effetti sonori sono realizzati con cura. Le musiche invece potrebbero risultare alla lunga un po’ noiose anche se si rivelano comunque d’atmosfera.
Il parlato purtroppo non è stato localizzato in italiano (anche i sottotitoli sono in inglese) ma le voci dei personaggi sono buone e vi faranno sentire all’intenro di una puntata del telefilm.

Longevità
Il gioco non è difficilissimo ma neppure una passeggiata. In alcuni tratti dell’avventura oltre a riempire di botte i nemici dovrete anche risolvere dei piccoli enigmi che vi terranno impiegati per un po’. Fortunatamente i livelli sono numerosi, dodici per l’esattezza e ricalcano alcune ambientazioni che i fan di Buffy apprezzeranno moltissimo. Gli stage inoltre sono molto vasti per cui contate pure oltre una decina di ore per arrivare alla conclusione del gioco.

Multiplayer
La modalità multiplayer non mi ha soddisfatto in modo particalre in quanto ci sono troppo pochi livelli giocabili e soprattutto sono molto piccoli e con poche modalità di gioco.
Sinceramente avrei apprezzato moltissimo una modalità cooperativa per completare l’avventura.

– Numerosi personaggi da selezionare
– Ambienti di gioco vasti e ben differenziati
– I fan di Buffy ritroveranno tutti i loro personaggi preferiti
– Divertente, immediato e sicuramente d’atmosfera

– Il sistema di gestione della telecamera non è dei migliori
– Animazioni dei personaggi non impeccabili
– Manca la localizzazione in italiano

7.5

In conclusione Chaos Bleed ripropone la struttura del suo predecessore con alcuni miglioramenti tipo la possibilità di controllare più personaggi e una grafica più definita e particolareggiata. Molti dei difetti tuttavia non sono stati eliminati, primi fra tutti la bassa AI dei nemici, il movimento della telecamera e le animazioni non fluide dei personaggi.
Alla luce di questa considerazione il gioco resta comunque consigliato agli amanti dei beat-’em-up a carattere horror-avventuroso e ai fan dei telefilm che ritroveranno i loro personaggi preferiti e un’ottima ricostruzione delle atmosfere originali.