Stadia non avrà opzioni per l’accessibilità, potrete usare i crediti di Play Store

A pochi giorni dal debutto di Stadia, sono stati rivelati alcuni dettagli sulla piattaforma in cloud di casa Google

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 14 Novembre 2019 - 13:07

Google Stadia farà ufficialmente il suo esordio il prossimo 19 novembre e, in attesa di quel giorno, nel corso di una sessione AMA su Reddit Google ha svelato alcuni dettagli importanti relativi alla sua piattaforma. A raccoglierli e riproporli è stato il giornalista Russell Holly, che sul suo profilo Twitter ha fornito un resoconto dei punti salienti – soprattutto in merito a cose che non erano state rese note in precedenza.

Questi i dettagli più succosi rivelati:

  • Al lancio, non ci sarà un sistema di Achievement. Verranno comunque sbloccati mentre proseguirete nel gioco, per essere mostrati in seguito, quando il sistema sarà ufficialmente integrato. Non c’è, per il momento, una data di riferimento per il lancio di questi Obiettivi da sfoggiare.
  • Chromecast Ultra non supporterà Stadia. Avrete bisogno del Chromecast Ultra della Founders Edition, per supportare Stadia fin dal suo day-one. «Presto» ci sarà un aggiornamento per ovviare a questo inconveniente, ma non c’è una data di riferimento.
  • La condivisione di famiglia non sarà supportata al lancio. Se volete giocare a un titolo e vuole giocarci anche vostro figlio, dovrete averne… una copia a testa, sui vostri account.
  • Per il lancio di Stadia sarà necessario avere uno smartphone. Oltretutto, sarà anche necessario per comprare i giochi, il che lascia supporre che non ci sia un altro modo di accedervi, magari da browser o da una possibile dashboard del Chromecast. Leggiamo che «non avrete bisogno del vostro telefono a ogni utilizzo di Stadia, ma ne avrete bisogno per il setup iniziale e per l’acquisto dei giochi. Una volta eseguita la connessione, potete giocare potete semplicemente prendere il vostro controller e premere il tasto Stadia.»

Stadia non avrà opzioni per l’accessibilità, potrete usare i crediti di Play Store

  • Stadia manterrà la vostra partita aperta fino a dieci minuti sui suoi server, in caso dobbiate cambiare dispositivo. Se, ad esempio, state giocando sulla TV e qualcun altro la reclama, potrete spegnere e riprendere su un altro dispositivo, consci che la vostra sessione di gioco rimane aperta per svariati minuti, prima che sia considerata conclusa.
  • Potrete utilizzare le carte regalo di Google Play Store e i suoi crediti per comprare i giochi sul catalogo. Se avete accumulato crediti come quelli che vengono corrisposti per i questionari di Google, ad esempio, potrete spenderli.
  • La funzionalità Buddy Pass, che consente di donare tre mesi di Stadia a un amico, non sarà disponibile al lancio nella Founders Edition.
  • Al momento, non ci sono piani per l’accessibilità di Stadia, con Google che sta valutando delle ipotesi ma non ha ancora niente nella sua tabella di marcia. Questo è sicuramente un passo indietro rispetto alla direzione intrapresa, finalmente, dall’industria dei videogiochi.

Vi ricordiamo che, per tutti gli ulteriori dettagli su Google Stadia, potete fare riferimento alla nostra scheda dedicata.

Come vi sembrano queste precisazioni sulla prossima “console senza corpo” della compagnia di Mountain View?

Fonte: Twitter




TAG: Google Stadia