News 2 min

Il nuovo Need for Speed farà felici gli appassionati di anime, a quanto pare

Arrivano alcune idee, e confuse, su come sarà Need For Speed dal punto di vista estetico. Si punta agli anime, ma anche al realismo.

Si torna a parlare del nuovo Need For Speed, progetto non confermato di cui, però, iniziano a trapelare le prime informazioni tramite i soliti ben informati.

Le ultime iterazioni non sono mai riuscite a conquistare il pubblico in maniera decisa. Non è servito neanche un film (che potete trovare su Amazon) per ravvivare la passione dei fan.

Uno dei progetti legati al franchise è un open world, ma uscirà solamente su mobile e sarà un titolo a basso budget.

Ma, di recente, è arrivata un’altra indiscrezione riguardo un capitolo di Need For Speed per next-gen, che sarebbe atteso addirittura per il 2022.

È di nuovo Jeff Grubb, come al solito, a fornire le indiscrezioni più interessanti riguardo il mondo dei videogiochi. Di recente il giornalista si è espresso sul nuovo Need For Speed.

Come riporta VGC, nel podcast di Grubb sono state svelate delle informazioni riguardo l’estetica del prossimo episodio del prossimo titolo di corse. E ciò che riferisce il giornalista è abbastanza curioso.

A quanto pare, per il prossimo Need For Speed verrà adottata un’estetica decisamente aggressiva, mai vista nella serie e molto particolare. Sarà un gioco fotorealistico ma avrà, soprattutto secondo Jeff Grubb, degli elementi da “anime”.

Un’estetica che insegue, quindi, quella dell’animazione giapponese. Grubb ha approfondito il suo pensiero, frutto di fonti:

«Avete presente quando vedete una pubblicità di una macchina o qualcosa del genere, e la macchina sta andando in giro, ma poi delle fiamme in stile cartoon e altre cose partono da lei? Quello è il tipo di estetica che sembrano voler adottare.»

Quella di puntare su un forte impatto estetico è una strategia sensata, visti i risultati degli ultimi esponenti del franchise, e ciò che descrive Jeff Grubb ci ricorda molto Auto Modellista di Capcom (per chi è abbastanza anziano da ricordarlo).

Speriamo che, in un modo o nell’altro, il franchise possa tornare a rappresentare un esponente del mercato come è sempre stato.

L’ultimo videogioco che abbiamo visto è una remastered di un vecchio Need for Speed, ma non è esattamente una produzione che permette di fare salti di gioia.

Alla fine dell’anno, quindi, potrebbe arrivare un nuovo contendente nel mercato dei giochi di corse. In cui Gran Turismo 7 sta spadroneggiando, conquistando le classifiche di vendita.