Rubriche 5 min

Le migliori schede video | Novembre 2020

Scopriamo insieme quali sono le migliori schede video sul mercato per giocare al meglio con il vostro desktop PC

Il mondo del gaming su PC ruota intorno ad un componente fondamentale: la scheda video. Essa, infatti, in congiunzione con il processore, si occupa di tutti i calcoli che riguardano poligoni, effetti, texture ed i vari elementi che vediamo a schermo.

È quindi importante, quando si realizza una configurazione pensata per il gaming, o durante l’acquisto di un notebook da gaming o preassemblato, scegliere attentamente la scheda adatta alle vostre esigenze, sia nel caso foste dei giocatori occasionali o appassionati di titoli poco esigenti, come quelli eSport, che nell’evenienza preferiate giocare a risoluzioni elevatissime con tutti i dettagli al massimo.

NVIDIA GeForce RTX 3090

Il mercato delle schede grafiche è davvero vasto e, allo scopo di indirizzarvi al meglio, in questo articolo, che verrà aggiornato a cadenza mensile, vedremo insieme quali sono le migliori schede video disponibili. Facciamo presente che, nel momento in cui stiamo scrivendo, le ultime schede grafiche presentate da AMD (Radeon RX 6800, RX 6800 XT e RX 6900 XT) non sono presenti sul mercato, mentre quelle appartenenti alla serie RTX 30 di NVIDIA (RTX 3070, RTX 3080 e RTX 3090) hanno ancora una scarsa disponibilità.

Le migliori schede video

NVIDIA GeForce RTX 3090 – La migliore scheda video in assoluto

Gigabyte GeForce RTX 3090

GeForce RTX 3090 è la scheda video più potente attualmente in commercio e, per portarvela a casa, dovrete sborsare una cifra davvero considerevole, quindi si tratta sicuramente di un acquisto che non va fatto a cuor leggero. Equipaggiata con la potentissima GPU GA102, accompagnata da ben 24GB di velocissima memoria GDDR6X, grazie ai suoi 10.496 CUDA Core è in grado di garantire 35,7TFPLOPS di potenza computazionale. Per quanto riguarda le capacità in ambito Ray Tracing, troviamo a bordo ben 82 RT Core, per un totale di 69 RT FLOPS, e 328 Tensor Core, i quali garantiscono 285 Tensor TFLOPS. Si tratta della prima scheda video capace di eseguire titoli in maniera abbastanza fluida anche a risoluzione 8K in HDR.

» Clicca qui per acquistare NVIDIA GeForce RTX 3090


NVIDIA GeForce RTX 3080 – La migliore scheda video per il 4K

Gigabyte AORUS GeForce RTX 3080 MASTER

Scendiamo un gradino sotto con la GeForce RTX 3080, che offre performance pari al doppio rispetto alla precedente RTX 2080. Si tratta di una scheda a doppio slot dotata di ben 10GB di velocissima memoria GDDR6X e che, grazie ai suoi 8.704 CUDA Core è in grado di garantire 29,8TFPLOPS di potenza computazionale. Per quanto riguarda le capacità in ambito Ray Tracing, troviamo a bordo ben 68 RT Core, per un totale di 58 RT FLOPS, e 272 Tensor Core, i quali garantiscono 238 Tensor TFLOPS. Si tratta della schede ideale per tutti coloro che vogliono giocare in 4K a 60fps a dettagli alti con praticamente tutti i videogiochi in commercio.

» Clicca qui per acquistare NVIDIA GeForce RTX 3080


NVIDIA GeForce RTX 3070 – La migliore scheda video di fascia medio alta

Gigabyte GeForce RTX 3070

Infine, la linea NVIDIA di nuova generazione si chiude con la GeForce RTX 2070, scheda video equipaggiata con 8GB di memoria GDDR6 che, grazie ai suoi 5.888 CUDA Core, è in grado di garantire 20,4TFPLOPS di potenza computazionale. Per quanto riguarda le capacità in ambito Ray Tracing, troviamo a bordo 46 RT Core, per un totale di 40 RT FLOPS, e 368 Tensor Core, i quali garantiscono 163 Tensor TFLOPS. Teoricamente, la RTX 3070 possiede il 43% di potenza computazionale in più rispetto alla RTX 2080Ti ed il 18% in più di performance Ray Tracing, pur assorbendo il 12% di corrente in meno. Si tratta di una proposta molto interessante per coloro che giocano a risoluzione 1440p ad elevati frame rate (come 144fps), ma si presta bene anche all’impego in ambito gaming 4K.

» Clicca qui per acquistare NVIDIA GeForce RTX 3070


XFX Radeon RX 5700 XT– La migliore scheda video di fascia media

XFX Radeon RX 5700 XT

Ideale soprattutto per coloro che giocano a 1440p, la XFX Radeon RX 5700 XT è equipaggiata con 8GB di memoria GDDR6, mentre la GPU è basata sull’architettura RDNA a 7nm con un clock di base di 1.605MHz in grado di raggiungere la frequenza di 1.905MHz in Boost. La scheda è ben costruita e dotata di un generoso dissipatore a doppia ventola in grado di raffreddare al meglio i componenti, mentre le uscite video presenti sono tre Display Port 1.4 e una HDMI 2.0b.

» Clicca qui per acquistare XFX Radeon RX 5700 XT


INNO3D GeForce GTX 1650 Super Compact X1 – La migliore scheda video economica

INNO3D GeForce GTX 1650 Super Compact X1

Se avete un budget limitato e giocate al massimo a 1080p, la INNO3D GeForce GTX 1650 Super Compact X1 potrebbe essere davvero una buona scelta. Dotata di una GPU basata su architettura Turing con un Boost Clock di 1.590GHz e 896 CUDA core, la scheda, equipaggiata con 4GB di RAM GDDR6, offre buone prestazioni in ambito Full HD ed un consumo energetico davvero basso. Le dimensioni sono piuttosto contenute, consentendo il suo impiego anche in chassis di piccole dimensioni, mente il sistema di dissipazione vede la presenza di una singola ventola.

» Clicca qui per acquistare INNO3D GeForce GTX 1650 Super Compact X1


Come scegliere una scheda video

GPU

Così come le operazioni eseguite dal computer stesso nella sua interezza vengono svolte principalmente dalla CPU (Central Processor Unit), nel caso delle schede grafiche tutti i calcoli vengono eseguiti da una GPU (Graphic Processor Unit). Quest’ultima può essere basata su diverse architetture e può contare sull’impiego di svariati miliardi di transistor. Ovviamente, al giorno d’oggi, le GPU possiedono una potenza davvero considerevole, tanto che necessitano di sistemi di dissipazione spesso voluminosi, soprattutto sui modelli di fascia più alta, per spostare il calore all’esterno tramite heat sink e ventole, oppure utilizzando direttamente impianti a liquido.

I maggiori produttori sul mercato di schede video sono AMD e NVIDIA. La prima realizza le proprie GPU su SP (stream processor), mentre la seconda vede la presenza di CUDA core. Sebbene le tecnologie e le capacità di queste unità di elaborazione siano diverse, il loro numero presente all’interno della GPU determina anche le capacità grafiche della scheda stessa.

Oltre ai MHz, che corrispondono la frequenza a cui gira effettivamente la GPU, bisogna tenere in considerazione due fattori molto importanti: il base clock ed il boost clock. Il primo indica la frequenza della GPU quando il carico è minimo, mentre il secondo fa riferimento a quella utilizzata sicuramente in caso di carico massimo. Ovviamente, è pratica comune usare l’overclocking, tramite appositi strumenti, per aumentare ulteriormente le performance complessive del dispositivo, anche se bisogna stare attenti a non compromettere la stabilità del sistema e mettere in rischio lo stesso prodotto.

Memoria

Alla GPU viene affiancato un certo quantitativo di memoria RAM (Random Access Memory), nella quale vengono immagazzinate le informazioni elaborate dalla GPU. Di conseguenza, il suo quantitativo è fondamentale per memorizzare texture ed altri elementi. Anche le memorie si differenziano in base alla frequenza, all’ampiezza del bus (192 bit, 256bit, 384 bit, ecc) e alla tecnologia utilizzata (GDDR5, GDDR6, ecc.). Questi fattori influenzano la banda disponibile, indicata in GB/s, che indica il quantitativo di dati trasmessi al secondo.

AMD Radeon RX 6000

Sistema di dissipazione

Come dicevamo poco fa, la potenza delle GPU attuali ha costretto i produttori ad ingegnarsi per realizzare sistemi di dissipazione adeguati a raffreddare al meglio il dispositivo portando alle migliori performance possibili. I modelli di fascia alta spesso puntano ad un generoso heat sink dotato di diverse heat pipe che trasportano il calore verso due o più ventole che poi si occupano di espellerlo all’esterno. Tuttavia, soprattutto per le varianti di fascia più alta, nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito all’introduzione di veri e proprio impianti AIO a liquido, così come per le CPU.

Tecnologie

Oltre al consueto supporto alle librerie grafiche più utilizzate, come DirectX, OpenGL e Vulkan, le schede grafiche moderne offrono anche la possibilità di riprodurre effetti di Ray Tracing in tempo reale, prima appannaggio esclusivo della serie RTX 20 di NVIDIA, e successivamente della RTX 30, ma che saranno presto disponibili anche sulle Radeon RX 6000. In pratica questa tecnica di rendering consente di calcolare in maniera assolutamente realistica l’illuminazione, riflessi ed altro ancora come se fossimo in un paesaggio reale. Altra tecnologia molto importante, questa volta proprietaria NVIDIA, ma che sarà implementata in futuro sotto qualche forma anche sui dispositivi AMD, è il DLSS, che permette di aumentare notevolmente le performance renderizzando nativamente il gioco ad una risoluzione inferiore a quella utilizzata e, tramite algoritmi AI, ottenere i pixel “mancanti” in maniera naturale, quasi come se l’immagine fosse stata realizzata realmente ad una risoluzione superiore. Sia AMD che NVIDIA, inoltre, offrono altre tecnologie più utili agli amanti dei videogame competitivi per ridurre l’input lag o migliorare la nitidezza dell’immagine complessiva.

Connettività

Ovviamente è importante garantire la possibilità di collegare uno o più monitor e alle schede grafiche moderne di certo non mancano molteplici uscite. Attualmente lo standard più utilizzato è l’HDMI (High Definition Multimedia Interface), ormai giunto alla versione 2.1 (ma quest’ultima è presente solo su pochi esemplari in commercio, mente gli altri si fermano alla più comune versione 2.0), ma è molto diffusa anche la Display Port, particolarmente utile ed ottimizzata per trasmettere un gran quantitativo di dati, assolutamente indispensabile per inviare il maggior numero di fotogrammi al secondo generati dalla vostra scheda video. Su modelli un po’ più datati troviamo ancora la DVI (Digital Visual Interface) o anche la VGA, quest’ultima ancora analogica.