Studio indie comprende la “minaccia” del cross-play per i platform owner

Lo sviluppatore ha accostato questo passaggio al supporto degli indie game sulle console

News
A cura di Paolo Sirio - 27 Maggio 2019 - 19:53

Quello del cross-play è stato un tema caldissimo nell’ultimo paio d’anni e, con l’ingresso graduale nella famiglia di Sony, anche l’ultimo muro sembra caduto.

Uno studio indie, Creamative (Clan N), si è espresso in tal senso ai microfoni di GamingBolt, confessando di comprendere le ragioni che hanno visto il platform owner di PS4 così titubante nell’approccio all’argomento.

“Possiamo comprendere che, dalla prospettiva di un platform owner, questa è una minaccia per l’esclusività di quella piattaforma”, spiegano dal team.

dauntless

“Ma i trend dimostrano che questa diventerà una norma nel futuro a breve termine, e noi crediamo che tutte le piattaforme si incontreranno su un terreno comune”.

Lo sviluppatore ha accostato questo passaggio al supporto degli indie game sulle console, “che è stato quasi inesistente fino a qualche anno fa”.

Andrà davvero così? Sempre più giochi, intanto, supportano il cross-play su tutte le piattaforme e Dauntless è stato di recente un altro caso in tal senso.

Fonte




TAG: Cross-play