News 1 min

DOA Paradise lapidato da ESRB

La Entertaining Software Rating Board ha fornito una descrizione di Dead or Alive Paradise semplicemente sconcertante, lasciando seguire la spiegazione delle meccaniche del gioco da queste testuali parole:“Genitori e consumatori dovrebbero sapere che il titolo contiene un discreto quantitativo di volgare e, a volte, agghiacciante voyeurismo, in particolare quando gli utenti sono chiamati a interagire con i controlli dello zoom. Ma il prodotto contiene anche bizzarre e fuorvianti nozioni di cosa le donne (in una vacanza di due settimane su una località turistica insulare) vogliano davvero. Paradiso non può voler significare combattimenti su tronchi d’albero in tanga sottili quanto fili interdentali.”Senza parole? Beh, dovreste esserlo, soprattutto considerando l’esigenza di oggettività in descrizioni videoludiche similari. Manco a dirlo, infatti, ESRB ha successivamente sostituito queste assurde righe con frasi più ponderate e meno accese.