Instagram e Snapchat bloccano momentaneamente le gif animate, ecco perché

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 15 Marzo 2018 - 0:00

I famosi social network Instagram e Snapchat hanno dovuto momentaneamente sospendere l’utilizzo delle gif animate sulle loro pagine, che arrivavano dal sito GIPHY. Proprio quest’ultimo è l’origine dell’inconveniente: nei giorni scorsi, infatti, gli utenti avevano segnalato la presenza di una gif animata razzista che compariva cercando la parola “crime” (“crimine”), dai contenuti pesantemente offensivi nei confronti delle persone di colore.GIPHY ha provveduto ad oscurare la gif animata, ma nel frattempo i social network si sono mossi per evitare che questo tipo di contenuti, tramite GIPHY, possa finire sulle loro pagine. Snapchat, nello specifico, ha fatto sapere che integrerà nuovamente l’uso delle gif animate da GIPHY solo quando sarà certa che episodi simili non avranno modo di ripetersi. Instagram, nel frattempo, sta investigando sull’accaduto, per capire come evitare inconvenienti simili in futuro.Vedremo se ci saranno novità nei prossimi giorni.




TAG: instagram