Torment: Tides of Numenera, inXile spiega la rimozione del crafting

A cura di Marcello Paolillo - 29 Gennaio 2017 - 0:00

Torment: Tides of Numenera è previsto tra poco meno di un mese, ossia per il 28 febbraio 2017 su PC, PlayStation 4 e Xbox One. In questi giorni, però, l’atteso RPG è “vittima” do alcuni tagli e ridimensionamenti messi in atto dal team di sviluppo, tra cui l’omissione della lingua italiana dal gioco. Eric Schwarz di inXile ha spiegato in queste ore cosa ha portato alla rimozione completa del crafting e alla riduzione dei companion presenti nel gioco (da 9 a 6): “Durante lo sviluppo, è diventato chiaro che il classico sistema di crafting non si stava integrando nel gioco. Abbiamo completato alcune progettazioni iniziali, ma tutto finiva per sembrare un sistema da MMO, e non si legava bene al gameplay di Torment. Abbiamo quindi ricollocato le risorse cercando di approfondire e migliorare Cypher e Artifact”.Per quanto riguarda i companion, considerando la presenza di centinaia di dialoghi diversi, tagliarli è stato un malus necessario per limitare il carico di lavoro del team.Fonte: Dsogaming




TAG: torment tides of numenera