Dreams in anteprima | Un primo sguardo alla Create Mode

Anteprima
A cura di Roberta Pagnotta - 11 Ottobre 2018 - 10:03

Nel corso della Milan Games Week 2018, abbiamo avuto modo di dare uno sguardo più approfondito a Dreams, la nuovissima e promettente creatura degli autori di Little Big Planet e Tearaway Unfolded. In occasione dell’evento, Abigail Heppe, Comunication Manager di Media Molecule, ci ha raccontato tutto riguardo le possibilità offerte dalla Create Mode del gioco, mettendone in evidenza alcuni interessanti ed inediti dettagli.

Dreams: dare forma ai propri sogni

Dreams non si presenta come un gioco, ma come un vero e proprio spazio creativo all’interno del quale l’utente avrà la possibilità di creare videogiochi e mini-giochi, dando liberamente sfogo alle proprie intuizioni e al proprio estro. In Dreams non c’è limite alla fantasia: il giocatore potrà creare qualsiasi tipo di avventura interattiva, partendo dagli sparatutto, passando per i platform in 2D ed in 3D, sino ad arrivare persino ai rythm game, alle avventure testuali e a tanto altro ancora.

Dreams Anteprima Ps4 02

E a riprova di ciò, Abigail non ha esitato ad offrirci un assaggio di tali possibilità, illustrandoci tutto quello che potremmo creare in Dreams. I livelli all’interno del gioco vengono denominati appunto sogni, in chiaro riferimento alle componenti surreali, creative ed immaginifiche che caratterizzano l’attività onirica. Il titolo riprende in larga parte i valori produttivi di LittleBigPlanet, con annessa la sua formula basata sul motto “crea, gioca e condividi”.

Non è infatti un caso che l’ambizioso e atipico sandbox di Media Molecule, poggi le sue radici proprio sulla modalità creativa di quest’ultimo, ma puntando molto più in alto e senza tutti i limiti annessi al genere. Come LittleBigPlanet, Dreams permetterà infatti di condividere online tutte le proprie creazioni, dagli interi livelli fino ad arrivare agli asset, e attraverso un sistema di votazioni metterà in evidenza i lavori più interessanti.

Dreams Anteprima Ps4 03

Abigail  inizia col mostrarci tutta una serie di avventure create dal team di Media Molecule, ognuna estremamente diversificata in quanto a meccaniche, scenari, obiettivi e atmosfere. Ad affascinare è sicuramente la profondità e l’estrema intuitività dell’editor di sviluppo. Esso si divide in diverse macro-sezioni, ognuna dedicata alla personalizzazione di ogni più piccolo elemento presente su schermo.

Le possibilità creative sono pressocché infinite: cliccando infatti sui vari strumenti messi a disposizione all’interno del livello sarà possibile creare superfici, colorarle, animarle e segnarne la traiettoria; assemblare poligoni e disegni da spostare o animare in qualsiasi momento; e per finire modificare la luminosità, la risoluzione, il contrasto o aggiungere filtri particolari all’immagine di gioco.

Dreams Anteprima Ps4 04

Inoltre, attraverso lo strumento Studio Light, si potranno posizionare delle luci all’interno del proprio livello e cambiarle a seconda del momento, creando così un effettivo ciclo giorno-notte; e ancora con lo strumento Pittura, invece, sarà possibile disegnare e animare le proprie creazioni (ad esempio Abigail ha dimostrato le funzionalità di tale strumento, creando dei fuochi d’artificio con pochi tocchi).

In ogni momento si potrà passare dalla modalità creazione alla modalità in game, così da permettere al giocatore di vedere come appare ciò che si è creato e se il tutto funziona come dovrebbe.

Ma uno degli aspetti più interessanti riguarda sicuramente lo strumento audio. Quest’ultimo permette al giocatore di realizzare un accompagnamento sonoro ex novo grazie ai sensori di movimento del pad oppure sfruttando la combinazione di jingle, effetti sonori e suoni predefiniti o creati da altri utenti.

Lo strumento in questione presenta una timeline in cui è possibile disporre i brani creati e collegare certi suoni a determinate animazioni. Addirittura è possibile importare registrazioni audio utilizzando Playstation Camera o qualsiasi altro tipo di componimento sonoro. I file musicali, infatti, saranno l’unica tipologia di contenuto multimediale che potremmo importare in Dreams.

Dreams Anteprima Ps4 05

Per quanto, però, i sogni interattivi di Abigail ci abbiano a dir poco stupiti, gli interrogativi riguardo la nuova creatura di Media Molecule rimangono ancora tantissimi. Se da un lato le possibilità espressive offerte dall’esperienza risultano a dir poco affascinanti per la quantità e l’accessibilità degli strumenti messi a disposizione,  dall’altro i limiti riguardanti la quantità di elementi e dettagli da inserire all’interno del livello ci spingono a elaborare ulteriori riflessioni.

Dreams Anteprima Ps4 06

In Dreams, infatti, lo spazio di creazione, seppur ampio, è in ogni caso limitato . E più il livello diventa pieno ed articolato e più l’effettivo spazio a disposizione diminuisce. Ovviamente, starà al giocatore decidere fin dove spingersi, quanto renderlo complesso e quanti oggetti e dettagli includere al suo interno. Sta di fatto che le esperienze che ci siamo trovati di fronte sono apparse ad un primo sguardo piuttosto lineari e semplici a livello di meccaniche, decisamente un aspetto che potrebbe risultare limitante ai fini di un’effettiva giocabilità.

Dreams sarà disponibile nel 2019 in esclusiva per Playstation 4 e vanterà oltre al supporto al lancio di Playstation VR, anche una modalità multigiocatore fino a quattro giocatori che sarà resa disponibile poco dopo l’uscita tramite una prima e corposa patch.

Dreams è un elogio al valore della creatività e molto più che un semplice videogame: è uno spazio creativo virtuale in cui le fantasie del giocatore prendono forma e spessore. Se è pur vero che il nuovo titolo di Media Molecule riesce ad ammaliare per la sua articolata struttura, per la varietà di ambientazioni che è possibile combinare e per le incredibili possibilità di personalizzazione offerte dai suoi tool di sviluppo, resta ancora da capire quanto questi livelli saranno profondi ed appaganti da giocare. Per avere un’idea più chiara sul nuovo e ambizioso progetto di Media Molecule, non ci resta che aspettare il rilascio della versione beta, prevista per fine anno.




TAG: dreams, media molecule, milan games week 2018, playstation 4