Rubriche 8 min

Le migliori videocamere e webcam per streaming | Aprile 2021

Contrariamente a qualsiasi speranza, anche in questo 2021 ci troviamo chiusi in casa – e sono tante le cose con cui noi videogiocatori possiamo ingegnarci mentre rispettiamo la quarantena. Una potrebbe essere quella di divertirvi con lo streaming dei vostri videogiochi preferiti – motivo per cui è bene cercare di orientarsi tra le tante possibilità presenti sul mercato per adibire la propria postazione.

Vediamo così, in una sequenza di guide dedicate dove vi abbiamo anche raccomandato quelli che sono le migliori schede di acquisizione e i migliori microfoni, quali sono le migliori webcam (e videocamere) per accompagnare al videogioco che volete trasmettere anche la vostra “facecam”, fondamentale per aiutare il vostro pubblico a conoscervi da vicino e farlo interagire con voi in maniera più diretta.

In questa guida vedremo da vicino delle soluzioni eterogenee, che vengono incontro sia a chi vuole risparmiare con un budget non troppo ampio, sia a chi invece spendere qualcosa di più e intende puntare su una facecam che conti addirittura su una videocamera: per farlo, esploreremo anche alcune scelte tra le schede di acquisizione dedicate.

Le migliori videocamere e webcam per streaming

Webcam Aukey

La soluzione economica

Aukey Webcam

È giusto concedere un po’ di tempo per partire e “ingranare” al vostro canale Twitch: ecco perché una soluzione economica, per muovere i primi passi e trovare la propria costanza, può essere quella ideale per voi. Se non volete spendere una cifra corposa per la vostra webcam, quindi, un’ottima ed economica soluzione è rappresentata dalla proposta di Aukey. Questa webcam vi consente di catturare la vostra immagine in tempo reale a 1080p, ma non solo: include anche due microfoni stereo che riducono il più possibile il rumore di fondo. In questo modo, potete collegare il cavo USB al vostro computer e contare già su immagine e audio – quest’ultimo con qualche compromesso, ma parliamo sempre di una soluzione economica da sfruttare come punto di partenza. Inoltre, grazie alla sua base applicabile al bordo del vostro monitor, non necessita di un treppiede per poter essere posizionata (ma è compatibile, qualora ne aveste uno).

» Clicca qui per acquistare la webcam Aukey


Logitech C920

La webcam equilibrata

Logitech C920

Se volete spendere qualcosa di più rispetto alla proposta Aukey, sappiate che Logitech C920 è una delle soluzioni più utilizzate in assoluto dagli streamer. Parliamo di una webcam affidabile, capace di streammare in 1080p e fino a 30 fps per le vostre dirette e le vostre video chiamate – che, in tempi di smart working, non guasta di certo. La webcam è anche dotata di messa a fuoco automatica di alta qualità, in maniera tale che non perda il focus in caso vi spostaste in avanti o indietro durante il vostro gameplay, e corregge automaticamente la luminosità, evitando immagini buie e rumorose ai vostro spettatori. È anche dotata di due microfoni omnidirezionali, uno per lato, che catturano in modo nitido la vostra voce (ma, qualora ce ne fossero, anche i rumori di fondo).

» Clicca qui per acquistare Logitech C920


Logitech C922

Il bello dei 60 fps

Logitech C922

Se la vostra idea è accompagnare alle vostre immagini di gioco anche una facecam che tenga il passo con un frame rate da 60 fps, allora la soluzione ideale è quella rappresentata da Logitech C922. Webcam gemella della precedente, ma migliorata nell’ottica e nelle specifiche, quest’ultima consente non solo di catturare immagini a 1080p e 30 fps, ma anche a 720p e 60 fps, per il massimo della fluidità. A ciò, affianca l’audio stereo, la correzione automatica dell’illuminazione e un treppiede incluso nella confezione, per posizionare al meglio la vostra webcam. Non è tutto: all’interno della scatola, anche una licenza di tre mesi per l’applicazione Xsplit, utile per lo streaming, mentre il software incluso Logitech Capture vi rende facile anche rimuovere il green screen alle vostre spalle in pochi click.

» Clicca qui per acquistare Logitech C922


Logitech Brio

La webcam in 4K per chi non bada a spese

Logitech Brio

Chiudiamo la selezione di webcam con la top di gamma attualmente sul mercato, pensata per chi ha una connessione senza compromessi e non vuole badare troppo a spese: Logitech Brio. Questa webcam USB non solo è in grado di catturare la vostra immagine a 1080p e 60 fps, ma arriva anche a 4K e supporta l’HDR, per una resa dei colori straordinaria. Pensata appositamente per lo streaming, è ideale anche per le video chiamate di lavoro, considerando che il frame rate così consistente renderà la vostra immagine estremamente fluida. Inoltre, la webcam è in grado di regolare un campo visivo di 90°, per una visione molto ampia, e si imposta automaticamente in base alla luce del vostro ambiente, anche in condizioni di scarsa luminosità. Senza dubbio, la soluzione ideale per chi cerca una webcam di alta qualità.

» Clicca qui per acquistare Logitech Brio


Razer Kiyo

La webcam con luce integrata

razer kiyo

Se cercate una soluzione estremamente affidabile e pensata proprio per lo streaming dei giochi, probabilmente il cuore dovrebbe portarvi a una Razer Kiyo. Si tratta di un sensore che può trasmettere 1080p a 30 fps o 720p a 60 fps, la cui peculiarità è però il fatto che sia circondato da una ghiera circolare luminosa: in questo modo sarete sempre illuminati, stando davanti alla webcam, e avrete riprese indubbiamente migliori!

» Clicca qui per acquistare la webcam Razer Kiyo


Panasonic Lumix G7

Una 4K senza tempo

Panasonic Lumix G7

Apriamo ora una parentesi relativa alle videocamere che potete utilizzare per lo streaming. Per farlo, avrete bisogno di schede di acquisizione specifiche, che vi raccomanderemo subito di seguito, in chiusura alla nostra selezione. La prima videocamera mirrorless che vi raccomandiamo è senza ombra di dubbio la sempreverde Panasonic Lumix G7: parliamo di una soluzione amatissima dai videomaker di tutto il mondo, con obiettivo standard 14-42 mm e con stabilizzatore ottico, già di straordinario livello per la resa delle vostre immagini. In ogni caso, l’obiettivo è intercambiabile e in futuro potreste anche valutare di acquistare un’ottica da 25 mm per realizzare lo splendido effetto bokeh (la sfocatura dello sfondo) che caratterizza gli streaming professionali. Tra le altre specifiche della camera, che filma fino a 4K, la possibilità di collegare un microfono esterno (ma ne ha anche uno integrato), quella di ruotare il display touchscreen per vedervi mentre vi inquadrate e tutte le specificità e impostazioni proprie di una soluzione professionale, come bilanciamento del bianco, apertura del diaframma, ISO, tempo di esposizione e così via. Per utilizzarla come webcam è raccomandato acquistare più batterie sostitutive (più che altro in caso abbiate in previsione dirette particolarmente lunghe), o un adattatore che consenta di collegarla a una presa a muro. Utile anche l’idea di acquistare un telecomando per gestire manualmente il fuoco, qualora vi venisse più comodo: sicuramente, avrete così un’inquadratura più precisa.

» Clicca qui per acquistare la Panasonic Lumix G7 con obiettivo 14-42 mm


Sony Alpha 6000L

Un’eccellente soluzione mirrorless

Sony Alpha 6000L

Le ottiche Sony in fatto di mirrorless hanno bisogno di poche presentazioni, e la proposta di Sony Alpha 6000L, uno dei modelli più noti del produttore giapponese, non fa eccezione. Questa mirrorless digitale è tra le più apprezzate al mondo dagli streamer professionisti, grazie al suo generoso obiettivo (intercambiabile) SELP da 16-50mm. Tutti i controlli già citati per la Panasonic (tempo di esposizione, apertura, ISO, bilanciamento del bianco…) sono affidati a un display da 3″ inclinabile di 180°, mentre la messa a fuoco è particolarmente rapida anche in autofocus, per riprese precise che non vi perdono mai di vista mentre giocate. Una soluzione eccellente per chi vuole streammare come un professionista.

» Clicca qui per acquistare Sony Alpha 6000L


Sony Alpha 6400

Per chi non bada a spese

Sony Alpha 6400

Chiudiamo la selezione di videocamere che potete collegare al vostro PC per raggiungere risultati professionali con quella che, più di tutte, significa che non badate a spese a fronte della qualità: parliamo della mirrorless Sony Alpha 6400, soluzione di Sony di qualità estrema, che vi consente anche di raggiungere una risoluzione in 4K (al contrario della 5100L). Con incluso un obiettivo da 16-50mm, questa mirrorless conta su una messa a fuoco automatica rapidissima da 0,02 secondi, in grado di catturare ogni vostro movimento anche durante le sessioni di gioco più vivaci. Inoltre, potete controllarla attraverso lo schermo LCD ruotabile – ideale per vedervi mentre vi inquadrate – e le migliorate tecnologie Sony rendono molto più agile anche la riduzione dei disturbi, con ISO che arrivano fino a 32.000 per la ripresa video. In sintesi, una soluzione non per tutte le tasche, ma che impressiona per la qualità che riuscirà a dare al vostro streaming.

» Clicca qui per acquistare Sony Alpha 6400L


Elgato Cam Link

Per le videocamere negli streaming di gioco

Elgato Cam Link

Come anticipato in precedenza, per fare in modo che collegando una videocamera/fotocamera al vostro PC vengano acquisite le immagini che sta inquadrando, è necessario avere una apposita scheda di acquisizione. Vi proponiamo alcune delle migliori sul mercato per questo scopo, come l’eccellente Elgato Cam Link. L’affidabilità del marchio è già nota agli appassionati di videogiochi e di streaming, e anche in questa soluzione Elgato non si è smentita: realizzata come una pennina USB, questa scheda di acquisizione vi consente di collegare al suo interno il cavo di uscita video della vostra videocamera: una volta fatto e inserita la pennina nel PC, semplicemente la mirrorless (o qualsiasi videocamera con uscita HDMI abbiate scelto) sarà riconosciuta dal computer come se fosse una normale webcam. L’importazione è possibile per immagini a 1080p e 60fps, o fino a 4K in 30 fps, per una resa impari sul vostro streaming. Inoltre, Camlink è compatibile con l’app ufficiale di Elgato, attraverso la quale potete anche catturare il vostro gameplay, ma rende visibile la vostra videocamera anche a qualsiasi altra applicazione, dalla Fotocamera di Windows a OBS e Streamlabs. Una soluzione affidabile e plug-and-play per chi vuol far salire di livello i suoi streaming.

» Clicca qui per acquistare Elgato Cam Link


Digitnow

La scelta economica

Digitnow

Una soluzione simile alla precedente, ma estremamente economica, è quella rappresentata da Digitnow, scheda di acquisizione pass-through che consente, allo stesso modo, di catturare le immagini che arrivano dalla vostra videocamera (ma anche dalla vostra console, in questo caso specifico). Potete catturare immagini fino a 1080p, con la comunicazione rapida con PC che avviene poi attraverso porta USB 2.0.

» Clicca qui per acquistare Digitnow

Come scegliere una videocamera o webcam per streaming

I fattori da tenere in considerazione per la scelta della propria webcam o videocamera sono molteplici: li prendiamo in analisi per guidarvi a prendere la decisione migliore per le vostre esigenze.

Webcam o videocamera? Occhio al budget

Come abbiamo visto, c’è una differenza sostanziale nella resa (ma anche nella spesa) a cui si va incontro scegliendo di affidarsi a un webcam o a una videocamera. Tuttavia, anche in questo caso la decisione è molto soggettiva: se state lanciando un nuovo canale e avete un budget limitato, l’idea migliore è sempre quella di compiere un passo per volta. Garantite ai vostri spettatori una buona face cam e – soprattutto – un’ottima resa del gioco che state streammando. Una volta che il canale sarà cresciuto, potrete pensare di passare a una videocamera, migliorando anche la qualità della vostra ripresa per darle un aspetto professionale.

Di contro, se vi siete dati un importante budget e volete preparare fin da subito il vostro canale al meglio possibile, in maniera che possa colpire gli spettatori e crescere più rapidamente, puntare su una fotocamera è assolutamente un’ottima idea. La raccomandazione è solo quella di non fare il passo più lungo della gamba e di valutare al meglio il vostro budget.

La risoluzione è legata alla connessione

Un’altra cosa fondamentale da tenere in considerazione, quando scegliete la vostra webcam ideale, è la connessione su cui potete contare per lo streaming. Avere un output della vostra immagine su OBS in 4K e 60 fps sarebbe sicuramente un sogno, ma se dovete poi trasmettere a 720p e 30 fps l’insieme di gioco e webcam sarebbe fatica sprecata. Valutate bene l’upload (e la stabilità) della vostra connessione, per capire quale sia il bitrate ideale per le vostre trasmissioni, e decidete di conseguenza. Moltissimi streamer trasmettono a 1080p e 60 fps (ma anche a 720p e 60 fps), quindi sappiate che avere una webcam in 4K è tutt’altro che d’obbligo per riuscire a farsi notare su piattaforme come Twitch. Dotatevi di attrezzature che siano in grado di supportare i mezzi a vostra disposizione, senza che la connessione faccia loro da collo di bottiglia, rendendo vane le vostre spese.

Posizionamento e comodità

Vale anche la pena ricordare che, mentre tutte le webcam possono essere adagiate anche su un treppiede da scrivania mediante l’apposito perno, le videocamere non possono certo essere montate sulla cornice del vostro schermo. Se avete una postazione ristretta e sarebbe un problema sistemare un treppiede con la videocamera per inquadrarvi, tenete conto del fatto che le webcam siano più ergonomiche e richiedano meno spazio per essere posizionate. Se, invece, la cosa non vi preoccupa, l’uso di un treppiede può essere ideale anche con una webcam, dal momento che un’inquadratura più informale, laterale, fa sentire più a loro agio gli spettatori (e voi), annullando l’effetto da “video conferenza” o da esame che si ha a volte mentre l’obiettivo è fisso, frontalmente, sulla faccia dello streamer.

Alimentazione

Anche qui, è importante tenere conto delle vostre necessità e dei vostri piani per fare la vostra scelta e muovervi di conseguenza: se pianificate di dare vita a streaming molto lunghi, come vere e proprie maratone, l’ideale sarebbe quello di pensare a una webcam, alimentata dal collegamento stesso al PC, mediante porta USB. In caso di videocamera, infatti, sarebbe necessario comprare delle batterie aggiuntive, da sostituire quando la precedente è quasi esaurita, o dotarsi di appositi adattatori che fanno da presa a muro, risolvendo il problema alla radice.