Minacce di morte per un’attrice di The Last of Us Part II

Ha interpretato uno dei personaggi chiave del gioco

News
A cura di Paolo Sirio - 4 Luglio 2020 - 11:38

Laura Bailey, che interpreta un personaggio chiave nella storia di The Last of Us Part II, è stata minacciata di morte e l’ha reso pubblico nelle scorse ore sui social.

L’attrice ha prestato la voce ad un personaggio che ha fatto il suo debutto nella serie con il secondo capitolo e non è stato ben accolto dagli appassionati di vecchia data.

Alcuni di questi hanno evidentemente perso il controllo, e riversato il proprio odio su Internet e contro Bailey, che l’ha interpretato. Un odio simile a quello che ha portato al review bombing dell’esclusiva PS4 ancor prima del lancio.

Riveleremo il nome del personaggio dopo questa immagine, per cui se non volete sapere di chi si tratta non andate oltre

Minacce di morte per un’attrice di The Last of Us Part II

Potete vedere gli insulti nei tweet condivisi dall’attrice di Abby, che si è premurata di coprire gli spoiler contenuti nei messaggi di costoro.

Bailey si è detta fin dal primo istante colpita sia da queste minacce – ci sono persone che letteralmente affermano che troveranno dove abita e andranno ad ucciderla – che dalla reazione positiva della community appena informata dei fatti e dei suoi colleghi.

Tra i commenti che sono arrivati istantaneamente abbiamo quello di Ashley Johnson, attrice di Ellie, che si è detta onorata di aver lavorato insieme a lei a The Last of Us Part II.

ps5

Dal team di sviluppo non è mancato naturalmente il supporto del director Neil Druckmann, anch’egli vittima di minacce di morte prima che il gioco uscisse.

Druckmann si è augurato che queste persone ricevano «l’aiuto mentale di cui così chiaramente hanno bisogno».

«Sfortunatamente adesso questo è il costo da pagare quando fai intrattenimento popolare che sfida le convenzioni», ha aggiunto.

Fuori dalla squadra di Naughty Dog sono arrivati messaggi di supporto anche da James Gunn (Guardiani della Galassia), che ha commentato come «sembra che la gente confonda finzione e realtà nella realtà E nella finzione. Crescete».

Craig Mazin (Chernobyl) ha sottolineato quanto pochi e quanto deboli siano quelli che hanno questi atteggiamenti al confronto con le persone positive che popolano il mondo e godono dei frutti del lavoro di team come Naughty Dog.

Mazin sta collaborando proprio con la software house e con Druckmann alla realizzazione di una serie TV di The Last of Us.

Se siete interessati al gioco, potete ancora fare vostro The Last of Us Part II ad un prezzo vantaggioso




TAG: the last of us part ii