News 2 min

Resident Evil 3 vende la metà di Resident Evil 2, Capcom: tutto da previsioni

I dati di vendita di Resident Evil 3 segnano una forte flessione rispetto alle ultime uscite della saga horror

Resident Evil 3 non ha replicato i numeri del precedente remake di casa CapcomResident Evil 2. Anzi, a guardare i nudi e duri numeri, non ci è andato nemmeno vicino. Il ritorno di Jill Valentine e del terribile Nemesis, infatti, ha messo insieme 2,7 milioni di unità nelle dodici settimane (o tre mesi, se preferite) trascorse dal lancio. Nello stesso periodo, Leon Kennedy e Claire Redfield ne avevano fatto registrare 4,2 milioni.

Si tratta di una decrescita del 55% rispetto al remake precedente, ma anche del 30% rispetto all’apprezzato Resident Evil 7, che mise insieme in poco più di due mesi ben 3,5 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Andando ancora più a ritroso, Resident Evil 3 perde qualcosa anche rispetto a Resident Evil 6Resident Evil 5, che nei loro primi tre mesi avevano fatto registrare rispettivamente vendite per 4,8 milioni e per 5 milioni di copie. Vale anche la pena sottolineare – come sicuramente ricorderebbe il nostro Domenico – che in questo caso parliamo di veri e propri titoli action, con quindi un potenziale bacino di pubblico estremamente più ampio rispetto allo zoccolo duro degli horror.

Resident Evil 3 non è riuscito a replicare i numeri di Resident Evil 2

Tuttavia, prendendo in analisi questi numeri Capcom si è mostrata tutt’altro che preoccupata: la compagnia giapponese ha spiegato agli investitori che le vendite di Resident Evil 3 sono state in linea con le performance avute dal gioco originale su PlayStation, che a sua volta risultò meno popolare (e quindi meno remunerativo) rispetto al secondo capitolo.

Nelle parole del publisher nipponico:

In riferimento ai trend di vendita di Resident Evil 3: Nemesis, tenuto anche conto dell’andamento dell’originale, le vendite non si sono spostate particolarmente dai nostri piani interni. Guardando avanti, valuteremo delle strategie di prezzo che mirino al periodo delle vacanze natalizie, a partire dall’autunno e fino alla fine dell’anno.

Legittimo, quindi, aspettarsi tagli di prezzo che spingano ulteriormente la popolarità di Resident Evil 3, in vista del periodo di novembre-dicembre, come da piani di Capcom.

Va anche ricordato che, come ricorderete, il remake dell’avventura di Jill Valentine è arrivato sul mercato in piena quarantena, al punto che molti giocatori che avevano prenotato la loro copia fisica non sapevano come andare a recuperarla a causa della chiusura dei negozi. Vedremo, tuttavia, se nel lungo corso questo divario con Resident Evil 2 si assottiglierà, e se il terzo capitolo riuscirà a ritagliarsi una fetta di mercato più imponente.

Se volete portare a casa Resident Evil 3, potete acquistarlo a un prezzo conveniente sulle pagine di Amazon.