News 2 min

FIFA 22 prende posizione: squadre e calciatori della Russia rimossi da FUT

FIFA 22 ha rimosso ufficialmente tutti i giocatori e club russi anche su FUT.

Di fronte all’invasione in Ucraina da parte della Russia, FIFA 22 ha deciso di non voler restare a guardare e di mandare un segnale forte per manifestare la propria solidarietà al popolo ucraino e condannare fermamente la guerra.

Per questo motivo, EA Sports aveva annunciato nelle scorse giornate di aver deciso di rimuovere tutti i club russi da FIFA 22 e da altri giochi sportivi: un gesto simbolico che si allinea anche alla decisione di FIFA e UEFA di sospendere la nazionale e i club della Russia dalle competizioni internazionali.

Il publisher aveva inoltre svelato di aver interrotto la vendita di giochi e contenuti in-game sugli store russi, non solo dai canali ufficiali di Electronic Arts ma anche da altri store.

Dopo aver già confermato l’eliminazione delle squadre russe dalle modalità base del gioco, EA Sports aveva già dichiarato che stava valutando anche cambiamenti su «altre aree dei propri giochi», lasciando intendere che anche FUT avrebbe visto modifiche a breve termine.

Come riportato da Game Rant, alla fine è arrivato un annuncio che era nell’aria da tempo: anche la modalità Ultimate Team ha rimosso ufficialmente tutti i giocatori e club russi, oltre a ogni elemento in-game legato alle manifestazioni della Russia.

I giocatori che hanno già sbloccato tali elementi potranno mantenerli nel loro inventario, ma per tutti gli altri utenti da questo momento non ci sarà più alcuna possibilità di ottenerli dai pacchetti in vendita.

La decisione si riflette naturalmente anche sugli oggetti consumabili, che ostacoleranno inevitabilmente l’utilizzo dei giocatori e manager coinvolti dal ban di FIFA 22.

Russian items will now be removed from FUT from FIFA

Per assicurarsi che nessun utente riesca a trarre profitto dalla scarsità di giocatori e club, il publisher ha anche imposto un blocco a tutti gli elementi coinvolti dal ban: non potranno dunque essere messi all’asta giocatori ed elementi in-game russi non più disponibili.

In ogni caso, la decisione sembra aver coinvolto soltanto le manifestazioni russe e non tutti i calciatori provenienti da quel territorio: i giocatori della Russia che sono stati ingaggiati da club all’estero risultano, almeno per il momento, ancora acquistabili e utilizzabili.

Sono sempre di più gli sviluppatori che hanno deciso di prendere posizione contro la guerra in Ucraina: nelle scorse ore anche Ubisoft e Take-Two hanno annunciato di aver interrotto tutte le vendite in Russia.

Se siete appassionati della modalità Ultimate Team, potete acquistare FIFA Points per FIFA 22 comodamente su Amazon.