In Evidenza 4 min

Huawei Mate X(s) in Italia a 2.600 euro e telefoni con 7 fotocamere – Le novità tech e social

Vediamo gli annunci di Huawei dopo l'annullamento del Mobile World Congress di Barcellona, ma anche le novità da Oppo e da Apple

Visto l’addio a Mobile World Congress, Huawei ha deciso di fare le cose a modo suo e di tenere comunque una conferenza, anche se online, per presentare le sue prossime novità. Ecco perché il gigante cinese della telefonia domina, di fatto, questo appuntamento con Spazio Tech, la nostra rubrica dedicata alle notizie più calde della settimana dai mondi tech e social.

I pre-ordini di Disney +

Apriamo segnalandovi che il servizio in abbonamento in streaming Disney+, che consente di accedere a contenuti esclusivi legati ai maggiori franchise della compagnia – tra cui MarvelStar Wars – viene ora proposto in pre-ordine per l’Italia, con il lancio fissato per il 24 marzo.

Fino al 23, potrete acquistare un abbonamento annuale a 59,99€, risparmiando rispetto ai normali 69,99€ annuali, e anche rispetto ai 6,99€ mensili che sarebbero richiesti dalla tariffa base. Vi abbiamo riferito i dettagli in questa notizia, in caso foste interessati a questo nuovo debutto tra i servizi video on demand.

disney+

L’appuntamento con Huawei P40

Dopo le conferme su un evento a fine marzo, Huawei ha ufficializzato la data della conferenza durante la quale presenterà tutte le novità relative al suo Huawei P40, nuovo top di gamma in uscita quest’anno. Il produttore cinese svelerà i suoi piani per il futuro il 26 marzo, durante un keynote che si terrà a Parigi.

Nel corso dell’appuntamento, dovremmo vedere da vicino Huawei P40 (versione normale), Huawei P40 Pro (versione elite del terminale, che dovrebbe avere bordi curvi per il display come quello dell’attuale generazione. Si parla anche di un ulteriormente potenziato Huawei P40 Pro PE, che conterebbe su ben cinque fotocamere posteriori e due fotocamere frontali – il tutto, in attesa di conferme dalla casa madre. Conferme che sicuramente avremo il 26 marzo prossimo.

Anche Apple si prepara al futuro

Visto che siamo in tema, a pochi giorni di distanza dall’appuntamento di Huawei dovrebbe esserci anche quello di Apple. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, la compagnia della Mela avrebbe individuato nel 31 marzo il giorno ideale per la presentazione dei suoi prossimi modelli di iPhone, che raccoglierebbero l’eredità dell’attuale iPhone 11.

Di solito, Apple lancia sul mercato i nuovi telefoni subito dopo la presentazione – e il 2020 non dovrebbe fare eccezione: secondo quanto emerso dalle voci di corridoio, in questo caso il debutto sarebbe stato fissato per il 3 aprile.

Vedremo se le date (come spesso accade) saranno confermate dai fatti. Se così fosse, si prevederebbe sicuramente una primavera scoppiettante, per il mondo dei top di gamma della telefonia.

Come sta cambiando il mercato mobile

Gli specialisti di Sensor Tower hanno pubblicato alcune interessanti rilevazioni, nei giorni scorsi, legate al mercato mobile, tra applicazioni e videogiochi. Secondo i loro calcoli, da qui al 2022 decrescerà la percentuale di entrate legate direttamente ad applicazioni per videogiocare – con le persone che spenderanno di più su applicazioni non da gioco rispetto al passato.

In particolare, si parla di passare dal 66% delle entrate complessive al 55% entro il 2022. Questo, attenzione, nella prospettiva di un mercato che rimane comunque in crescita: si parlerà infatti di una crescita del 19% nell’installazione di giochi su telefono, con 12,4 miliardi di installazioni.

Sette fotocamere? Sette fotocamere

Che i Camera Phone siano ormai diventata esponenti importanti del mercato degli smartphone, non lo scopriamo certo oggi. Certo, quanto svelato da un brevetto di Oppo sembra proprio voler esagerare: i documenti emersi online per la compagnia fanno infatti riferimento ad addirittura sette fotocamere posteriori per uno smartphone, che potrebbero essere disposte sia un look circolare (immaginatelo come un grosso cerchio nero nella scocca posteriore), sia a esagono.

Certo, rimane da scoprire quali funzionalità avrà ciascuno di questi sensori, e se Oppo opterà per l’uno o per l’altro design. O, chi può dirlo, se non ci sia anche l’eventualità che il design venga scartato del tutto. Per il momento, sappiamo che Let’s Go Digital ha già immaginato che aspetto potrebbe avere il tutto, come potete vedere di seguito.

Thanks, Let’s Go Digital

2.599€ per un pieghevole

Chiudiamo con la conferma di Huawei Mate Xs in arrivo anche in Italia. Questo pieghevole di Huawei, versione aggiornata di quello “primordio” di cui si parlò qualche tempo addietro, sarà animato da un SOC Kirin 990 e conterà su 8GB di memoria, oltre a 512 GB di archiviazione. Supporterà il 5G e avrà un display da 8″, capace di piegarsi su sé stesso grazie a un OLED flessibile – proprio come nell’originale Mate X.

Spazio anche a quattro fotocamere (40 MP con f1.8, grandangolo da 16 MP, tele da 8 MP e ToF per la profondità), ma senza fotocamere frontale, che non serve: grazie alla forma del telefono, è possibile piegarlo per vedere il proprio scatto usando le ottiche che sarebbero “normalmente” posteriori.

A dare sangue a tutto questo c’è una batteria da 4500 mAh, che supporta la carica rapida a 55W SuperCharge. L’arrivo è atteso prossimamente (manca per ora una data specifica), mentre sappiamo già con certezza il prezzo: 2.599€.

Sarà sicuramente vero che il futuro sarà tutto degli smartphone pieghevoli, ma la scelta di Huawei in sede di prezzo del (ri)lancio del suo Huawei Mate Xs ci trasmette ancora una volta l’idea che si tratti, per ora, di un mercato perlopiù di nicchia, fatto di esperimenti in attesa di una soluzione ottimale che possa essere proposta anche a fasce più economiche.

Attendiamo di scoprire che impatto avrà sul nostro mercato Mate Xs, tenendo i fari puntati anche sul futuro keynote di Huawei: dopo gli attriti con le politiche statunitensi, il produttore cinese sembra tutt’altro che disposto a mettere i remi in barca.