News 1 min

Reset Earth è il gioco dell’ONU per salvare il buco nell’ozono

I videogiochi per trasmettere valori ambientali positivi alle nuove generazioni

L’ONU ha realizzato un gioco chiamato Reset Earth per educare i giovani sull’importanza di salvaguardare l’ozonosfera e di assumere atteggiamenti volti a ridurre le dimensioni del cosiddetto buco nell’ozono.

Reset Earth sarà disponibile su App Store per iOS e Google Play per Android a partire dal 10 febbraio, ed è un platform in 2D con grafica disegnata a mano.

Il gioco permette di effettuare uno switch tra diversi protagonisti e usare le abilità di ognuno di loro per attraversare quattro livelli.

Nei quattro livelli si trovano differenti puzzle, ciascuno dei quali ha l’obiettivo di raccontare la storia dell’ambiente e la scienza al lavoro per salvaguardarlo.

Reset Earth è anche un film d’animazione in uscita il 24 gennaio, ambientato in un mondo distopico nel 2084, dove ozono è stato completamente distrutto e la vita umana è stata messa a repentaglio da un virus chiamato “the grow”.

Nel film, come leggiamo su Eurogamer.net, tre giovani viaggiano nel tempo per salvare il pianeta e l’umanità, scoprendo la causa scatenante di questo virus e assicurandosi che venga firmato il protocollo di Montreal.

I videogiochi vengono dunque utilizzati, in collaborazione con altri media come il cinema, per favorire l’educazione dell’utenza globale.

Recentemente, erano però finiti nel mirino del New York Times, secondo cui in tempo di COVID-19 la loro disponibilità avrebbe causato problemi ai più piccoli.

Se volete prenotare Xbox Series X, vi raccomandiamo di tenere d’occhio la pagina dedicata su Amazon.