News 2 min

Elden Ring, qual è il volto degli NPC mascherati? Lo svela il nuovo video

Anche gli NPC mascherati di Elden Ring hanno volti unici: li svela un nuovo video.

L’Interregno di Elden Ring è un luogo incredibilmente ricco di personaggi carismatici, alcuni dei quali non sono però visibili chiaramente in volto: una scelta di game design che non fa altro che aumentarne il fascino.

Una scoperta decisamente curiosa ha però rivelato che anche molti di questi NPC di Elden Ring hanno in realtà un volto programmato e disegnato dagli sviluppatori, che può perfino essere ricreato all’interno dello stesso strumento di creazione personaggi.

I personaggi secondari sono uno degli aspetti più apprezzati dell’ultimo capolavoro di FromSoftware: non deve dunque sorprendere che l’ultimo aggiornamento si sia concentrato prevalentemente su di essi.

Quello che però ha sorpreso molti fan è stato scoprire che non solo i personaggi mascherati hanno davvero un viso, nonostante non sia mai visibile in-game, ma che sono addirittura unici e con diverse differenze (via PC Gamer).

Il dataminer Zullie the Witch ha infatti scoperto che molti personaggi possono essere addirittura importati nel character creator: questo consente di poter osservare nel dettaglio le caratteristiche dei loro volti.

Sfortunatamente, non tutti i personaggi possiedono le stesse caratteristiche dei Senzaluce: esistono infatti NPC importanti come Melina e Ranni che non possono essere importati nello strumento di creazione degli avatar.

Questo non impedisce però di dare uno sguardo a tanti altri NPC di Elden Ring tra i più amati, notando particolarità molto interessanti: per esempio, Varré mostra un tatuaggio rosso in fronte, mentre D il cacciatore di morti svela avere un volto pallido con capelli bianchi.

Potete osservare nel dettaglio tutti i volti nel video pubblicato su YouTube da Zullie the Witch, che vi riproporremo di seguito:

 

Sicuramente è molto curioso scoprire una tale cura per i dettagli anche per dei volti che i giocatori non hanno mai la possibilità di vedere all’interno del gioco: siamo certi che molti giocatori vorranno usare queste informazioni durante una seconda run del titolo, da affrontare con le sembianze dei propri personaggi preferiti.

Del resto, ci sono giocatori che si fingono NPC pur di evitare le invasioni dei giocatori avversari, anche se in quel caso si tratta di avversari più comuni.

In ogni caso, a rubare la scena nell’ultimo soulslike sono sempre i boss: un video ha fatto sfidare in duello due dei nemici più amati di tutta l’avventura.

Se volete immergervi in un’altra amata e difficile avventura di FromSoftware, su Amazon potete acquistare Bloodborne Game of the Year a un prezzo speciale.