News 1 min

Cyberpunk 2077, Elden Ring su Xbox Game Pass, per uno spot Microsoft rimosso

Xbox Sud Africa ha condiviso sul proprio profilo Twitter un video promozionale, poi rimosso, con numerosi titoli che sarebbero in arrivo nel 2020 su Xbox Game Pass

Xbox Sud Africa ha condiviso sul proprio profilo Twitter un video promozionale, poi rimosso, con numerosi titoli che sarebbero in arrivo nel 2020 su Xbox Game Pass.

La clip include, o per meglio dire includeva, molteplici giochi non ancora annunciati come parte della libreria del servizio, tra cui Cyberpunk 2077, Dragon Ball Z Kakarot ed Elden Ring.

Questa la lista completa dei titoli avvistati nel video:

  • Halo Infinite
  • Gears 5
  • Star Wars Jedi: Fallen Order
  • Minecraft Dungeons
  • Cyberpunk 2077
  • Sea Of Thieves
  • Wasteland 3
  • The Outer Worlds
  • Lego Star Wars – The Skywalker Saga
  • Madden 20
  • State of Decay 2 – Heartland
  • Doom Eternal
  • Microsoft Flight Simulator
  • Forza Horizon 4 – Lego Speed Champions
  • Battletoads
  • Crossfire
  • Borderlands 3
  • Tales Of Arise
  • Bleeding Edge
  • Tom Clancy’s Ghost Recon Breakpoint
  • Elden Ring
  • Dying Light 2
  • Dragon Ball Z – Kakarot
  • Ori And The Will Of The Wisps
  • Tom Clancy’s The Division 2

Come vi abbiamo anticipato, il video è stato prontamente rimosso, per cui potrebbe trattarsi di un semplice errore del reparto marketing di Microsoft del posto oppure di una notizia fornita troppo in fretta.

Si tratta in molteplici casi di titoli che hanno una partnership con Microsoft, per cui potrebbe essersi trattato di un errore nella comunicazione della collaborazione connessa ad Xbox One e non a Xbox Game Pass nello specifico.

O, appunto, ad un “tasto rosso” premuto troppo in fretta e magari di un push notevole della casa di Redmond, l’ennesimo, nei confronti della sua piattaforma di gioco on demand.

Entro inizio 2020, ci è stato detto dal platform owner a X019 di novembre, arriveranno oltre 50 nuovi giochi su Xbox Game Pass, tra cui The Witcher 3: Wild Hunt, sempre da CD Projekt RED.

Fonte