Rubriche 3 min

Samsung che si spoilera tutto e l’ossessione dei selfie – Le novità tech e social

Già durante gli Oscar, Samsung ha alzato il velo sul suo nuovo portatile – ma non è l'unica novità a tema tech e social di questi giorni

Mancano ancora poche ore all’evento Samsung Unpacked 2020, che dopo mesi di rumor praticamente non farà altro che confermare sul palco quanto abbiamo già visto concretamente da settimane su Samsung Galaxy S20, nuovo top di gamma “tradizionale” della compagnia coreana, e Samsung Galaxy Z Flip, prossimo pieghevole che strizzerà l’occhio al grande pubblico in cerca di qualcosa che guardi più al futuro, con il suo peculiare touchscreen.

Non si tratta, però, delle uniche novità di questi giorni: in attesa del report dall’evento Samsung, vediamo nel nostro appuntamento con SpazioTech quali sono le notizie tech e social più chiacchierate di questi giorni.

Il successo di Spotify

Ci sono generazioni diverse, di ascoltatori musicali. Ci sono quelli dei juke-box, magari dei sempiterni vinili. Ci sono quelli delle audiocassette, quelli dei CD, quelli che hanno cominciato a sentire i loro brani preferiti su YouTube e, oggi, quelli che contano sugli abbonamenti a pagamento. Tra i servizi cardine di questa tipologia di ascolto c’è senza ombra di dubbio alcuno Spotify, che con la pubblicazione dei suoi più recenti dati ha confermato un andamento particolarmente roseo, con entrate per 1,9 miliardi di euro.

spotify

La crescita è stata del 24% rispetto al medesimo periodo nell’anno precedente, con 124 milioni di abbonati attivi e una crescita del 29% nel numero dei sottoscrittori. Quella di Spotify è insomma una grande ed evidente realtà, che supera quelle di Amazon MusicApple Music. Se è vero che siamo tutti affezionati al supporto fisico, per dirla breve, è anche vero che siamo tutti parecchio innamorati della comodità data dai tanti brani a portata click.

Non è più HTC di una volta

Purtroppo per lei, HTC non riesce più ad avere l’impatto di una volta sul mercato degli smartphone. La compagnia di Taiwan ha avuto un inizio anno per niente positivo, dato che i numeri rivelano che gennaio 2020 è stato il secondo peggior mese di sempre: il suo mercato smartphone (e quello VR) hanno incassato solo 16 milioni di dollari, con un declino del 21,4% rispetto ai numeri (già non entusiasmanti) dello scorso dicembre. Se, da un lato, questa discesa da mese a mesa era prevedibile per via della fine del periodo festivo, a preoccupare è soprattutto quella anno su anno: rispetto a gennaio 2019, parliamo di un calo del 52,4% ($33 milioni).

In ogni caso, la compagnia di Taiwan sta continuando a investire per futuri nuovi dispositivi (smartphone top di gamma compresi), per lanciarsi con convinzione nel mercato del 5G, appena diventerà realtà. Sarà la strada giusta per rialzarsi e tornare ai fasti di un tempo?

Mille selfie al secondo

Che ci crediate o no, la febbre da selfie ha raggiunto numeri tali che gli utenti degli smartphone scattano ormai 100o selfie al secondo. 93 milioni di scatti al giorno, per ritrarre se stessi nelle situazioni più varie e più disparate.

Si tratta di una statistica che suscita curiosità (e in qualcuno preoccupazione), e che spiega bene la popolarità dei social network basati sulle immagini da una parte e degli smartphone sempre più camera phone dall’altra.

Al di là del numero effettivo di selfie che si scattano, è importante fare in modo che l’apprezzamento o meno che questi ricevono sui propri profili online non deve diventare unità di misura della stima che gli altri hanno di noi. Come raccomandano gli esperti di psicologia, se il successo o meno di un vostro selfie condiviso online influenza la vostra autostima, potrebbe essere salutare confrontarsi con chi di competenza.

Samsung che si spoilera tutto

Diciamo che i tempi in cui tutti aspettavano con curiosità i keynote per vedere le ultime novità a tema tecnologico sono passati da un pezzo. Sono così passati, che Samsung ha deciso di spoilerarsi tutto da sola.

Per quanto riguarda Samsung Galaxy S20, prossimo top di gamma della compagnia, abbiamo visto comparire sul sito ufficiale (e poi sparire, ma era troppo tardi) una custodia dedicata al telefono, con il risultato che ora sappiamo perfettamente quale sarà il suo design.

Nel caso di Samsung Galaxy Z Flip, la cosa è andata ancora meno per il sottile: la compagnia non ha voluto perdere l’occasione di sfruttare la finestra del Premio Oscar, con il risultato che lo spot del nuovo pieghevole (pur senza confermarne il nome) è stato mandato in onda in mondovisione ancora prima dell’annuncio al keynote dell’11 febbraio. Oltretutto, c’è anche il video di una speciale edizione griffata Thom Browne. Trovate tutto di seguito.

 

 

Non ci aspettiamo che siano rimaste grosse sorprese, da vedere svelate sul palco di Samsung Unpacked 2020, tra poche ore. Siamo però sicuri che il fatto che Samsung voglia affiancare al top di gamma “tradizionale” S20 anche la presentazione del suo Galaxy Z Flip dia bene l’idea di quanto la compagnia voglia far finire sotto i riflettori la sua nuova proposta – come testimonia anche lo spot andato in onda durante i Premi Oscar.

Galaxy Fold non ha avuto l’esordio che Samsung sognava: vediamo se, invece, questo nuovo form factor à la Motorola Razr farà breccia nel cuore degli appassionati.