Broforce e la colonna sonora da veri eroi americani | Il Dettaglio

By |25/01/2019|Categories: Rubriche, Speciali|Tags: , |

Avvertenza: l’articolo contiene spoiler su Broforce e sul prossimo Superbowl

Ah, Broforce. Un gioco che riesce a farti uscire pazzo per il nervoso, ridere, scambiare sguardi di intesa virile con gli amici e sentire dell’ottima musica. In questo numero de Il Dettaglio, mi soffermerò proprio sulla colonna sonora del titolo Free Lives, che in effetti rappresenta uno dei particolari stilistici più riconoscibili del gioco stesso. Imbracciate un bel lanciafiamme e iniziamo questo viaggio tra schitarrate potenti, gente con i capelli un po’ troppo lunghi e cattivoni da sconfiggere.

BroForce

Queste sono canzonette da balera, da sagra dell’uva

Andiamo con ordine: Broforce è un titolo in cui il giocatore impersona i membri di un’organizzazione paramilitare che deve sconfiggere l’ennesima minaccia mortale che incombe sulla terra. Il gioco si rivelava molto divertente per il suo ritmo sfrenato e il suo livello di difficoltà appassionante, ma anche per la possibilità di giocare insieme ai propri amici. I personaggi impersonabili, poi, erano un omaggio a tutto il cinema di azione e alle serie TV con protagonisti uomini (e donne) duri. Trovava ovviamente posto Rambro, il personaggio di default, che però poi poteva cedere il passo a Brodell Walker, MacBrover, Ellen Ripbro e tanti, tanti altri.

In mezzo a livelli pieni zeppi di nemici da far fuori nei modi più vari, ecco che il ritmo veniva tenuto sempre bello alto da una colonna sonora che era semplicemente il complemento ideale a quanto si vedeva su schermo. Se durante gli stage, specie i primi, la colonna sonora era piuttosto discreta, ecco che già quando si raggiungeva la fine del livello si veniva premiati con un jingle tanto potente quanto incredibilmente orecchiabile, che ti costringeva a togliere le mani dal pad e iniziare a muorere le dita a caso fingendo di suonare un chitarrone elettrico che nemmeno Joop Walters o Yngwie Malmsteen.

Quelli che, almeno un minimo, sanno suonare o hanno provato a suonare la chitarra elettrica possono intuire che si tratta di un tapping sufficientemente impegnativo. Ho provato a cercare la tablatura di questa specifica composizione in lungo e in largo ma, a quanto pare, non sembrano esserci riscontri. Bisogna andare a orecchio, e forse è anche più divertente.

BroForce il dettaglio 2

Chitarristi ultratecnici micidiali

Chi si cela dietro alle composizioni patriottiche di Broforce? Prima di tutto Deon van Heerden. Metallaro dentro e fuori, il nostro è specializzato in sound design ed è coinvolto nella realizzazione di contenuti per film, trailer, videogiochi e pubblicità. Sul suo sito ufficiale è possibile spulciare informazioni e curiosità, nonché ammirare il video di The Ballad of Rambro, opera basata proprio su un pezzo composto per Broforce che nel 2017 ha vinto il Golden Trailer Award nella categoria “Pubblicità innovative per videogame”.

Nella colonna sonora di Broforce, in ogni caso, spicca potente il tema principale, realizzato dagli Strident, di cui van Heerden fa parte come chitarrista e cantante. Il gruppo, che ha all’attivo anche alcuni album, ha una sua pagina su Metal Archives, e oltre al compositore include il bassista Pi Delport, il batterista Christian Burgess e il tastierista Helgard Muller.

BroForce il dettaglio 3

Questo gruppo di discreti signori ha dato vita al Broforce Theme Song, ascoltabile a questa pagina. Il tema è stato utilizzato soprattutto nel trailer di lancio, ed è forte di alcune frasi veramente intense come quella ascoltabile all’inizio del ritornello:

“Broforce! Kicking ass for justice and for liberty”

Tra gli altri temi degni di nota spiccano in generale tutti quelli che sottolineavano alcuni specifici momenti dell’azione di gioco, come End of the Line, The Alpha Xenomorph e We Meet at Last: queste composizioni avevano il compito di celebrare la vittoria del giocatore e riuscivano sempre a dare la giusta carica per andare avanti nel livello successivo.

BroForce il dettaglio 4

Come with me, and live in peace…in Texas

Nelle sequenze finali di Broforce, qualsiasi finale si ottenga, è possibile ascoltare una struggente versione dell’inno americano in puro stile metal, qualcosa che starebbe particolarmente bene prima di una partita di football come Patriots – Rams, che si contenderanno il Superbowl tra pochi giorni in quel di Atlanta, in un’ennesima celebrazione della cultura americana in mondovisione. Certo, nella realtà a cantare The Star Spangled Banner sarà Gladys Knight, l’imperatrice del soul, ma anche la versione proposta in Broforce non sarebbe stata male, e avrebbe fatto scendere una lacrimuccia sul volto degli omoni pronti a contendersi la partita, come da tradizione.

BroForce il dettaglio 5

La colonna sonora di Broforce è costituida da circa 55 brani ed è disponibile in vendita anche su Steam, al prezzo base di € 4,99. Si tratta di una spesa che gli amanti della musica metal e dei videogiochi potrebbero prendere in serie considerazione, anche per ricordare alcuni dei momenti epici del gioco, come il combattimento finale contro Satana.

Broforce è un titolo divertente e, anche se non esente da difetti, si fa ricordare per la sua originalità. Parte del suo carattere patriottico è sicuramente dato dalla colonna sonora, che include brani veramente molto piacevoli da ascoltare. Vi ricordate un particolare momento di gioco in cui gameplay e musica si sono combinati in maniera epica?