La nuova politica sull’immigrazione di Trump limiterà i tornei di videogiochi?

A cura di Marcello Paolillo - 31 Gennaio 2017 - 0:00

Sicuramente, è l’argomento di interesse generale più discusso delle ultime settimane. E ora sembra che il nuovo decreto sull’immigrazione del neo eletto Presidente Donald Trump, che vieta a tutti gli immigrati provenienti da Iran, Iraq, Libia, Somalia, Sudan, Syria e Yemen, l’accesso negli USA, impedirà l’accesso ai territori dello Stato anche per chi dovrà partecipare ai numerosii eventi internazionali di videogiochi, come ad esempio di tornei ufficiali. Arman Hanjani, noto come “Phenom”, è un campione di origine norvegiese ma con la doppia cittadinanza iraniana. Dopo aver ottenuto ottimi risultati nella Capcom Cup di Street Fighter V, ora probabilmente non gli sarà consentito l’accesso in America per partecipare alle competizioni successive, cosa questa che gli porterà senza alcun dubbio una penalità nel ranking totale. Anche Ramin “Mr. R” Delshad, uno dei giocatori più forti di Super Smash Bros., si trova nella sua stessa situazione. Si tratta quindi di una questione molto delicata, che interessa ogni settore a 360°. Vedremo se qualcosa si sbloccherà nei prossimi mesi.Fonte: SegmentNext




TAG: street fighter v