Tencent dona 100 milioni di dollari per la battaglia al coronavirus

Un gesto davvero importante.

A cura di Marcello Paolillo - 25 Marzo 2020 - 21:13

Tencent è una delle più importanti società per azioni d’investimento cinesi, fondata nel 1998 da Ma Huateng e Zhang Jindong.

Le varie sedi offrono infatti servizi per l’intrattenimento, internet, telefonia mobile e – ultimo ma non meno importante – il settore dei videogiochi.

Questa settimana, il colosso ha annunciato il lancio del Global Anti-Pandemic Fund, un investimento di ben 100 milioni dollari pensato per aiutare a frenare la diffusione devastante di COVID-19. Anche Netflix e Facebook hanno stanziato la stessa somma per combattere il cosiddetto coronavirus.

Tencent dona 100 milioni di dollari per la battaglia al coronavirus

Nel caso della società con sede a Shenzhen, il finanziamento iniziale sarà mirato a donazioni di forniture sanitarie pratiche e di vitale importanza, compresi dispositivi di protezione e altri prodotti per ospedali e operatori sanitari di primo intervento.[/caption]

Tencent aveva già istituito un fondo anti-pandemico per sostenere gli operatori sanitari in Cina, con circa 211 milioni di dollari devoluti nell’ambito di tale sforzo.

«COVID-19 sta incidendo drasticamente sulle persone di tutto il mondo», ha dichiarato il presidente di Tencent Martin Lau in un comunicato stampa. «Stiamo affrontando questa sfida insieme e Tencent è impegnata a sostenere la risposta internazionale alle emergenze. Sulla base dell’esperienza in Cina e del feedback raccolto dagli ospedali di tutto il mondo, riconosciamo che c’è un urgente bisogno di DPI e altre forniture mediche, in particolare all’inizio della pandemia, quando i canali di approvvigionamento tradizionali non possono far fronte all’improvviso aumento di necessità.»

Sicuramente, si tratta di un aiuto molto importante che non passerà di certo inosservato. Ricordiamo anche che secondo un articolo pubblicato su GameDaily.biz a firma dell’head of games di Nielsen, Tencent acquisirà Ubisoft nel 2020.

Fonte: TechCrunch




TAG: coronavirus, tencent