Shadow of the Tomb Raider, tantissime novità: sarà più stealth dei precedenti, toni molto più maturi

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 28 Aprile 2018 - 0:00

Arrivano dal Tribeca Film Festival di New York tanti nuovi dettagli relativi a Shadow of the Tomb Raider, il prossimo episodio appena presentato delle vicende della giovane Lara Croft, questa volta affidato a Eidos Montreal e non a Crystal Dynamics, che si era occupata dei primi due capitoli.I colleghi del sito DualShockers hanno fatto il punto sulle novità che sono state svelate, che ci parlano di un’esperienza dai toni molto più maturi, anche nei personaggi e negli scenari, oltre che dalle dinamiche molto più stealth. Una scelta che ha senso, se consideriamo quanto brava sia stata Eidos Montreal a realizzare le fasi stealth in Deus Ex Mankind Divided.Vediamo quindi, un blocco per volta, tutte le informazioni raccolte dai colleghi.

Shadow of the Tomb Raider e il peso della scelta

– Secondo quanto spiegato dagli sviluppatori, uno dei temi portanti del gioco sarà la lotta di Lara per evitare di diventare uguale ai nemici contro i quali combatte. L’eroina commetterà tanti errori e il giocatore si renderà conto che alcuni di essi ispireranno più di una riflessione.- L’antagonista con cui Lara dovrà vedersela è conosciuto come Doctor Dominguez. Al momento non vengono anticipati dettagli, ma la sua caratterizzazione sarà molto approfondita ed ha tra le sue doti quella di entrare nella testa di Lara, di farle venire dei dubbi su quello che sta facendo. Secondo quanto riferito dai colleghi, il personaggio sarà scritto in modo così convincente che perfino il giocatore arriverà a dubitare di essere dalla parte giusta, nei panni di Lara. – L’idea alla base della realizzazione del gioco era quella di mostrare una crescita. Lara deve muovere i suoi prossimi passi e non lo farà solo tramite la narrativa, ma anche tramite il gameplay e lo scenario: l’archeologa è arrivata ad un punto di svolta che la renderà il predatore, non più la preda.- Proprio in riferimento al concetto di preda e predatore, il gioco sarà ambientato nella giungla, un’idea che favorisce un approccio molto più stealth rispetto agli episodi precedenti. Lara non deve più ricorrere sempre e solo ai mezzi pesanti per averla vinta, ma soprattutto alla sua intelligenza: la giungla le offre ciò di cui ha bisogno per avere la meglio, ossia le ombre in cui celarsi. Un’idea che va a nozze, oltretutto, con il titolo, “Shadow of the Tomb Raider”.- Il gioco sarà ambientato tra il Messico e il Perù. Lara si troverà di fronte a nuove tombe che gli autori hanno definito “terrificanti” che dovrà superare, avvalendosi anche di nuove abilità pensate da Eidos Montreal. Oltre a quelle che abbiamo visto in Tomb Raider e Rise of the Tomb Raider, come l’uso dell’arco e la scalata con la piccozza, l’archeologa si troverà costretta a migliorarsi ed imparare a fare qualcos’altro, in uno scenario come la giungla che non vuole fare altro che ucciderla. – A proposito delle meccaniche di gioco, calarsi dalla corda come visto nel video di presentazione sarà tra queste. Ci sarà anche la possibilità di correre sui muri, il che aggiungerà ovviamente molta verticalità all’esplorazione degli scenari di gioco, che non si limiteranno ai percorsi orizzontali. Ci saranno anche enigmi che dovrete risolvere servendovi del vostro rampino, quindi vi capiterà spesso di dovervi guardare attorno per trovare la soluzione, anche sopra di voi.- Il gioco punterà sulla molta esplorazione e meno linearità. Si parla di “esplorazione aperta”, il che lascia intendere che potremo goderci pienamente la giungla con cui Lara avrà a che fare. Sono inoltre presenti numerosi personaggi nei quali Lara potrà imbattersi nelle sue scorribande, tra una tomba e l’altra.- Questa volta, Lara può nuotare sott’acqua. Anche in questo caso, si tratta di un’interazione che aggiunge profondità all’esplorazione ed anche alla verticalità degli scenari. Sott’acqua sarà possibile trovare dei segreti, con la consapevolezza che più si va pericolosamente a fondo, migliore potrebbe essere la ricompensa che attende l’archeologa. Vi ricordiamo che Shadow of the Tomb Raider è atteso per il prossimo 14 settembre su PC, PS4 e Xbox One. Intanto, avete già letto la nostra anteprima in cui lo abbiamo provato, direttamente dall’evento di presentazione del gioco?




TAG: shadow of the tomb raider