News 2 min

The Last of Us – Part II, Naughty Dog premia Neil Druckmann (e non solo)

Naughty Dog ha deciso di premiare i suoi dipendenti, a partire da Neil Druckmann, dopo il grande successo di The Last of Us - Parte II.

I risultati che Naughty Dog ha raggiunto con il suo The Last of Us – Parte II non sono passati inosservati sotto gli occhi dei piani alti della compagnia. Per questo motivo, il presidente Evan Wells ha oggi pubblicato un annuncio, svelando alcune importanti novità nell’assetto della software house, che premiano coloro che hanno coordinato i lavori sul videogioco uscito lo scorso giugno.

Apprendiamo così che Neil Druckmann è stato ora promosso alla carica di co-presidente di Naughty Dog, dopo che per tre anni era stato vice presidente (oltre che direttore di The Last of Us – Parte II). Non si tratta della sola promozione: Alison Mori passa infatti alla posizione di vice presidente, esattamente come Christian Gyrling. Entrambi, in precedenza, avevano altre cariche — rispettivamente quella di Direttore delle operazioni per Mori e di Co-direttore della programmazione per Gyrling.

Neil Druckmann è ora co-presidente di Naughty Dog

Come spiegato dall’ora co-presidente Wells:

Abbiamo un team incredibile in Naughty Dog e avere la possibilità di lavorare con tutte queste persone è davvero significativo, in un periodo come questo. Mi sento orgoglioso del team, quando ho la possibilità di riconoscere i loro obiettivi raggiunti e i contributi che hanno dato. Congratulatevi anche voi!

Rimaniamo ora in attesa di scoprire cosa stia bollendo nella pentola di Naughty Dog: di recente la compagnia ha diffuso un nuovo trailer (fitto di spoiler!) relativo a The Last of Us – Parte II, dedicato al personaggio di Abby. Al di là del fatto che probabilmente si tratti di un video celebrativo, magari anche in virtù delle tante nomination agli imminenti The Game Awards, alcuni appassionati si domandano se non alluda a qualche contenuto extra a sorpresa per il gioco.

Nel frattempo, Neil Druckmann è anche impegnato nel ruolo di co-produttore della serie HBO dedicata al franchise, che sarà realizzata dal pluripremiato showrunner di Chernobyl.

Se volete scoprire cosa abbia di speciale The Last of Us – Part II, l’unico modo per farlo davvero è giocarci: approfittate del prezzo di Amazon per farlo.