I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Un breve vademecum per i prossimi dodici mesi.

Speciale
A cura di Daniele Spelta - 7 Gennaio 2020 - 11:00

Le aspettative per il 2020 in ambito videoludico sono decisamente alte: l’arrivo delle nuove console previsto per il prossimo periodo natalizio, i dodici mesi ricolmi di titoli di primo piano – The Last of Us Part II e Cyberpunk 2077 solo per citare alcuni nomi – e servizi come Google Stadia e Microsoft Xcloud che entreranno sempre più a pieno regime.

Anni passati con un pad in mano – o mouse e tastiera, a voi la scelta – ci hanno però insegnato con quanta facilità le speranze si tramutino in disillusione ed ecco perché alle volte è meglio affidarsi ad un sano elenco di certezze. Purtroppo non è questo il caso e la seguente lista con i dieci titoli indie più attesi del 2020 potrebbe facilmente diventare una nuova puntata di Chi l’ha visto: i pixel al neon di The Last Night non vi hanno insegnato nulla?

Fall Guys: Ultimate Knock Out

Per chi è cresciuto durante gli anni ‘90, la presentazione di Fall Guys: Ultimate Knock Out durante l’E3 2019 è stata come rivedere una puntata 2.0 del quasi mitologico Takeshi’s Castle. Sviluppato da Mediatonic e pubblicato – ovviamente – da Devolver Digital, questo peculiare battle royale ha tutte le caratteristiche per diventare uno fra i party game più di successo nell’immediato futuro, anche grazie a una sana dose di senso dell’umorismo fatta di personaggi assurdi e pronti a essere eliminati in modi sempre differenti.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Ooblets

La storia di Ooblets è solo uno dei tanti esempi di cosa non funzioni nell’industria dei videogame. Presentato alla conferenza PC dell’E3 2017, l’opera di Glumberland è stata di recente vittima di un odio ingiustificabile, astio dovuto all’esclusività temporale per Epic Game Store. Tutto questo rancore risulta ancora più fuori luogo dopo i primi frame di un qualsiasi trailer di Ooblets, un mix colorato, gioioso e totalmente avulso dalla violenza che unisce in sé caratteristiche prese in prestito dai Pokémon, da Stardew Valley e da Animal Crossing.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Carrion

Se chiudete gli occhi e provate ad immaginare un gioco agli antipodi rispetto a Ooblets, con ogni probabilità nella vostra mente inizieranno a contorcersi i letali tentacoli di Carrion. Violento, putrido e rosso come il sangue, questo action game in 2D e pixel art sviluppato da Phobia Game Studio mette il giocatore nei panni del cugino meno simpatico della Cosa di Carpenter, un mostro dalle mille spirali il cui unico scopo è fuggire da un centro di ricerca e, ovviamente, eliminare qualsiasi cosa gli si pari davanti.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

TUNIC

L’apertura dedicata ai potenziali vaporware non è casuale e TUNIC potrebbe essere l’ennesima conferma. La sua presenza in questa lista è in fondo un augurio e, dopo tanto tempo passato in un limbo silenzioso, tutti speriamo che questo Zelda-wannabe creato da Andrew Shouldice veda la luce in fondo al tunnel e che quella simpatica volpe armata di spada inizi la sua avventura il prima possibile.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Hundred Days – Winemaking Simulator

L’Italia è uno tra i maggiori produttori ed esportatori di vino ed è quindi giusto che in questa lista trovi il suo spazio anche Hundred Days – Winemaking Simulator. Dopo città, ospedali e parchi tematici, il gestionale creato da Broken Arms Games simula l’attività di una fantomatica azienda vitivinicola, dalle radici delle vigne fino all’etichettatura delle bottiglie. Qualora non dovesse rispettare le aspettative, Hundred Days potrebbe comunque essere perfetto per delle sessioni di streaming accompagnate da una degustazioni di buon barolo.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Hollow Knight: Silksong

Il primo Hollow Knight non è stato solo uno degli indie di maggior successo nel recente passato. Nonostante il budget limitato e le contenute risorse umane a disposizione, Team Cherry ha dato vita a un magnifico metroidvania, capace di coniugare esplorazione e fasi action, momenti che convivono dentro un universo di gioco tanto decadente quanto affascinante. Viste le premesse è quindi impossibile non inserire Hollow Knight: Silksong in questo elenco.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

 

Spelunky 2

Dopo rimandi, silenzi e nuovi rimandi, la pubblicazione di Spelunky 2 dovrebbe finalmente avvenire in questo 2020. Possiamo metterci la mano sul fuoco: i lunghi tempi di sviluppo verranno di certo ripagati. Già dal primo prototipo nato nel 2009, Derek Yu ha dimostrato di saperci fare coi metroidvania – e Spelunky fu un geniale Indiana Jones-like pieno di tranelli, scorciatoie, segreti e gemme di game design, tutti ingredienti difficili da bilanciare e che troveranno di certo il loro spazio anche nel secondo capitolo, impreziosito oltretutto dalla co-op online.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Sable

Che cosa sia Sable è difficile da dire, ma con quella direzione artistica è impossibile non riservare in queste righe una menzione all’opera di Shedworks. Con un’estetica a dir poco particolare basata su cel shading, questo avventura riporta alla mente le emozioni provate con Journey, un viaggio attraverso i deserti e le lande desolate di un pianeta alieno. Dopo la presentazione dell’E3 2018, Sable è però sparito dai riflettori – ma quel 2020 indicato sulla pagina di Steam fa ben sperare.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Minute of Islands

Con i suoi strani personaggi e la sua grafica cartoon disegnata a mano, Minute of Islands sembra la classica avventura di fantasia ambientata in un mondo incantato, ma quel pericolo che incombe sul genere umano non è poi molto diverso da quello a cui stiamo andando incontro a causa dei cambiamenti climatici. Al di là di questi rimandi, l’avventura sviluppata da Studio Fizbin sembra bilanciare alla perfezione puzzle, esplorazione e caratterizzazione dei personaggi e ha uno stile visivo decisamente unico: da tenere d’occhio.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Spiritfarer

Le premesse di Spiritfarer non sono delle più incoraggianti, ma proprio queste peculiarità rendono il titolo di Thunder Lotus Game un prodotto così intrigante. Stella – questo il nome della protagonista – ha un compito ingrato: traghettare le anime verso l’aldilà. Su questo incipit è stato costruito un gestionale a dir poco bizzarro, se non altro per i temi affrontati e per la grafica ben diversa rispetto ai freddi menù che spesso accompagnano questo genere di opere.

I 10 indie da tenere sott’occhio nel 2020 – Speciale

Prendete la lista per quello che è: solo una parte dei numerosi titoli indie che appariranno sui vari store durante i prossimi dodici mesi. I nomi potrebbero cambiare in base ai vostri gusti o per via dell’ennesimo rimando, ma non cambierebbe il concetto: accanto alle faraoniche produzioni tripla A, anche il 2020 regalerà sorprese tanto più piacevoli quanto più inaspettate.




TAG: indie