PS5 e Project Scarlett, i primi titoli con ray tracing gireranno a 1080p per Quantic Dream

Project Scarlett e PS5 sono attese per le vacanze natalizie del 2020

News
A cura di Paolo Sirio - 7 Agosto 2019 - 19:20

In un’intervista concessa a DualShockers, il co-fondatore di Quantic Dream David Cage ha discusso dell’implementazione del ray tracing su PS5 e Project Scarlett.

In passato abbiamo riportato che, a detta proprio di Cage, il ray tracing viene considerato come la next big thing nel mondo dei videogiochi. Tuttavia, ci sarebbero dei compromessi da adottare per portarlo su console.

“La nostra analisi attuale è che pochi studi andranno sull’8K perché necessiterà troppi compromessi sulla qualità del gioco”, ha premesso il francese di origini avellinesi, partendo dal supporto dichiarato a quella risoluzione che oggi pare impossibile.

“Il ray tracing sarà così dispendioso che probabilmente vedremo solo titoli full HD usarlo (c’è una connessione diretta tra risoluzione, ray tracing e performance), almeno nella prima generazione di titoli”, ha aggiunto.

C’è da chiedersi a questo punto se quest’analisi sia eccessivamente conservativa o andrà davvero così, e soprattutto se per limitazioni dell’hardware o degli strumenti a disposizione di ciascuno sviluppatore.

Project Scarlett e PS5 sono attese per le vacanze natalizie del 2020. Qui potete trovare un primo confronto.




TAG: Project Scarlett, PS5, quantic dream, Ray Tracing