Helldivers 2 è stato sviluppato con un engine "morto" da 6 anni

Arrowhead ha svelato un retroscena molto interessante: il fenomeno Helldivers 2 è stato realizzato con un engine che non viene più supportato da anni.

Immagine di Helldivers 2 è stato sviluppato con un engine "morto" da 6 anni
Avatar

a cura di Francesco Corica

Staff Writer

In pochi si sarebbero probabilmente aspettati che Helldivers 2 si sarebbe rivelato un successo così esplosivo, ma lo sparatutto cooperativo di Arrowhead è davvero riuscito a conquistare tutti, battendo ogni singolo record possibile per un gioco PlayStation su PC.

L'uscita in contemporanea tra versioni PC e PS5 (trovate l'edizione console su Amazon), unita a un cross-play, una natura cooperativa e un gameplay decisamente divertente in compagnia, hanno permesso all'ultima esclusiva PlayStation di diventare uno dei primi fenomeni videoludici di questo 2024.

Ma se il suo successo vi sembra già qualcosa di clamoroso, probabilmente potreste rimanere ancora più sorpresi tenendo in considerazione un retroscena sul suo sviluppo: Helldivers 2 è stato realizzato con un engine che non viene più supportato in via ufficiale da ben 6 anni.

Un report di 80 Level — poi confermato dallo stesso CEO e Creative Director del gioco — ha infatti svelato che il titolo è stato sviluppato utilizzando Autodesk Stingray, un engine a tutti gli effetti abbandonato dal 2018. Una mossa stabilita dopo che Unreal Engine e Unity erano diventati sempre più popolari.

Ma lo sviluppo di Helldivers 2 era iniziato proprio sfruttando Stingray, poco prima della notizia della cancellazione: l'engine era stato utilizzato infatti anche per il primo capitolo della saga, cosa che in teoria avrebbe dovuto rendere più semplice il lavoro di Arrowhead.

In realtà, questo abbandono a sorpresa ha ovviamente creato non pochi problemi al team di sviluppo, che senza alcun ulteriore supporto ha dovuto rimboccarsi le maniche per realizzare il gioco che oggi sta conquistando tantissimi giocatori in tutto il mondo.

Un retroscena sicuramente interessante e che riesce a rendere maggiormente l'idea di quanto sia stato difficoltoso lo sviluppo di Helldivers 2, ma analizzando i risultati già ottenuti si può dire che ne è valsa assolutamente la pena. Oltre a dimostrare che, forse, l'engine Stingray avrebbe meritato più fiducia.

Ricordiamo che nelle scorse ore è stata rilasciata una nuova patch per Helldivers 2, che dovrebbe anche migliorare il problema dei server: ora i giocatori che non faranno alcuna azione per almeno 15 minuti saranno kickati per fare spazio a nuovi utenti.

E chissà che una delle patch future non possa davvero introdurre i mech, come si stanno augurando molti fan.