News 2 min

Compagnia tiene una riunione di prova su Animal Crossing (ma non è andata benissimo)

Si parla di lavoro a distanza e riunioni virtuali, quindi perché non farle su una bella isola accogliente?

Stiamo vivendo in un’epoca in cui, volenti o nolenti, tutti devono prendere un po’ di confidenza con lo smart working, o il telelavoro, come preferite chiamarlo. Digitalizzare le mansioni di alcune occupazioni, nel limite del possibile, ci consente infatti di stare lontani – e di incontrarci in video conferenze, magari su Skype, su Zoom, o su qualsiasi altra piattaforma che consenta di interagire in tempo reale in digitale. Come Animal Crossing: New Horizons.

Sì, probabilmente pensate di aver letto male, ma è proprio così: dal momento che il gioco di Nintendo sta ospitando attività tra le più svariate, compresi matrimoni, qualcuno ha pensato di tentare un esperimento e di tenere la riunione della propria compagnia proprio all’interno del gioco, scrivendo poi un articolo di resoconto in merito a come sia andata.

Stiamo parlando del sito giapponese Livedoor, che ha deciso di far incontrare il suo team editoriale sull’isola di uno di loro, in modo che potessero mettersi comodi e discutere di quanto c’era da discutere. Come è lecito aspettarsi, però, non tutto è andato proprio liscissimo, con un grande pro: tutti si sono divertiti.

In un reportage tra il serio e il faceto, il sito spiega di aver aperto l’isola andando all’aeroporto di Dodo Airlines e impostando un PIN Dodo, in modo che solo chi possiede la password possa venire in visita. I dipendenti si sono poi trovati in diverse aree preposte e, tra una chiacchiera e l’altra con il sistema di messaggistica in-game, si sono anche concessi qualche scorribanda di pesca, tanto per intervallare un po’ con il lavoro.

Così, il resoconto giunge alla fine: tra i pro, come accennavamo, c’è il fatto che discutere di lavoro così sia molto più divertente. Oltretutto, i dipendenti riferiscono che «comunicare, all’interno di un gioco, è più facile.»

Tra i contro, in modo altrettanto prevedibile, si segnala l’assenza della possibilità di inviarsi file allegati (!). Inoltre, non tutti i dipendenti sono facilmente riconoscibili, anche perché alcuni uomini hanno avatar donne e viceversa, quindi può generarsi un po’ di confusione su chi stia dicendo cosa, perché non è facile associare ogni personaggio alla controparte reale.

Insomma, il verdetto è emesso: non usate Animal Crossing: New Horizons per ospitarci le vostre riunioni di lavoro. Che è proprio quello che stavate pianificando di fare, no?

Fonte: Livedoor