Half-Life e l’anatomia dei soldati Combine – Il Dettaglio

Il nemico giusto nel posto sbagliato può fare una grande differenza.

RUBRICA
A cura di Francesco Ursino - 13 Marzo 2020 - 18:00

Half Life: Alyx uscirà tra pochi giorni e si tratterà, in un modo o nell’altro, di un evento. Potrà piacere o meno la nuova piega che Valve ha deciso di dare alla sua incompiuta per eccellenza, ma tant’è. Anche perché vedendo le prime sequenze di gioco, tra le altre cose, ci sono stati alcuni momenti in cui il brivido di trovarsi davanti a un nuovo titolo della serie è se non altro avvertibile – soprattutto nella sequenza finale dell’attacco dei soldati Combine, dove la musica sale e tiene testa al ritmo dell’assalto dei nemici.

Già, i soldati Combine. Torneranno evidentemente anche loro, e allora vale la pena prendersi del tempo e chiedersi meglio chi c’è sotto quelle divise, cercando di capire la loro natura.

Half-Life e l’anatomia dei soldati Combine – Il Dettaglio

In Half Life non si butta via niente, neanche le persone

Una delle cose belle della serie di Half Life – tra le tante, ben inteso – è che per un crudele scherzo del destino il buon Gordon Freeman è chiamato a combattere anche contro i suoi simili.

Una delle dinamiche di maggior impatto di questa scelta è legata agli zombi. Sappiamo, ad esempio, che analizzando i file audio di Half Life 2 si è giunti alla conclusione che i versi sconclusionati di questi nemici erano in realtà urla di dolore delle vittime degli headcrab (ne parlavo in questo articolo). Che dire, però, dei soldati Combine?

Ai Combine non piace sporcarsi le mani in prima persona. Ciò è piuttosto noto, ed è per questo che utilizzare le popolazioni da assoggettare per il proprio volere è una tattica particolarmente valida. E qui si arriva ai soldati.

Sulle wiki ufficiali o meno di Half Life la definizione più comune di questo tipo di nemici è “transumani.” Ovvero, ibridazioni tra umani, parti meccaniche e aliene che hanno permesso di creare fanteria resistente, priva di emozioni (o forse no) e disposta a tutto per servire i padroni.

Half-Life e l’anatomia dei soldati Combine – Il Dettaglio

Conseguenza diretta della guerra delle sette ore è stata proprio l’introduzione, da parte dei Combine, di misure per prevenire qualsiasi forma di insurrezione da parte della popolazione. Tra queste misure, ovviamente, c’erano i soldati. Al gradino più basso si trovavano i classici vigilanti, quelli pronti a dare legnate per le strade con manganello e armi simili. Si trattava di umani, volontari, con basse abilità. Questa possibile debolezza nel piano Combine ha permesso alla resistenza di infiltrarsi tra le linee nemiche, ad esempio nel caso di Barney, nelle sequenze iniziali di Half Life 2.

I Combine, però, avevano un problema. C’era il bisogno di poter contare su fanteria specializzata, ma non potevano essere gli umani volontari (e coscienti) a ricoprire questo ruolo. Sarebbero entrati in possesso di capacità e conoscenze troppo avanzate, che avrebbero potuto essere utilizzate contro lo stesso impero alieno.

La risposta? Usare ancora una volta gli umani. Rendendoli meno umani.

Half-Life e l’anatomia dei soldati Combine – Il Dettaglio

Chi c’è dietro quella divisa?

Salendo di un grado nella gerarchia Combine, troviamo i soldati Combine (gli Overwatch Soldier) e i Combine d’élite. E qui la cosa si fa decisamente più interessante.

Half Life 2 non rende chiarissima l’identità di questi nemici, ma unendo frammenti di informazioni qua e là è facile risalire alla loro vera identità. Si tratta, pertanto, di umani (molti dei quali, magari, già soldati durante la guerra delle sette ore o vigilanti particolarmente capaci) assoggettati in vari modi. I Combine sono esperti nel controllo della mente, così come nel completo reset della memoria. Il gioco faceva capire ciò quando era possibile vedere, durante Half Life 2: Episode One, un soldato Combine svestito, e con il visto completamente coperto da un affare che aveva il compito di cancellare ogni suo ricordo.

Ma non basta. Durante Half Life 2, nelle sequenze ambientate a Nova Prospekt, era possibile visionare un soldato, sempre con il torso scoperto, steso su un tavolo operatorio. Gli occhi aperti, e il corpo segnato da quelli che sembrano appendici, o parti meccaniche inserite sulla pelle.

Half-Life e l’anatomia dei soldati Combine – Il Dettaglio

Per capire i possibili interventi a cui si doveva sottoporre un soldato Combine per diventare la minaccia vista in Half Life 2, ci si può rifare a questo ottimo video del canale Roanoke Gaming. Questa la sintesi degli interventi più probabili:

  • Elettroshock: per cancellare definitivamente la memoria. In questo modo, i soldati Combine non avevano più alcun legame con figli, parenti o amici
  • Possibili interventi al cervello, per eliminare sentimenti come l’empatia. Attenzione, però: questo procedimento non eliminava tutti i sentimenti umani. I Combine potevano essere motivati dai discorsi di Wallace Breen, e reagivano quando feriti o sotto attacco
  • Le corde vocali venivano eliminate e sostituite da un Vocoder, dispositivo capace di emettere suoni metallici. Si tratta di un particolare piuttosto importante. Con i Vocoder, i soldati Combine potevano comunque comunicare anche in caso di problemi ai polmoni, mancanza di aria, compressione del petto o altri infortuni gravi
  • Proprio i polmoni potrebbero aver subito modifiche per permettere ai soldati Combine di operare in aree altrimenti letali per l’uomo, ma anche per permettere una maggior circolazione del sangue ossigenato, capace quindi di dare maggiore energia per lunghi periodi di tempo

Infine, tutta l’area al di sotto della gabbia toracica era occupata da una sorta di struttura che pare metallica. Viene facile dire che gli organi sessuali erano completamente eliminati, e con essi qualsiasi possibilità di riproduzione – e possibilità che i soldati trovassero attraenti i membri della resistenza.

E nonostante tutti questi cambiamenti radicali, i soldati Combine avevano comunque paura. In Nova Prospekt, infatti, era possibile ascoltare un annuncio che parlava delle conseguenze a cui sarebbe andata incontro la fanteria in caso di fallimento della cattura di Freeman. Sotto quel casco (peraltro inamovibile), in qualche modo piuttosto contorto e in minima parte, c’erano ancora persone.

Dietro ai soldati Combine di Half Life si nascondono esseri che un tempo erano state persone normali. Persone normali che hanno subito trasformazioni di ogni tipo, e sono diventate gli spietati killer che ci si ritroverà davanti anche nel prossimo Half Life: Alyx.




TAG: half life, half life 2, half-life: alyx