News 2 min

Sony annuncia il team Sony Immersive Music Studios: incontro di musica, PlayStation VR e Unreal Engine

Sony ha annunciato Sony Immersive Music Studio, una sua nuova sussidiaria che si avvarrà di Unreal Engine e PS VR per esperienze uniche.

Sony non ha mai nascosto, anche approcciandosi alla nuova generazione videoludica che ha inaugurato con PlayStation 5, di voler guardare anche e soprattutto all’aspetto sonoro delle esperienze di intrattenimento. Per questo motivo, ad esempio, abbiamo sentito tanto parlare del Tempest Engine di PS5, ed è per questo motivo che apprendiamo oggi dell’apertura della nuova sussidiaria Sony Immersive Music Studios – che realizzerà esperienze musicali in Unreal Engine, vivibili anche in realtà virtuale.

La notizia è stata lanciata dal portale MusicBusinessWorldwide, nel report del quale l’investimento di Sony pari a $250 milioni in Epic Games, lo scorso luglio, assume estremamente più senso: Sony Corporation of America (non, quindi, la divisione specificamente gaming, che è Sony Interactive Entertainment) ha infatti annunciato Sony Immersive Music Studios, che si concentrerà sulla «realizzazione di esperienze musicali immersive attraverso il potere della creatività e della tecnologia», che prenderanno corpo in Unreal Engine.

Sony vuole portare le sue conoscenze dei mondi virtuali anche nell'ambito musicale

A guidare questa divisione sarà Brad Spahr, «sviluppatore pluripremiato di esperienze di prossima generazione basate sull’intersezione tra musica, realtà immersiva e gaming»Al CES, ad esempio, è stato svelato che Sony Immersive Music Studios si occuperà di virtualizzare una performance di Madison Beer, che sarà ricreata con un «avatar virtuale ultra-realistico» e che gli appassionati potranno seguire con una tecnologia che costruirà la grafica tridimensionale in tempo reale, attraverso Unreal Engine, anche su PlayStation VR e Oculus VR.

Mentre il debutto di questo contenuto dedicato a Beer è fissato per questo inverno (e potrete godervelo anche in due dimensioni nei servizi di streaming), appare chiaro come Sony voglia portare il suo know-how sui mondi virtuali e le tecnologie che permettono di realizzarli anche in altri ambiti in cui opera, come quello musicale.

Legittimo, visto questo focus sempre più marcato, aspettarsi che anche le esperienze sonore dei futuri videogiochi si arricchiscano come promesso? Attendiamo di testare futuri e ulteriori first-party PS5 per scoprirlo.

Se volete acquistare le cuffie Pulse 3D per PlayStation 5, tenetele d’occhio su Amazon.