Anteprima 2 min

Kingdom Hearts: Birth by Sleep

Kingdom Hearts è uno dei brand più amati degli ultimi anni. I due episodi per PS2 sono entrambi considerati dei capolavori del mondo videoludico. All’annuncio dello spin-off per PSP i fan hanno gioito, anche perché l’attesa per Kingdom Hearts 3 pare infinita. Al Tokyo Game Show di quest’anno era presenta una versione giocabile di Birth By Sleep. Andiamo a vedere cosa aspettarci per futuro della saga.

Genere:
gioco-di-ruolo
Data di uscita:

La demo inizia in un’area boschiva inquadrando uno dei protagonisti, Terra, mentre si fa strada attraverso un branco di nemici. Le creature in questione sono molto simili ai classici Heartless ma la loro velocità è indubbiamente superiore a quest’ultimi. Le animazioni sembrano essere davvero ottime, il gioco appare fluido, senza intoppi. Terra mormora qualche frase è subito dopo la battaglia ha inizio.
Nonostante i menù siano ancora totalmente in lingua giapponese si è potuto constatare che il sistema di combattimento è simile a quello visto nelle produzioni per PS2. La vostra arma sarà sempre il fidato Keyblade con il quale potrete effettuare numerosi attacchi dal diverso raggio d’azione. Nella demo giocabile, Terra ha la possibilità entrare in due diverse modalità: Fatal Mode e FireBlazer Mode. Entrambe aumentano di molto le capacità combattive, anche se, non si sa ancora in che modo e se forniranno a loro volta attacchi speciali.
Controllando Terra avrete modo di effettuare attacchi a distanza. Tramite la pressione dei tasti L e R apparirà un piccolo reticolo atto ad aiutarvi nel mirare i nemici. Una volta deciso chi bersagliare, Terra sparerà diversi proiettili d’energia dall’effetto devastante.

Doti grafiche
La qualità tecnica di Kingdom Hearts: Birth By Sleep pare sbalorditiva. Dai video in-game rilasciati nell’arco di quest’ultimo TGS siamo sui livelli d’eccellenza già visti in Crisis Core: Final Fantasy VII, sempre made in Square-Enix. Durante i combattimenti non abbiamo notato nessun rallentamento, anzi. Nonostante ci fossero più nemici a schermo in contemporanea, i quali si muovevano ad alta velocità, il motore grafico non ha avuto incertezze di sorta. Ci si appresta seriamente a raggiungere la qualità dei capitoli per PS2 per quanto riguarda il punto di vista grafico.
Come abbiamo scritto in precedenza, i nuovi nemici assomigliano di molto agli Heartless anche se potrebbero benissimo appartenere ad una nuova specie introdotta per l’occasione.

Considerazioni finali
Kingdom Hearts: Birth By Sleep ci ha notevolmente impressionati. Purtroppo non si sa ancora quanto tempo ci vorrà per avere una data. Nel frattempo speriamo di ottenere più informazioni possibili soprattutto per quanto riguarda la storia e capire in che modo è collegata al filone principale. Vi rimandiamo alle pagine di SpazioGames per i consueti aggiornamenti futuri.