Valve, multa di 3 milioni australiani per i mancati rimborsi

A cura di Paolo Sirio - 23 Dicembre 2017 - 0:00

Valve ha subito una condanna in Australia che la costringerà a pagare una multa da 3 milioni di dollari australiani per l’assenza di una politica di rimborso su Steam all’anno 2014.Com’è noto, la piattaforma di digital delivery permette adesso, con alcune limitazioni legate al tempo di gioco, di ricevere un rimborso nel caso si cambiasse idea su un acquisto.Ma il caso risale a quando le policy di Steam non prevedevano questa possibilità, e quindi Valve contravveniva alle leggi vigenti sul territorio australiano.La Australian Consumer Law impone infatti che “tutti i beni di consumo e i servizi arrivino con garanzie automatiche per i consumatori che siano di qualità accettabile e calzino sul motivo per cui sono stati venduti. Altrimenti, i consumatori hanno diritto ad una compensazione, come rimborsi, riparazioni o sostituzioni in certe circostanze”.Tra l’altro, la software house di Gabe Newell deve esporre la specifica norma sul proprio sito ufficiale per la durata di almeno un anno.Tutto questo accade nei giorni in cui i Saldi Invernali impazzano su Steam. Fonte: PCGamesN




TAG: valve