Napoli – Lazio | Formazioni per il FUT Match

By |20/01/2019|Categories: Rubriche|Tags: , , , |

Dopo la sosta invernale , e la ripresa grazie ad i turni di Coppa Italia, finalmente riprende il campionato di Serie A, dove le squadre iniziano ad inquadrare con più concretezza i vari obiettivi stagionali mentre il mercato di riparazione entra nella fase più intensa. Napoli e Lazio stasera si troveranno faccia a faccia in un match essenziale sotto molti aspetti; i padroni di casa vogliono fare il possibile per rimanere un minimo sulla scia dei bianconeri mantenendo sempre una distanza costante dall’Inter, i biancocelesti invece vogliono continuare a lottare per un posto in Champions League con Roma e Milan estremamente vicini alle spalle. Siamo pronti a valutare, secondo le probabili formazioni, le condizioni delle due rose basandoci sulle valutazioni aggiornate di FIFA 19 ULTIMATE TEAM, sbilanciandoci su qualche interessante analisi ed annessa considerazione finale.

Napoli 4-4-2

Dopo una convincente vittoria in Coppa, Ancelotti richiama subito all’attenzione il suo Napoli nella prima vera sfida importante di questo 2019. Nonostante le pesanti assenze più o meno in ogni reparto, l’allenatore prepara una formazione solida con il giovane Meret in porta (81), supportata dalla linea difensiva a quattro composta da Hysaj (81), Maksimovic (78), Albiol(84) e Ghoulam (84), in vantaggio su Mario Rui; l’assenza di Koulibaly si farà sicuramente sentire sia in fase difensiva, sia nei calci d’angoli a favore. Il centrocampo, piuttosto equilibrato per favorire un veloce fraseggio, è composto invece da Diawara (78), Zielinski (80), Fabian Ruiz (84) e Callejon (86), con i due spagnoli chiamati ad attaccare sulle fasce ed accentrarsi all’evenienza per rapide imbucate. L’attacco è tutto concentrato invece sulle spalle di Milik e Mertens, complice l’assenza di Insigne, un duo capace di coesistere alla perfezione nell’area avversaria con quantità e qualità.

Lazio 3-5-2

Dopo la passeggiata contro il Novara dello scorso week-end, Inzaghi si ritrova subito una sfida complicata in casa di un Napoli difficile da sconfiggere. Subito al via con i migliori interpreti possibili, l’allenatore schiera il solito 3-5-2 (3-4-1-1 per precisione) dinamico con Strakosha (83) tra i pali, supportato da Acerbi (82) Radu (80) e Luiz Felipie (73). Gli esterni Lulic (78) e Lukaku (81) garantiscono un buon numero di cross sul dischetto avversario senza togliere uomini nell’eventuale fase difensiva. Il centrocampo è affidato al trio Parolo(84)-Leiva(85)- Milinkovic-Savic (87) essenziali per limitare la manovra avversaria ed aiutare i compagni per tutto il corso dei novanta minuti. In attacco il compito di far gonfiare la rete avversaria è affidato al solito Immobile (88) un po’ sottotono nelle ultime uscite, supportato da un Luis Alberto leggermente più arretrato e focalizzato sul favorire lanci millimetrici per il compagno di reparto.

Un match assolutamente equilibrato considerando le pesante assenze del Napoli. Nonostante il miglior giro palla degli azzurri e la maggior pericolosità della coppia d’attacco, il solidissimo centrocampo della Lazio può seriamente bloccare la manovra ben oliata da Ancelotti. Una partita dove la differenza può essere fatta proprio dai reparti offensivi considerando le qualità dei singoli presenti; Immobile vuole ritrovare anche in campionato il goal tanto atteso, mentre Mertens e Milik vogliono subito non far pesare l’assenza di Insigne. Anche gli esterni Callejon e Lukaku giocheranno un ruolo fondamentale per favorire le rispettive manovre, in una sfida estremamente tattica tra due allenatori che non lasciano nulla al caso ed hanno una ben chiara e precisa idea di gioco.

Riuscirà il Napoli a consolidare il secondo posto o verrà frenato da una Lazio intenzionata ad aggrapparsi almeno all’ultimo posto disponibile per la Champions League? Sicuramente sarà una sfida ricca di emozioni, con estrema gioia di entrambe le tifoserie.