News 2 min

L’odiato Denuvo arriva su PS5: ecco cosa cambia

Annuncio a sorpresa del DRM "popolarissimo" su PC

L’odiato Denuvo ha fatto il suo ingresso in campo su PS5, come rivelato dall’omonima compagnia austriaca che lo realizza.

Contrariamente a quanto accade su PC, in ogni caso, l’applicativo non fungerà da vero e proprio DRM ma da sistema anti-cheat.

Denuvo Anti-Cheat è ora parte del programma Tools and Middleware di PS5, che comprende tutti gli applicativi che sono autorizzati a girare sulla console.

Denuvo non è visto di buon occhio dai giocatori su PC, dal momento che spesso e volentieri la sua abilitazione come DRM causa un deterioramento delle performance.

Secondo l’azienda, il software è stato equipaggiato in oltre 2 miliardi di installazioni di videogiochi su tutte le piattaforme e in più di 1.000 giochi.

Il tool protegge sia titoli offline che online, garantendo in multiplayer che non vengano usati trucchi e in single-player che i giocatori non possano sottrarre logiche di gioco o dati sensibili.

La notizia sorprendente è che «un numero» di giochi di lancio per PS5 già sta usando la soluzione di Denuvo, sebbene non sia stato chiarito di quali si tratti.

La compagnia ammette, comunque, che Denuvo – al pari degli altri DRM – non può impedire l’effrazione del codice di un gioco per sempre.

Tuttavia, l’intento del DRM è proteggere le vendite iniziali (in genere nelle prime due settimane) di un videogioco che, secondo le stime dell’azienda, costituiscono il 70% di quelle complessive.

Le violazioni infatti avvengono ormai nel giro di pochi giorni e, quando le notizie sull’argomento arrivano in una decina di giorni, questo viene visto già come un successo della firma.

Non è un caso che sia diventata ormai un’abitudine la sua rimozione nel giro di poche settimane dal day one, probabilmente sia per ragioni finanziarie, sia perché la protezione promessa sarà già stata bucata e quindi si finisce con l’optare per un boost prestazionale.

Non è chiaro se anche su PS5 sarà possibile effettuare rimozioni al volo, una volta colti segni di effrazione, ma per ora la situazione dovrebbe essere sensibilmente più facile da gestire che su PC.

Ugualmente, per il momento, non abbiamo notizie di un futuro approdo sulle console XboxNintendo Switch.

Se volete abbonarvi a PlayStation Plus, potete ottenerlo ora in saldo del 20% per l’abbonamento annuale.