News 1 min

Microsoft contro la console war: il gaming non è una gara tra due console

Una cosa che ancora non è passata di moda, come avrete notato anche voi, è indubbiamente la console war: battute, sfottò, frecciatine e attacchi tra i fedelissimi di una piattaforma rispetto ad un’altra, che si confrontano (o scontrano, dipende dai casi) sui giochi e le potenzialità della loro console preferita. Phil Spencer, noto leader della divisione Xbox di Microsoft, ha toccato la questione in risposta ad un fan che confrontava i numeri di PS4 e quelli di Xbox One, ricordando che il gaming non dovrebbe essere una gara.“Il gaming non è una corsa tra due console” scrive Spencer. “I bei giochi non sono armi contro le altre piattaforme. Ciò per cui noi lavoriamo, è rendere Xbox e Windows 10 degli ottimi posti dove giocare.” Ecco il tweet in lingua originale:

Quando lo stesso fan ha scritto a Spencer che parla così perché si trova in una posizione di svantaggio, il dirigente ha voluto sottolineare che la questione non ha nulla a che vedere con la fetta di pubblico di Xbox One e che “il gaming ha ben più possibilità che una battaglia tra due console.” Ecco il cinguettio:

Come commentate la sua visione? Pensate che i punzecchiamenti anche tra due aziende, come ricorderete che è accaduto in passato, siano positivi per favorire la concorrenza o trovate che siano poco professionali?