Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

Come si comporta la nuova soluzione portatile di Acer pensata per i videogiocatori?

Recensione
A cura di Giulia Garassino - 15 Gennaio 2020 - 9:20

Continuano i nostri confronti con i portatili e, dopo aver analizzato la soluzione di casa Lenovo, vi proponiamo quella di casa Acer, con il nuovo Acer Nitro 5. Si tratta, in questo caso, di un portatile di fascia medio-alta, con un processore i7-9750H, scheda grafica GTX 1660 Ti, 16 GB di RAM e un pannello IPS da 144Hz.
Soluzione compatta, dal prezzo contenuto (1600€ circa), ma allo stesso tempo sufficientemente prestante. Andiamo a scoprirla più nel dettaglio.

Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

Contenuto della confezione:

  • Portatile Acer Nitro 5
  • Caricatore
  • Quick Start Guide

Piccolo, maneggevole e decisamente portatile

Acer Nitro 5 è sicuramente un modello pensato per il trasporto. Si tratta infatti di una soluzione abbastanza compatta: 25,5 x 36,3 x 2,6 cm per un peso di 2,7 Kg circa. Certo, il peso può scoraggiare un po’, ma di sicuro le forme sono molto contenute e questo ci consente di riporre il laptop un po’ dovunque senza ingombro.

Lo chassis è realizzato completamente in plastica, probabilmente per mantenere i costi contenuti, ma nonostante questa scelta si dimostra decisamente solido e robusto.

Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

Per quanto concerne l’aspetto, Acer non ha voluto esagerare realizzando un prodotto troppo estroso: ha, anzi, voluto creare una soluzione abbastanza sobria e in linea con gli altri modelli del brand. Troviamo così un design abbastanza lineare, con angoli leggermente smorzati, dalle forme poco affusolate e anzi piuttosto spigolose.

Anche la livrea non mostra particolari fronzoli: una base nera che presenta una scocca superiore liscia, con una copertura a nido d’ape sui bordi e con il solo marchio al centro. Il nero di base viene interrotto qua e là da alcuni dettagli rossi, come il supporto che connette schermo e tastiera, e il contorno di tasti e touchpad.

Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

Il portatile Acer Nitro 5 presenta poi un pannello IPS FHD fino a 120 Hz, con un tempo di risposta di 3ms, risoluzione 1920×1080, da 15,6”, abbastanza luminoso (300nit), incastonato in una cornice da 7,2 mm dove, nella parte superiore, trova posto la webcam.

Sotto lo schermo si presenta poi una tastiera abbastanza ampia, completa del tastierino numerico a lato, ma comunque non troppo ingombrante. I tasti sono abbastanza ravvicinati, non sono meccanici, ma forniscono una piacevole sensazione al tatto.
I pulsanti WASD sono poi leggermente rialzati, cosicché possano essere facilmente individuati durante il gioco. Il touchpad è piuttosto semplice (presenta un solo contorno rosso) ed è abbastanza reattivo. La precisione è in generale buona, sebbene in alcune circostanze non si sia dimostrato al top nella selezione. Peccato, poi, per le dimensioni che sono abbastanza contenute (10,6 cm x 7,8cm) rispetto allo spazio a disposizione.
Il tutto viene poi impreziosito da una illuminazione LED rossa (controllabile direttamente sull’hardware stesso).

Per terminare, lungo i bordi trovano spazio una griglia per l’areazione (posizionata nel bordo oltre lo schermo, dal design decisamente accattivante) e tutte le connettività: abbiamo due porte USB 3.0 Type-A, una USB Type C 3.1, un’uscita HDMI, una porta Ethernet e aggancio Kensington (sul lato sinistro); il jack da 3,5mm per cuffie e microfono, ingresso alimentazione e una porta USB 3.0 (sul lato destro).

Piccolo ma pronto all’uso

Ricordiamo che il portatile da noi testato presenta un processore Intel Core i7-9750H, scheda video NVIDIA GTX 1660Ti e 16GB di RAM. Si tratta, quindi, di una soluzione abbastanza buona per il gioco in FHD, senza troppe pretese.
Vediamo quindi come si comporta alla prova pratica.

L’Intel Core i7-9750H è un processore da 6 core e 12 thread con un TPD di 45W e un clock di base di 2,6GHz che può arrivare in boost fino a 4GHz. Come sempre, accendiamo i motori con un giro sul Cinebench 15, dove il nostro processore ha permesso di ottenere un punteggio di 966 cb.

Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

Per il test successivo abbiamo messo alla prova la macchina con PCMark 10, dove abbiamo ottenuto uno score di 5519 punti.

Per concludere la nostra serie di test sui benchmark, abbiamo testato l’Acer Nitro 5 con Superposition, dove abbiamo ottenuto un punteggio di 10792 in 1080p Medium, 7960 in 1080p High e 3105 in 1080p Extreme.

Naturalmente non ci siamo accontentati dei numeri sui benchmark, quindi siamo scesi un po’ più nei dettagli pratici, testando il portatile su alcuni degli ultimi titoli in nostro possesso.
La scheda NVIDIA GTX 1660Ti, con architettura Turing, si dimostra in grado di gestire più che discretamente i titoli in 1080p, grazie ai suoi 6 GB di VRAM e una connessione a 192 bit.

Nel dettaglio, abbiamo quindi visto che il portatile ha ottenuto su Shadow of the Tomb Raider un punteggio di 11005 in resa fotogrammi, con 73 FPS medi con dettagli massimi e antialiasing TAA (con picchi massimi di 122 FPS e minimi di 58 FPS), mentre 7714 punti e 50 FPS medi con dettagli massimi e antialiasing SMAA4x (picchi massimi di 83 FPS e minimi di 42 FPS).

È stato poi il turno di Assassin’s Creed Odyssey, dove abbiamo ottenuto una media di 50 FPS (minimi a 28 FPS e massimi a 98) con dettagli Ultra. Mentre la media è salita a 61 FPS con dettagli molto alti (minimi di 30 FPS e massimi di 95 FPS).

Ci siamo poi mossi su Bordelands 3, dove abbiamo ottenuto una media di 51,01 FPS con dettagli Ultra, mentre una media di 62,33 FPS con dettagli Alti.

Per quanto concerne le temperature abbiamo fatto un piccolo test con AIDA 64, mettendo sotto sforzo il nostro portatile per un paio di minuti. Il risultato? Abbiamo ottenuto una temperatura media sui 65 gradi, che ha registrato però picchi massimi intorno agli 80 gradi.

Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

Punto abbastanza importante è anche quello relativo allo storage: Acer Nitro 5 monta un SSD da 512GB.

Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

Ma quanto, questo Acer Nitro5,  è davvero in grado di essere una soluzione portatile? Questo è sempre difficile a dirsi, in particolare su dispositivi che, nella maggior parte dei casi, offrono una componentistica davvero interessante, supportata però da una batteria non adeguata. È purtroppo anche il caso di questo laptop: se sfruttato al massimo non è infatti in grado di raggiungere le due ore di autonomia.

Discorso diverso se, invece, si decide di utilizzare il PC in maniera un po’ più tranquilla: nell’uso di tutti i giorni l’autonomia è da considerarsi sufficiente.

Acer Nitro 5: tutta la potenza tascabile – Recensione

+ Batteria buona per l’uso di tutti i giorni...
+ Design compatto e robusto
+ Prestazioni interessanti
+ Prezzo contenuto
- ..ma non sufficiente per il gioco
- Abbastanza rumoroso
- Prestazioni limitate in assenza del caricatore

8.0

Acer Nitro 5 è una soluzione adatta ad una utenza entry-level che vuole giocare senza troppe pretese. Abbiamo davanti una macchina che è in grado di supportare la maggior parte dei giochi con dei risultati tutto sommato soddisfacenti. Il design è abbastanza sobrio, ma non anonimo, ideale anche per chi vuole sfruttare il computer in ambienti lavorativi.
La soluzione di Acer è inoltre abbastanza compatta nelle dimensioni, e questo ne consente il facile trasporto.
Peccato solo per la batteria che, come potevamo immaginare, non è in grado di gestire tutta la potenza dell’hardware.




TAG: acer, acer nitro 5