News 1 min

David Cage: “Detroit mi ha cambiato per sempre”

"I videogiochi non devono essere incentrati sull'uccisione di persone"

Nei giorni in cui si discute dell’arrivo delle tre esclusive PlayStation su PC, Quantic Dream ha compiuto 22 anni e ha celebrato la ricorrenza in una cornice di grande cambiamento per la compagnia.

Cambiamento che, a quanto pare, è coinciso con una maturazione sia dello studio, ora di nuovo aperto allo sviluppo multipiattaforma, sia che del co-fondatore David Cage.

In uno dei tweet condivisi per il compleanno della software house parigina, Cage ha rivelato infatti che “Detroit: Become Human mi ha cambiato per sempre”.

quantic dream

“Mi ha dimostrato”, si legge nel cinguettio, “che i videogiochi non devono essere incentrati sull’uccisione di persone. Possono evocare temi complessi ed emozioni sottili, avere un impatto diverso su persone diverse”.

A dire il vero, potremmo dire che spesso e volentieri sia stato proprio questo lo scopo di Quantic Dream in questi anni con i suoi ultimi titoli.

Sta di fatto che David Cage si sente approdato ad una simile nozione soltanto adesso e grazie all’ormai fu esclusiva PS4: che sia un ulteriore segnale di ciò che ci aspetta nel futuro dello sviluppatore transalpino?