Anche la Chiesa si scaglia contro le loot-box

Anche la Chiesa in Regno Unito si pronuncia contro le loot-box, affermando che certe meccaniche da "gioco d'azzardo" dovrebbero essere tenute lontane dai giovanissimi

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 18 Settembre 2019 - 14:20

Sembra proprio che le loot-box non piacciano a nessuno – a parte che ai publisher che possono monetizzare e rifarsi dei loro investimenti, integrandole nei videogiochi. Così, dopo il dibattito politico che ha portato avanti il diuturno quesito – le loot-box sono gioco d’azzardo? – a pronunciarsi è stato anche il Dr. Alan Smith, vescovo della Chiesa d’Inghilterra e di St Albans, secondo il quale la meccanica delle casse premio rappresenta a tutti gli effetti un pericolo per i videogiocatori più piccoli.

Secondo il vescovo, infatti, questo tipo di struttura rappresenta una trappola che «conduce al gioco d’azzardo», rendendo i «prodotti pericolosi» e di fatto «mettendo sul piatto la vita dei bambini».

loot-crate-paragon

Effettivamente, già nei giorni scorsi la Culture Select Committee aveva sancito che bisognerà muoversi per modificare la normativa in materia di loot-box, per assicurarsi che solo i maggiorenni abbiano accesso a questo tipo di meccaniche all’interno dei videogiochi. Secondo il Dr Smith «la Commissioen ha sottolineato quello che i genitori e i tutori avevano già capito: dei giochi apparentemente innocui che invece hanno al loro interno delle loot-box stanno trasformando del gioco innocente per i bambini in una via verso il gioco d’azzardo».

Il vescovo, con decisione, aggiunge anche che «i giochi dovrebbero essere un luogo di avventura e scoperta, non un veicolo di monetizzazione a spese dei bambini. […] Dobbiamo fare qualcosa, non nel prossimo futuro ma adesso. Dal momento che presto le persone cominceranno a comprare giochi come regali di Natale, è opportuno che genitori e tutori sappiano cosa stanno comprando ai loro bambini».

battlefront-2-loot-box

Secondo il Dr Smith, insomma, è opportuno che il Regno Unito si muova per fare in modo che questo tipo di meccaniche non sia più accessibile ai giovanissimi. Il dibattito è aperto e, come sapete, qualche tempo fa Electronic Arts aveva fatto molto discutere, dopo aver definito le loot-box delle «meccaniche a sorpresa», esattamente come aprire un uovo Kinder Sorpresa. Un commento che non era stato particolarmente gradito, in giro per il mondo.

Fonte: Telegraph




TAG: loot box