Kingdom Come 2 userà ancora il CryEngine

"Non abbiamo piani per cambiare niente, semplicemente perché abbiamo fatto così tanti tool e così tante cose con l'engine"

News
A cura di Paolo Sirio - 25 Agosto 2019 - 19:44

Kingdom Come 2, non ancora annunciato seguito di Kingdom Come Deliverance, partirà da un unico punto fermo: l’uso del motore grafico CryEngine.

A svelarlo è Tobias Stolz-Zwilling, PR di Warhorse Studios, che ha spiegato come la software house non stia considerando cambiamenti dopo il tanto lavoro svolto sulla personalizzazione del motore grafico.

Forse non tutti sapranno, infatti, che il CryEngine non era mai stato usato per un RPG e per questo motivo di base non aveva neppure la gestione delle routine degli NPC (i loro movimenti nella mappa, una funzionalità, e via discorrendo), che è stata implementata autonomamente da Warhorse.

deep silver kingdom come deliverance deep silver

“Non abbiamo piani per cambiare niente, semplicemente perché abbiamo fatto così tanti tool e così tante cose con l’engine”, ha commentato Stolz-Zwilling.

“Non era mai stato usato per gli RPG prima che lo facessimo noi. Abbiamo fatto così tanto con l’engine che temiamo che cambiarlo significherebbe iniziare daccapo”.

“E se pensate quanto tempo ci è servito prima che l’engine funzionasse per KCD prima che potessimo iniziare… lavorarci – semplicemente troppo”, ha aggiunto.

Di recente, Warhorse Studios è stata acquisita da THQ Nordic, per cui la speranza è che per un seguito ci siano più risorse a disposizione fin dall’inizio (senza passare per Kickstarter, ovviamente) e che i tempi siano ristretti con risultati tecnicamente soddisfacenti dal day one.

Fonte




TAG: kingdom come deliverance

Bestseller No. 1